Il CdA di Telecom Italia rinuncia alle condizioni previste nel documento d'OPA volontaria promossa da Telecom Italia sulle azioni ordinarie e di risparmio Seat Pagine Gialle e decide di acquistare le azioni consegnate in Opa

10/08/2000 - 12:00

- + Text size
Stampa

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia, riunitosi oggi a conclusione dell´Assemblea Straordinaria degli Azionisti, ha deliberato di rinunciare alle condizioni previste nel documento d´offerta pubblica d´acquisto volontaria promossa da Telecom Italia sulle azioni ordinarie e di risparmio Seat Pagine Gialle e di acquistare le azioni consegnate in Opa. Il pagamento del corrispettivo avverrà in data 18 agosto 2000 in quanto il Consiglio ha deciso di avvalersi della facoltà di anticipare la data di pagamento rispetto a quella prevista (7° giorno di Borsa aperta successivo alla presente comunicazione).

Le condizioni descritte nel documento d´Offerta prevedevano l´ottenimento dell´autorizzazione senza riserve o condizioni, da parte dell´Autorità Antitrust, dell´integrazione di Tin.it in Seat e l´omologazione, entro il 31 luglio 2000, delle delibere di scissione di Telecom Italia a favore di Seat PG e di fusione per incorporazione di Tin.it in Seat PG.

L´acquisto è finanziato da un pool di banche che assumeranno le azioni in garanzia pignoratizia con ogni conseguente diritto, compreso quello di voto.