Si arricchisce l'offerta “Ricomincio da te”: nuovi vantaggi per famiglie e imprese

20/05/2002 - 12:00

- + Text size
Stampa

Dal 1° luglio 2002 la bolletta telefonica diventa ancora più leggera

La spesa telefonica delle famiglie e delle imprese italiane si ridurrà ulteriormente portando a 139 milioni di euro il risparmio complessivo conseguente gli interventi effettuati nel 2002. La nuova manovra messa a punto da Telecom Italia Domestic Wireline prevede ulteriori riduzioni tariffarie per i clienti residenziali (mezz´ora di telefonate interurbane gratis e per sempre in aggiunta all´ora di telefonate locali gratuite già in vigore dal 1° febbraio 2002) e l´estensione dell´ora di telefonate locali gratuite e per sempre anche alle imprese. Questo intervento compenserà, a totale vantaggio della clientela, il già programmato adeguamento dell’abbonamento alla rete telefonica generale deciso a seguito della delibera sul ribilanciamento tariffario voluta dalla Commissione Europea.


Si arricchisce di nuovi e importanti contenuti l´offerta "Ricomincio da te" lanciata a febbraio di quest’anno da Telecom Italia Domestic Wireline, la business unit di Telecom Italia per i servizi di rete fissa. La nuova proposta commerciale, inizialmente pensata espressamente per le famiglie italiane, è ora ampliata al mondo delle imprese per rispondere in maniera sempre più tempestiva alle reali esigenze della clientela, nel rispetto delle fondamentali regole economiche che governano l’intero settore delle Tlc.

Diminuisce ulteriormente la spesa telefonica delle famiglie e delle imprese italiane

Dal 1° luglio 2002 la seconda fase di “Ricomincio da te” permetterà a tutti gli Italiani di usufruire di nuove riduzioni tariffarie, in concomitanza con il programmato aumento dell’abbonamento alla rete telefonica, deciso a seguito della delibera sul ribilanciamento tariffario voluta dalla Commissione Europea. Il risparmio in bolletta su base annua sarà complessivamente di 139 milioni di Euro.
Questa operazione è di fondamentale importanza in un mercato, come quello delle Tlc, ormai completamente liberalizzato. Telecom Italia, infatti, ha ricevuto per anni un canone di abbonamento non sufficiente a coprire i costi fissi sostenuti per mantenere e soprattutto innovare la rete che consente a tutti di poter comunicare 24 ore su 24. Il riequilibrio del "deficit dell´accesso alla rete telefonica" è stato voluto fortemente dall´Unione Europea anche per consentire agli altri operatori di fare concorrenza a Telecom Italia sull’accesso.  


I nuovi prezzi dell’abbonamento telefonico di tipo “residenziale”

In seguito alla decisione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni circa la revisione dei valori del sistema di “Price Cap”, che recepiscono le indicazioni della Commissione europea in relazione al ribilanciamento tariffario, l’abbonamento alla rete telefonica generale per la clientela residenziale passerà, a partire dal 1° luglio 2002, dagli attuali 11,36 Euro al mese IVA esclusa a 12,14 Euro mensili (+0,78 Euro) IVA esclusa. Anche dopo l’adeguamento, il prezzo dell’abbonamento residenziale per l’accesso alla rete telefonica di Telecom Italia rimane al di sotto della media europea.
Resta invece invariato il prezzo dell´abbonamento per i collegamenti ISDN.


La bolletta delle famiglie diventa ancora più leggera 

Aumenta dunque il costo dell’abbonamento, ma in compenso gli italiani troveranno in bolletta numerosi vantaggi. Grazie a questa manovra la famiglia “tipo” italiana risparmierà circa 0,89 Euro al mese sulle telefonate interurbane nazionali, con un risparmio netto di 0,11 Euro sulla propria spesa telefonica. Ecco come:

* Gratis e per sempre mezz´ora di telefonate interurbane  ogni bimestre

La famiglia "tipo" italiana effettua mediamente più di 15 minuti al mese di chiamate interurbane, cioè con un prefisso diverso da quello da cui si chiama. Con la seconda fase di “Ricomincio da te”, le famiglie beneficeranno di mezz´ora di telefonate interurbane gratis e per sempre ogni bimestre, con un risparmio medio di 0,89 Euro al mese sul traffico effettuato, compensando ampiamente l´aumento del canone.
Per i collegamenti ISDN non è previsto alcun aumento dell’abbonamento mensile, tuttavia anche le famiglie con linea telefonica ISDN avranno a disposizione mezz’ora di telefonate interurbane gratuite a bimestre.
Anche i clienti che aderiscono alle offerte Teleconomy usufruiranno delle nuove vantaggiose condizioni.

* Le agevolazioni già in vigore da febbraio

Questa agevolazione va ad aggiungersi a quella in vigore dallo scorso febbraio relativa a un´ora di chiamate locali gratis e per sempre da casa per ogni bimestre, all´ampliamento della tariffa week-end a tutte le interurbane fatte nella fascia oraria off-peak (tra le ore 18.30 e le 8.00) di tutti i giorni e alla possibilità di accedere a servizi evoluti di Tlc (Richiamata su occupato, servizio 400, segreteria telefonica, invio e ricezione SMS dalla rete fissa di Telecom Italia e dai telefonini Tim) senza pagare alcun abbonamento aggiuntivo.


Risparmi anche per le imprese

Con la seconda fase di "Ricomincio da te" di Telecom Italia anche la bolletta delle imprese diventa più leggera. Dal 1° luglio il canone di abbonamento per la clientela "affari" passa da 14,62 Euro a 15,20 Euro mensili IVA esclusa. In questo caso l´aumento di 0,58 Euro è compensato dal fatto che tutte le imprese usufruiranno per sempre di un´ora di telefonate locali gratis ogni bimestre, con un risparmio di 0,87 Euro (IVA esclusa) sul traffico telefonico. Il risparmio medio in bolletta per questa tipologia di clientela è pertanto di 0,29 Euro. 
Resta invariato, invece, il prezzo dell´abbonamento per i collegamenti ISDN (27,37 Euro al mese, IVA esclusa). Anche i clienti "affari" che aderiscono alle offerte Teleconomy usufruiranno dell´ora di traffico locale gratuito a bimestre.