Nasce Radio Dynamo, la radio che fa stare bene

17/06/2010 - 12:55

- + Text size
Stampa

Al via Radio Dynamo: un progetto di Associazione Dynamo Camp Onlus realizzato in collaborazione con Radio DeeJay e Telecom Italia.
È una web radio che trasmette 24 ore su 24 musica e contenuti realizzati con bambini affetti da patologie gravi e croniche in ospedali e case famiglia, secondo il principio di Terapia Ricreativa su cui si fonda Dynamo Camp. Coinvolti musicisti e conduttori radiofonici professionisti. Oggi giovedì 17 giugno dalle 16 alle 19 la prima diretta.

“Essere malati non è divertente: c’è la terapia da seguire, i medici che ti guardano, i tuoi amici lontani. Le giornate non passano mai, spesso non ho nessuno con cui giocare e distrarmi. 
La radio, invece, è un “posto” dove succedono cose belle, dove ci sono anche persone come me. La radio riesce a trasformare anche il tempo che passo in ospedale/casa famiglia in un momento divertente. Perché quando mi diverto, mi dimentico di essere malato
”. Un bambino coinvolto nel progetto Radio Dynamo.

È nata Radio Dynamo, la web radio realizzata con il contributo di bambini affetti da patologie gravi e croniche, che si ascolta via web all’indirizzo www.radiodynamo.it.

L’idea è di Associazione Dynamo Camp Onlus, primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia, che ospita gratuitamente per periodi di vacanza e svago bambini e ragazzi affetti principalmente da malattie oncoematologiche e neurologiche (www.dynamocamp.org). Radio Dynamo nasce grazie alla collaborazione di Radio DeeJay, per la direzione artistica e la programmazione musicale, e Telecom Italia, per le soluzioni tecnologiche che rendono possibile la diffusione sul web e il collegamento di tutti gli ospedali pediatrici coinvolti.

Radio Dynamo realizza programmi di Terapia Ricreativa negli ospedali pediatrici, day hospital e case famiglia coinvolgendo bambini e ragazzi malati nella creazione di programmi radio, con l’aiuto di volontari, musicisti e conduttori radiofonici professionisti. L’obiettivo del progetto è consolidare l’Outreach programme di Dynamo Camp: portare i programmi di Dynamo Camp anche fuori dal Camp, coinvolgere i bambini che non possono essere fisicamente nella struttura, e i bambini che sono stati ospiti, nei periodi in cui sono a casa o in ospedale. Offrendo loro i vantaggi della Terapia Ricreativa, Radio Dynamo li farà divertire nella fase di produzione dei contenuti e nella fase di ascolto negli ospedali, nelle case famiglia che li ospitano e naturalmente a casa tramite il web. La radio è quindi pensata come spazio dedicato ai giovani ascoltatori che possono sentirsi parte di un progetto costruito per loro; è intrattenimento e terapia, basata sul potere della parola e della musica come espressione e condivisione.

La scelta musicale è divertente e giovanile, con musica di qualità. Il palinsesto al momento del lancio è costituito da musica, alternata a contenuti già registrati coi bambini, che verranno trasmessi più volte durante l’arco delle 24 ore. La programmazione parte oggi con la prima diretta: dalle 16 alle 19, un collegamento coi bambini dall’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, e un collegamento direttamente da Dynamo Camp, dove è in corso la prima sessione estiva con bambini dai 7 ai 12 anni affetti da patologie oncoematologiche. E più collegamenti con persone che hanno voluto e creato la radio.

In primis Enzo Manes, fondatore e presidente della Fondazione Dynamo, che ha dato vita a Dynamo Camp. Ma anche Linus, Maria Serena Porcari (vice presidente esecutivo di Associazione Dynamo Camp Onlus), e numerose persone che hanno creduto nel progetto e lavorano per la sua realizzazione.  

"Radio Dynamo è un progetto nato in casa, al Camp, in modo semplice, con due microfoni, e ne è emerso immediatamente il potenziale enorme: la musica e la parola hanno un potere di grande coinvolgimento emotivo e sono catalizzatori di grande divertimento - ha dichiarato il dottor Momcilo Jankovic, direttore medico del Dynamo Camp – l’idea di portare questo progetto anche in ospedali e in case famiglia è tanto semplice quanto rivoluzionaria e necessaria: sempre più noi medici abbiamo l’obiettivo di pensare alla qualità della vita dei nostri piccoli pazienti. Questo approccio, in particolare coi bambini, dà risultati straordinari in termini di serenità e accettazione nell’affrontare la malattia e le cure”.

“Mettere la musica e la nostra esperienza al servizio di bambini affetti da gravi patologie è un privilegio per Radio DeeJay, che ha sempre creduto nella forza del progetto Dynamo Camp. Questo è quello che faremo: favorire il divertimento, attraverso la creazione di programmi radiofonici, e il piacere dell’ascolto” ha dichiarato Linus, direttore artistico di Radio DeeJay.

“Le nuove tecnologie hanno una particolare forza inclusiva che può essere molto efficace se rivolta alle fasce più deboli della popolazione come i bambini che devono trascorrere lunghi periodi in cura nelle strutture sanitarie”è il commento di Carlo Fornaro, direttore Relazioni Esterne di Telecom Italia.

Il nostro coinvolgimento in questo progetto si inserisce in una collaborazione più ampia che abbiamo avviato da tempo con Dynamo, a cui forniamo il nostro supporto tecnologico e non solo. Già alla fine del 2009 i nostri colleghi hanno potuto trascorrere alcuni giorni presso le strutture del Camp per assistere i suoi piccoli ospiti: è stata un'esperienza che li ha entusiasmati e arricchiti profondamente, e che abbiamo deciso di ripetere di nuovo questa estate. Radio Dynamo amplia così il nostro impegno in una direzione molto congeniale a Telecom Italia, quella del web al servizio di un’ottima causa sociale”.

Gli ospedali pediatrici e le case famiglia coinvolte per il 2010: Magica Cleme Onlus c/o Ospedale Pediatrico San Gerardo – Monza; AGAL c/o Clinica Pediatrica Fond. IRCCS Policlinico San Matteo – Pavia; Casa Oz – Torino; Casa Peter Pan – Roma; Associazione Gaslini Band Band c/o Istituto Gianna Gaslini – Genova; AGBE c/o reparti Pediatrici del P.O Santo Spirito – Pescara; UGI c/o Ospedale Infantile Regina Margherita – Torino; Reparto di Ematologia Pediatrica del Policlinico Umberto I – Roma; AGOP c/o Oncologia Pediatrica del Policlinico Gemelli – Roma; UGI c/o U.O Pediatrica Ospedale – Ivrea; Ospedale Bambin Gesù – Roma; AGEOP c/o Clinica Pediatrica Policlinico Sant’Orsola Malpighi – Bologna; Policlinico di Modena; Ospedale Santobono Pausilipon – Napoli; ABIO c/o Policlinico di Bari; Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio – Catanzaro.

Si ringraziano Agency.com per l’ideazione e realizzazione del sito web di Radio Dynamo e TBWA/Italia per l’ideazione della campagna di comunicazione.

> Informazioni per la stampa (file .pdf)

17 giugno 2010

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008