Il NewsLoader di NETikos presentato al JavaOne da Nokia

03/04/2002 - 12:00

- + Text size
Stampa

NETikos, società del Gruppo Telecom Italia specializzata in servizi e prodotti per il Mobile Internet, ha sviluppato NewsLoader, una soluzione presentata da Nokia durante il JavaOne, la più importante conferenza di programmatori Java al mondo (San Francisco, 25-29/03/02).
Il NewsLoader -lettore di News per Nokia 9210- permette all’utente di scaricare le ultime news per leggerle poi offline. La sorgente delle news può essere un server in Internet o un server in una rete basata su IP. I moduli per differenti servizi sono creati utilizzando delle semplici API Java.
Il NewsLoader sarà disponibile in due differenti versioni: la versione Light non ha bisogno di alcun server, poiché il software viene installato direttamente sul Nokia 9210. La versione Standard effettua la selezione delle news da un server permettendo in tal modo all’utente la personalizzazione della propria rassegna stampa. Questa versione permette inoltre un grado di autenticazione e autorizzazione degli utenti più sofisticato.
Il NewsLoader di NETikos è stato presentato da Nokia al JavaOne su di un Nokia Communicator 9210, su di un Nokia 9290 (commercializzato negli Stati Uniti) e su di un Nokia 6310i (MIDP java).

 

 

NETikos Overview
Il Gruppo NETikos  - con sede a Roma e filiali a Pisa, Bruxelles, Helsinki e Rio de Janeiro – è stato fondato da Telecom Italia per rispondere alla crescente richiesta di soluzioni relative all’area dell’Internet e del wireless. L’obiettivo di NETikos è quello di essere un one-stop-shop partner per soddisfare ogni bisogno relativo al Mobile Internet così da permettere ad aziende, istituzioni ed utenti finali di essere sempre online utilizzando applicazioni wireless. NETikos - € 18,8 Mil. di fatturato nel 2001- si pone come obiettivo la leadership nel Mobile Internet con servizi professionali, soluzioni a valore aggiunto e prodotti innovativi. La competenza e l’esperienza acquisite pongono NETikos nella migliore condizione per realizzare la convergenza delle soluzioni Internet e wireless con gli standard 2,5 e 3G.