Telecom Italia annuncia progetto con l' Accademia Nazionale di Santa Cecilia: Pappano in Web

10/03/2011 - 15:30

- + Text size
Stampa

Pappano in Web
La grande musica spiegata ed eseguita in diretta online: un progetto Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Telecom Italia

Come nasce un concerto? Che cosa c’è dietro la sua realizzazione? Qual è il filo rosso che lega le scelte artistiche ai direttori, ai solisti, agli interpreti? Che cosa vuol dire “interpretare”? Per rispondere a queste e tante altre domande nasce PappanoinWeb, un progetto promosso dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e da Telecom Italia.

Protagonista dell’iniziativa - prima assoluta in Italia - è Antonio Pappano nella duplice veste di direttore e pianista.

PappanoinWeb è un ciclo di tre appuntamenti dedicato a chi vuole scoprire la grande musica “raccontata” dal vivo, attraverso la spiegazione delle varie fasi di preparazione di un concerto, fino alla sua esecuzione. Collegandosi all’indirizzo www.telecomitalia.com/pappanoinweb dal 10 marzo, infatti, sarà possibile seguire interviste esclusive al Direttore e ai Solisti, video e backstage che verranno pubblicati quotidianamente per accompagnare lo spettatore dalle prove fino all’esecuzione finale di due concerti sinfonici diretti, appunto, da Pappano (lunedì 14 marzo e venerdì 16 settembre) e di un concerto di musica da camera che lo vedrà impegnato al pianoforte insieme al violoncellista Luigi Piovano (in programmamercoledì 16 marzo).

I tre concerti potranno inoltre essere seguiti online gratuitamente in modalità live streaming, e durante la diretta sarà possibile interagire con l’Accademia di Santa Cecilia sottoponendo in tempo reale domande relative all’esecuzione o altre curiosità attraverso un live blog che per l’occasione sarà animato da un giovane esperto di musica. Tutti i concerti, inoltre, saranno disponibili in modalità streaming on demand per tutto il 2011.

Il concerto che sarà trasmesso online il 14 marzo (Stagione Sinfonica 2010-2011, Sala Santa Cecilia ore 21.00. La produzione, come da calendario parte il 12 marzo, con repliche il 14 e il 15) unisce due importanti anniversari della storia della musica ‘celebrati’ dalla bacchetta di Antonio Pappano sul podio dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia: 100 anni dalla morte di Mahler e 200 dalla nascita di Liszt.

Di Gustav Mahler Pappano dirigerà n. 1 “Titano” in re maggiore e di Franz Liszt il Concerto n. 1  in mi bemolle maggiore per pianoforte e orchestra. Solista il russo Boris Berezovsky, interprete dal trascinante virtuosismo che suona per la prima volta a Santa Cecilia.

Apre il programma della serata un brano di rara esecuzione, dell’Aida. Verdi compose l’Aida per l’inaugurazione del Teatro dell’Opera del Cairo, in occasione dell’apertura del Canale di Suez. L’anno seguente, nel 1872, l’opera doveva andare in scena in prima italiana alla Scala di Milano e Verdi pensò di sostituire il breve Preludio iniziale con una Sinfonia tutta nuova. Ma ascoltandola in prova non ne fu del tutto convinto e decise di ripristinare il Preludio. Fu Arturo Toscanini, tra i più appassionati estimatori della Sinfonia, a eseguirla per la prima volta in pubblico nel 1940.

Scritta dietro la suggestione provocatagli dalla lettura del romanzo Il Titano del tedesco Jean Paul, n. 1 fu inizialmente concepita dal suo autore come poema sinfonico in cinque movimenti, mutando forma nel corso di dieci anni, finché nel 1899 fu data definitivamente alle stampe nella folgorante versione in quattro tempi.

Si può affermare che l’Orchestra di Santa Cecilia vanti una tradizione esecutiva del sinfonismo mahleriano di notevole interesse che affonda le radici sin dall’apparizione del compositore in veste di direttore il 25 marzo 1907 nella Sala Accademica. Successivamente Mahler salì di nuovo sul podio ceciliano, questa volta all’Augusteo, il 28 aprile 1910.

Ben 26 sono gli anni impiegati da Liszt per comporre il suo Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra, probabilmente per ‘adattare’ continuamente la parte solistica alle proprie qualità di sommo virtuoso della tastiera, in incessante e crescente evoluzione.

Subito dopo Roma, Pappano e l’Orchestra di Santa Cecilia affronteranno un’importante tournée con lo stesso programma, che toccherà alcune tra le maggiori città del Regno Unito come Basingstoke, Manchester, Birmingham, per poi volare alla volta di Atene, Lussemburgo, Baden-Baden, Essen, Bruxelles.

Come è noto Antonio Pappano è uno straordinario pianista e tra le sue passioni si annovera anche quella per la musica da camera che lo vede molto spesso seduto al pianoforte per accompagnare la voce di un cantante in un raffinato programma liederistico, o accanto a un celebre strumentista. Compagno di Pappano del concerto del 16 marzo trasmesso in streaming sarà, come già accennato, Luigi Piovano, primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia che insieme al “suo” Direttore Musicale, affronterà pagine che spaziano dalla settecentesca Sonata op. 7 n. 6 diGiovanni Battista Cirri, al classicismo della beethoveniana Sonata op. 5 n. 2, al tardo romantico Martucci (Due Romanze op. 72) per concludere con il romantico per eccellenza Brahms del quale Pappano e Piovano saranno interpreti della Sonata n. 1 op. 38.

Il Preludio Sinfonico, opera giovanile di Giacomo Puccini ripresa poi parzialmente dal compositore lucchese nella sua Bohème, è la pagina che aprirà l’ultimo appuntamento del progetto PappanoinWeb. Il 16 settembre Antonio Pappano salirà sul podio dell’Orchestra di Santa Cecilia per dirigere - dopo l’apertura pucciniana  - uno dei concerti più amati di Rachmaninoff il Concerto n. do minore per pianoforte e orchestra op. 18 affidato alle virtuose mani del pianista Denis Matsuev, straordinario interprete del musicista russo. Conclude il concerto la grandiosa Sinfonia n. 6 “Patetica” in si minore op. 74 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

PappanoinWeb

un progetto Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Telecom Italia


Appuntamenti online


Lunedì 14 marzo ore 21

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore Boris Berezovsky pianista

Verdi Aida: sinfonia Liszt Concerto n. 1 per pianoforte |Mahler Sinfonia n. 1 “Il Titano”

Mercoledì 16 marzo ore 20.30

Antonio Pappano pianista Luigi Piovano violoncellista

Musiche di Cirri Beethoven Martucci Brahms

Venerdì 16 settembre ore 21

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore Denis Matsuev pianista

Puccini Capriccio Sinfonico Rachmaninoff Concerto per pianoforte n. 2

Čajkovskij Sinfonia n. 6 “Patetica”


Tutti i concerti e i contenuti di approfondimento saranno disponibili gratuitamente all’indirizzo www.telecomitalia.com/pappanoinweb


Ulteriori info su www.santacecilia.it/pappanoinweb  - 06 8082058

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008