Telecom Italia: gli altri operatori non riescono a rispettare i tempi già fissati per l'unbundling del local loop

14/03/2001 - 12:00

- + Text size
Stampa

Telecom Italia informa di aver ricevuto una comunicazione da parte di altri operatori di tlc (Albacom, Colt-Telecom, Grapes Italia, Lombardiacom, Planetwork, Teti, Wind, Alchemia, Edisontel, Infostrada, Noicom, Spaltic, Tibercom, Atlanet, Fastweb Kast Telecom, Peppercom, Serenacom e Tiscali) nella quale gli stessi chiedono una proroga rispetto ai tempi stabiliti dalla delibera dell´Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per quanto riguarda l´unbundling del local loop. Conseguentemente, in base alle regole fissate dallo stesso organismo di garanzia, la fase operativa dell´unbundling potrà essere avviata solo nel momento in cui Telecom effettivamente riceverà le relative prenotazioni. L´azienda, infatti, ricorda che dopo aver inviato il 7 marzo scorso, come previsto dall´Autorità, gli studi di fattibilità precedentemente indicati per l´unbundling, avrebbe dovuto ricevere, dopo 5 giorni, dagli operatori interessati la conferma degli ordinativi, così da poter dar luogo alla fase operativa. E´ invece arrivata, al posto degli ordinativi, una richiesta di proroga fino al 26 marzo che sposta decisamente in là i termini fissati dalla stessa Autorità per l´ultimo miglio. L´Autorità ha comunicato a Telecom di aver già recepito la richiesta di proroga.