TIM: TERMINATA L’ATTIVITA’ DI DIREZIONE E COORDINAMENTO DI VIVENDI

16/05/2018 - 21:21

- + Text size
Stampa

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre definito la composizione dei Comitati Interni

Il Consiglio di Amministrazione di TIM ha proseguito oggi la definizione degli assetti di governance, già avviata il 7 maggio.


In particolare, è stata decisa la creazione di un nuovo comitato interno, specializzato nell’istruttoria e nel monitoraggio della materia dei rapporti con parti correlate, modificando di conseguenza l’apposita procedura aziendale. Di questo Comitato sono stati chiamati a far parte i Consiglieri Morselli (Presidente), Capaldo, Cappello e Roscini.

La composizione dei restanti Comitati è la seguente:

  • Comitato Strategico – Consiglieri Conti, Genish, Gubitosi, De Puyfontaine, Ferrari, Sabelli
  • Comitato per il controllo e i rischi – Consiglieri Giannotti (Presidente), Gubitosi, Ferrari, Moretti
  • Comitato per le nomine e la remunerazione – Consiglieri Altavilla (Presidente), Bonomo, Sabelli, Valensise


Il Consiglio ha altresì deciso i compensi attribuiti ai Consiglieri e ai membri dei comitati, conseguendo un risparmio rispetto agli emolumenti definiti dal precedente organo collegiale.

Tenuto anche conto della qualificazione del Presidente del Consiglio di Amministrazione quale Consigliere indipendente, il Consiglio ha ritenuto di non procedere all’elezione di un Lead Independent Director, aggiornando in tal senso i Principi di autodisciplina della società.
Le nuove versioni dei suddetti Principi e della Procedura per l’effettuazione di operazioni con parti correlate sono in corso di pubblicazione sul sito internet della Società www.telecomitalia.com.

Il Presidente Fulvio Conti ha così commentato: “La composizione dei Comitati, le determinazioni relative alla Corporate Governance e il risparmio identificato nei compensi dei Consiglieri di amministrazione sono la certificazione del percorso avviato da questo CdA verso la trasformazione di TIM in una public company focalizzata nel conseguire i risultati promessi al mercato”.


Sempre in materia di governance, il Consiglio di Amministrazione ha preso atto che risultano venute meno le ragioni per considerare Vivendi soggetto esercente attività di direzione e coordinamento su TIM, dunque ha accertato l’intervenuta cessazione della suddetta attività di direzione e coordinamento, dando esecuzione a tutti gli adempimenti conseguenti.

 

L’Amministratore Delegato ha assunto la responsabilità ad interim della funzione Procurement Unit & Real Estate.



Roma, 16 maggio 2018