Telecom Italia Media: definita la remunerazione da riconoscere al presidente esecutivo in funzione della cessazione del mandato

25/09/2015 - 20:28

- + Text size
Stampa

Notice to U.S. Investors

 

The merger described herein relates to the securities of two foreign companies. The merger in which Telecom Italia Media S.p.A. ordinary shares and savings shares will be converted into Telecom Italia S.p.A. ordinary shares and saving shares, respectively, is subject to disclosure and procedural requirements of a foreign country that are different from those of the United States. Financial statements included in the document, if any, have been prepared in accordance with foreign accounting standards that may not be comparable to the financial statements of United States companies.

It may be difficult for you to enforce your rights and any claim you may have arising under the federal securities laws, since Telecom Italia S.p.A. and Telecom Italia Media S.p.A. are located in Italy, and some or all of their officers and directors may be residents of Italy or other foreign countries. You may not be able to sue a foreign company or its officers or directors in a foreign court for violations of the U.S. securities laws. It may be difficult to compel a foreign company and its affiliates to subject themselves to a U.S. court’s judgment.

You should be aware that Telecom Italia S.p.A. may purchase securities of Telecom Italia Media S.p.A. otherwise than under the merger offer, such as in open market or privately negotiated purchases.

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Media (“TI Media”), tenuto conto che, per effetto dell’efficacia della fusione per incorporazione della Società nella controllante Telecom Italia S.p.A., la Società stessa verrà meno e i relativi organi cesseranno, su proposta del Comitato per le nomine e la remunerazione e in coerenza con la Politica di remunerazione della Società illustrata nella relativa relazione, ha verificato l’anticipata risoluzione del rapporto di amministrazione ad iniziativa della Società e non per giusta causa. Pertanto ha riconosciuto al Prof. Severino Salvemini, Presidente del Consiglio di Amministrazione, a titolo di trattamento di severance, l’importo di euro 534.001,94, in applicazione delle condizioni contrattuali di cui alla deliberazione consiliare dell’8 maggio 2014.

***

L’importo, che sarà corrisposto in un’unica soluzione a valle dell’efficacia dell’operazione di fusione, rappresenta la differenza tra l’emolumento per la carica di Presidente esecutivo complessivamente dovuto al Prof. Salvemini per l’intero triennio di mandato e quanto maturato e percepito dallo stesso fino alla data prevista di efficacia della fusione (30 settembre 2015, fine giornata). 

Milano, 25 settembre 2015