I principali gestori mondiali di TLC a raccolta contro il fenomeno delle frodi

03/10/2000 - 12:00

- + Text size
Stampa

Si è aperta oggi a Baveno (Verbania), sotto la presidenza di Telecom Italia, l´assemblea plenaria del FIINA (Forum for International Irregular Network Access), l´organizzazione leader mondiale nel campo del controllo delle frodi a cui aderiscono la maggior parte degli operatori di rete fissa e mobile (tra i quali AT&T, BT, MCI, Deutsche Telekom e France Telecom) i cui lavori si concluderanno il prossimo 6 ottobre.

FIINA si pone l´obiettivo di controllare e segnalare alle autorità competenti i fenomeni fraudolenti nel settore delle Tlc. Questo è possibile grazie alla cooperazione dei gestori telefonici dei Paesi aderenti al Forum, sempre in prima linea nell´individuare le frodi emergenti, nel mettere a punto le tecniche di rilevazione e di contrasto, nello scambiarsi le esperienze maturate. Nel corso dell´assemblea, che quest´anno fa registrare il più alto numero di partecipanti in assoluto, saranno trattati temi d´attualità quali l´e-commerce e le tecniche d´avanguardia nell´azione di contrasto alle frodi.

Telecom Italia, oltre ad essere socio fondatore FIINA, è l´unico operatore italiano a farne parte. FIINA è strutturato al suo interno in diversi sottocomitati specializzati in aree specifiche e si riunisce in seduta plenaria una volta l´anno. Attualmente è presieduto da Bill Morris (BT) ed è retto da un comitato di 8 membri, tra i quali Telecom Italia.