Riunita l'Assemblea degli Azionisti Telecom Italia

12/04/2011 - 19:20

- + Text size
Stampa

Approvato il Bilancio 2010

Nominato il Consiglio di Amministrazione per il triennio 2011 - 2013

Aggiornate le condizioni economiche dell'incarico di revisione

Autorizzato il Buy Back di azioni di risparmio

Approvato il Piano di Incentivazione a lungo termine 2011

Approvate modifiche allo Statuto e al Regolamento Assembleare

L’Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti di Telecom Italia si è riunita oggi sotto la presidenza di di Genola.

In sede ordinaria l’Assemblea:

  • ha approvato il bilancio dell’esercizio 2010 di Telecom Italia S.p.A., stabilendo di distribuire un dividendo in ragione di 5,8 euro cent per azione ordinaria e 6,9 euro cent per azione di risparmio. Il dividendo verrà messo in pagamento a partire dal 21 aprile 2011, con stacco cedola in data 18 aprile 2011;
  • ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione, composto da 15 Amministratori, che resteranno in carica per tre esercizi, fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2013.

Come da Statuto, sulla base delle liste presentate dai soci  sono stati nominati Amministratori della Società:

Lista Telco S.p.A.
 

Cesar ALIERTA IZUEL

Tarak BEN AMMAR

Franco BERNABÈ

Elio Cosimo CATANIA (indipendente)

Jean Paul FITOUSSI (indipendente)

Gabriele GALATERI di GENOLA

Julio LINARES LOPEZ

Gaetano MICCICHÈ

Aldo MINUCCI

Renato PAGLIARO

Marco PATUANO

Mauro SENTINELLI (indipendente)

Lista presentata da un gruppo di società di gestione del risparmio e investitori istituzionali internazionali

Luigi ZINGALES (indipendente)

Ferdinando FALCO BECCALLI (indipendente)

Francesco PROFUMO (indipendente)

I curricula dei neonominati amministratori sono disponibili sul sito internet della Società www.telecomitalia.com, sezione “Investitori”.

  • ha approvato l’aggiornamento delle condizioni economiche dell’incarico di revisione legale, a seguito delle variazioni del perimetro di consolidamento del Gruppo Telecom Italia. L’onorario annuale complessivo da riconoscersi a PricewaterhouseCoopers S.p.A., per ciascuno degli esercizi 2011-2018, è stato aumentato da euro 1.811.300 a euro 1.891.900 (IVA e spese escluse);
  • ha autorizzato l'acquisto di azioni proprie di risparmio, nei limiti di legge e per un controvalore complessivo non superiore a 800 milioni di euro, da realizzare in coerenza con gli obiettivi aziendali di riduzione dell’indebitamento. Si è inteso così dotare il Consiglio della possibilità di intervenire sui titoli della Società in relazione a situazioni di mercato contingenti, favorendone la liquidità e l’andamento regolare delle contrattazioni, ovvero anche a esigenze di investimento, nel rispetto sempre della normativa in vigore e delle prassi di mercato ammesse, con facoltà di successivi atti di disposizione. Tale autorizzazione non comporta alcun obbligo di acquisto;
  • ha approvato un piano di incentivazione e retention denominato “Long Term Incentive Plan 2011, riservato a una parte selezionata della dirigenza, al Top Management e al Vertice Esecutivo. Il piano prevede premi diversificati per le diverse categorie di destinatari, parametrati sulla componente fissa della rispettiva retribuzione annua e commisurati al livello di raggiungimento di predeterminati obiettivi di performance nel periodo 2011-2013; a servizio del piano è prevista l’autorizzazione a disporre delle azioni proprie in portafoglio, nonché deleghe ad aumentare il capitale sociale, approvate in sede straordinaria;
  • ha approvato modifiche al Regolamento Assembleare conseguenti alle variazioni intervenute nel contesto normativo di riferimento, e determinate essenzialmente dal recepimento nell’ordinamento nazionale della c.d. Direttiva Shareholders’ Rights.

In sede straordinaria l’Assemblea:

  • ha approvato alcune modifiche dello Statuto, essenzialmente a completamento degli interventi di adeguamento al già citato recepimento della c.d. Direttiva Shareholders’ Rights. Le modifiche approvate in particolare attribuiscono al Consiglio di Amministrazione la facoltà di: (i) convocare l’Assemblea ordinaria e straordinaria in unica convocazione; (ii) convocare l’Assemblea di bilancio entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio; (iii) consentire l’espressione del voto prima dell’Assemblea in via elettronica; (iv) designare per ciascuna Assemblea uno o più rappresentanti cui gli Azionisti possano conferire gratuitamente delega. Si è attribuito inoltre alla competenza dell’Assemblea ordinaria l’autorizzazione delle operazioni con parti correlate di maggiore rilevanza, in presenza di avviso contrario dei consiglieri indipendenti (come da Procedura per l’effettuazione di operazioni con parti correlate già adottata dal Consiglio di Amministrazione del 4 novembre 2010);
  • ha attribuito al Consiglio di Amministrazione le deleghe ad aumentare il capitale sociale – a servizio del Long Term Incentive Plan 2011 – per un importo complessivo massimo di euro 15.500.000, in parte a pagamento e in parte a titolo gratuito mediante assegnazione di utili.

 

> Scarica e visualizza l'allegato del comunicato (file .pdf, 69 KB)

 

Rozzano (MI), 12 aprile 2011