Telecom Italia: al 3GSM World Congress di Barcellona annuncia il lancio di soluzioni per m-payment: il telefonino come carta di credito

11/02/2008 - 12:00

- + Text size
Stampa

TELECOM ITALIA  AL 3GSM WORLD CONGRESS
DI BARCELLONA  ANNUNCIA  IL LANCIO DI SOLUZIONI PER M-PAYMENT: IL TELEFONINO COME  CARTA DI CREDITO


Telecom Italia, in occasione del 3GSM World Congress, annuncia l’ingresso nel mondo delle soluzioni dei micropagamenti via telefono cellulare  attraverso una strategia che rende TIM partner del sistema creditizio  e che trasforma il telefonino in un vero e proprio  borsellino elettronico.

In collaborazione con partner finanziari e bancari, Telecom Italia, attraverso TIM, offrirà ai propri clienti la possibilità di effettuare pagamenti direttamente dal proprio telefono cellulare, con modalità estremamente semplici ed intuitive.

Il progetto di mobile payment di Telecom Italia utilizzerà le capacità della SIM Card del telefonino, un chip con capacità di memoria tali da consentire operazioni simili a quelle di un piccolo computer. Chi vorrà attivare i servizi di pagamento potrà, recandosi presso la propria banca, abbinare il proprio numero di telefonino ad una carta bancaria – di credito o prepagata - e da quel momento potrà utilizzarla per fare acquisti, per gestire a distanza il proprio conto corrente, per acquistare titoli di viaggio (m-ticketing) oppure per autorizzare trasferimenti di credito dal proprio deposito bancario (m-banking). 

Oltre ai pagamenti, il servizio di TIM permetterà, navigando sul telefonino, di collegarsi  ad un’area Web, dove si potrà gestire un portafoglio virtuale “Mobile-Wallet”, che conterrà l’intera gamma delle proprie carte di credito. Si potrà, infatti, memorizzare sul chip della SIM Card la versione digitale delle proprie carte e, inviando un SMS che viaggia su numerazioni dedicate e protette, autorizzare pagamenti o acquisti, oppure saldare le bollette a distanza. L’intero processo sarà tutelato dall’obbligo di inserimento dei codici personali e dai pin code delle carte che potranno essere controllati direttamente dal cellulare e che garantiranno la sicurezza delle transazioni. Il download sul terminale mobile delle proprie carte “virtualizzate”, sarà possibile anche per le carte di “loyalty” (es Frequent flyer), o anche di abbonamento ai mezzi pubblici.

Il cliente potrà anche chiedere via SMS, l’aggiornamento delle transazioni eseguite, dei saldi delle sue carte e delle bollette pagate con le carte virtualizzate nel  Mobile-Wallet.  primi servizi di pagamento via telefonino basati su SIM card e sulla  navigazione da cellulare saranno resi disponibili da Telecom Italia al mercato italiano entro il 2008.

Telecom Italia, inoltre, ha già dato inizio alle prime sperimentazioni della tecnologia NFC – Near Field Communication  – che permetterà di usare il telefonino per pagare pedaggi o i trasporti, semplicemente avvicinandolo  ai POS  o ai tornelli dei parcheggi e degli ingressi ai mezzi pubblici, o dei  cinema.  I cellulari e le carte SIM saranno dotate di questa nuova applicazione entro il prossimo anno.

La strategia elaborata da Telecom Italia per i pagamenti via telefonino  consente una stretta collaborazione con le banche e le società di gestione delle carte di credito.  Questo elemento renderà nell’immediato futuro il mobile payment uno strumento di sicuro successo sul mercato italiano ed internazionale perché gli istituti di credito manterranno inalterata la relazione con il correntista che effettua il pagamento in mobilità o con il titolare del prodotto finanziario.

Barcellona, 11 febbraio 2008