L’Innovazione di TIM premiata alla Camera dei Deputati

18/12/2017 - 13:25

- + Text size
Stampa

Riconosciuto il valore del progetto TIM#WCap, modello di innovazione aperta che sta rivoluzionando i processi digitali del Paese

L’impegno di TIM  per accompagnare il Paese nel percorso di innovazione tecnologica è stato riconosciuto con l’assegnazione del “Premio dei Premi per l’Innovazione”, consegnato oggi dalla Presidente Laura Boldrini in una cerimonia alla Camera dei Deputati in occasione della Giornata Nazionale dell’Innovazione 2017. TIM si conferma ancora una volta best in class in Italia in termini di investimenti in innovazione, forte di 1,7 miliardi di euro spesi nel 2016 per Ricerca e Sviluppo per le reti di nuova generazione, le piattaforme e i servizi ICT e le iniziative di Open Innovation di cui è pioniere in Italia: un ecosistema in cui le imprese e le istituzioni lavorano a fianco di start-up, università, istituti di ricerca e incubatori per affrontare le nuove sfide digitali, contribuendo alla crescita del PIL del Paese. 

 

In particolare, è stato premiato il progetto TIM #WCap, che attraverso i suoi quattro acceleratori individua e supporta soluzioni digitali sviluppate da start-up e PMI favorendo sinergie con i principali attori dell’ecosistema dell’innovazione.

 

“Questo premio è un importate riconoscimento all’impegno di TIM volto a guidare l’innovazione digitale in Italia”, ha commentato Mario di Mauro, Direttore Strategy di TIM ritirando il premio. “Dal 2009 a oggi, TIM#WCap ha raccolto oltre 9000 progetti, supportato più di  300 start-up cui sono state fornite formazione, mentorship, spazi, oltre ad un supporto economico mediante grant. Con TIM Ventures, inoltre, investiamo nel capitale delle realtà più promettenti e con forti sinergie con la business strategy aziendale in un’ottica di supporto alle start-up anche in fase di sviluppo.”

 

Il Premio, organizzato dalla Fondazione Cotec, viene assegnato alle migliori esperienze di innovazione realizzate nei settori dell’industria e dei servizi, nel mondo accademico, nella Pubblica Amministrazione e nel terziario. 

 

Roma, 18 dicembre 2017