"Ricomincio da te": la nuova offerta di Telecom Italia per le famiglie

13/12/2001 - 12:00

- + Text size
Stampa

Telecom Italia Domestic Wireline presenta oggi "Ricomincio da te", la nuova proposta commerciale pensata espressamente per le famiglie italiane. L´obiettivo è quello di dare ulteriore impulso alla propria strategia fondata sulle reali richieste della clientela e nel rispetto delle fondamentali regole economiche che governano l´intero settore delle Tlc.

Diminuisce la spesa telefonica delle famiglie italiane
"Ricomincio da te" permetterà alle famiglie, in concomitanza con il programmato aumento dell´abbonamento alla rete telefonica, deciso a seguito della delibera sul ribilanciamento tariffario voluta dalla Commissione Europea lo scorso anno, di usufruire di forti riduzioni tariffarie e di condizioni particolarmente vantaggiose riguardo l´accesso ai servizi innovativi di telecomunicazioni. Complessivamente la bolletta degli italiani diminuirà di oltre 100 miliardi di lire l´anno. Particolari benefici sono inoltre previsti per le famiglie meno abbienti.

I nuovi prezzi dell´abbonamento telefonico di tipo "residenziale"
In seguito alla decisione dell´Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni circa la revisione dei valori del sistema di "Price Cap", che recepiscono le indicazioni delle Commissione europea in relazione al ribilanciamento tariffario, l´abbonamento alla rete telefonica generale per la clientela residenziale passerà, a partire dal 1° febbraio 2002, dalle attuali 20.700 lire al mese Iva esclusa a 22.000 lire mensili (+6,3%) Iva esclusa. Restano invece invariati i prezzi degli abbonamenti per le aziende e dei collegamenti ISDN.
Anche dopo l´adeguamento, il prezzo dell´abbonamento residenziale per l´accesso alla rete telefonica di Telecom Italia rimane uno tra i più bassi in Europa.
Questa operazione è di fondamentale importanza in un mercato, come quello delle Tlc, ormai avviato verso la completa liberalizzazione. Telecom Italia, infatti, per anni ha ricevuto un canone di abbonamento non sufficiente a coprire i costi fissi sostenuti per mantenere ed innovare la rete che consente a tutti di comunicare 24 ore su 24.
Il riequilibrio di questa situazione chiamata "deficit dell´accesso alla rete telefonica", voluto fortemente dall´Unione Europea in tutti gli Stati membri, permette dunque di proseguire nel cammino che porterà al completo riequilibrio del costo dell´accesso alla rete telefonica di Telecom Italia.

La bolletta diventa più leggera
Aumenta dunque il costo dell´abbonamento, ma non la bolletta telefonica degli italiani, destinata a diventare, grazie a questa manovra, più leggera. La famiglia tipo italiana risparmierà infatti oltre 1.700 lire (Iva esclusa) sulle telefonate. Come?

* Gratis un´ora di telefonate locali ogni bimestre e l´abbonamento ai servizi innovativi

Con "Ricomincio da te" le famiglie beneficeranno di un´ora di telefonate locali gratis ogni bimestre e continueranno ad usufruire dal telefono di casa, senza pagare alcun abbonamento aggiuntivo, della segreteria telefonica, dei servizi informativi 400, della Richiamata su occupato e del servizio che permette di inviare e ricevere SMS (Short Messages Service) dalla rete fissa di Telecom Italia e dai telefonini Tim.
Per poter usufruire di simili vantaggi i clienti non dovranno effettuare alcuna richiesta.

* Si amplia la tariffa week end: 50 lire al minuto (Iva esclusa) dalle 18.30 alle 8.00 di tutti i giorni per tutte le interurbane interdistrettuali

Nel febbraio 2001 Telecom Italia ha lanciato la tariffa week end che prevede un prezzo di 50 lire al minuto (Iva esclusa) per tutte le telefonate con prefisso diverso dal proprio, effettuate il sabato, la domenica e nei giorni festivi. Per favorire ulteriormente le comunicazioni tra le famiglie, questa tariffa viene estesa a tutte le interurbane interdistrettuali fatte nella fascia oraria off-peak, cioè tra le ore 18.30 e le 8.00 di tutti i giorni, con una riduzione di 45 lire (-47,3%), Iva esclusa, rispetto all´attuale prezzo di 95 lire al minuto, Iva esclusa.

L´offerta per la clientela a basso reddito: agevolazioni per 1,5 milioni di famiglie
A partire dal 1° dicembre 2001, secondo quanto stabilito dall´Autorità, Telecom Italia ha operato una forte riduzione, pari al 50% del costo di accesso alla rete telefonica, per le famiglie che si trovano in particolari condizioni economiche e sociali. Questa iniziativa riguarda circa 1.500.000 nuclei familiari che presentano un indicatore socio-economico equivalente (ISEE) fino a 13 milioni di lire e trovano il proprio sostentamento o da una pensione sociale, o da una di invalidità, oppure al loro interno hanno una persona con oltre 75 anni di età o il capofamiglia disoccupato. Di conseguenza, in ottemperanza alle decisioni dell´Autorità, è venuta meno la possibilità di aderire alle condizioni economiche agevolate del contratto "a basso traffico".
Inoltre, sempre a partire dal 1° dicembre scorso, è in vigore l´esenzione totale del pagamento dell´importo mensile di abbonamento per le famiglie che utilizzano dispositivi telefonici per sordomuti (DTS).