Telecom Italia: sostegno all'indagine napoletana

29/07/2009 - 16:30

- + Text size
Stampa

La società collabora da più di un anno con le autorità inquirenti

In merito all'attività della Guardia di Finanza in corso presso il centro direzionale di Telecom Italia di Napoli, Telecom Italia fa presente di aver fornito alle autorità inquirenti la massima collaborazione per l'individuazione dei soggetti responsabili dei comportamenti illeciti fin dall'avvio dell'attività investigativa della direzione distrettuale antimafia di Napoli più di un anno fa.

Come da accordi con la Procura di Napoli, la funzione Servizi per l'Autorità Giudiziaria di Telecom Italia, uffici di Napoli, sarà soppressa con decorrenza immediata e la relativa attività di supporto all'autorità giudiziaria verrà assicurata dagli uffici romani della medesima funzione.

Telecom Italia fa altresì presente che l'istituto di vigilanza per cui lavorava l'addetto alla sorveglianza arrestato non è più fornitore del servizio per Telecom Italia.
 
Telecom Italia, quindi, riafferma con forza il proprio primario obiettivo aziendale di prevenire e stroncare ogni prassi illecita al suo interno.  

Roma, 29 luglio 2009

Scarica il comunicato stampa in versione pdf (file .pdf, 64 Kb)


In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008