Telecom Italia: iniziativa in favore dei lavoratori del gruppo oggetto di raccolta illecita delle informazioni personali

06/03/2009 - 18:30

- + Text size
Stampa


Telecom Italia comunica di aver intrapreso un’iniziativa in favore dei propri lavoratori che, nell’ambito del procedimento penale in corso presso il Tribunale di Milano, a carico di diverse persone, tra cui alcuni ex-dipendenti del Gruppo, sono risultati oggetto di raccolta illecita di informazioni personali.

E’ stata inviata oggi ai circa 250 lavoratori coinvolti una comunicazione con la quale l’Azienda esprime profondo rammarico per quanto accaduto ed offre un contributo economico come gesto di solidarietà tangibile.

Con questa iniziativa Telecom Italia, parte lesa nel procedimento penale, conferma la propria attenzione alle vicende che coinvolgono i lavoratori del Gruppo e la propria volontà di superare - anche attraverso un gesto tangibile - gli avvenimenti passati.

Milano, 6 marzo 2009

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008