Telecom Italia: Perfezionato accordo per l'incremento della partecipazione in Telecom Argentina

14/10/2010 - 06:26

- + Text size
Stampa

Telecom Italia annuncia che ieri a Buenos Aires è stato formalizzato l'accordo per l'incremento della partecipazione del Gruppo Telecom Italia in Sofora Telecomunicaciones S.A. - holding di controllo di Telecom Argentina - dal 50% al 58% del capitale della società.
 
Le Autorità antitrust e di regolamentazione del settore delle telecomunicazioni argentine, in seguito alle previsioni contenute negli accordi stipulati lo scorso 5 agosto tra Telecom Italia e il partner argentino Werthein e descritti nel Comunicato stampa emesso in pari data, hanno infatti approvato l’operazione che consente a Telecom Italia di acquisire la maggioranza del capitale sociale di Sofora e, conseguentemente, il controllo del gruppo Telecom Argentina.

L’incremento della partecipazione in Sofora non determinerà alcun esborso finanziario per Telecom Italia e consentirà al Gruppo di consolidare linea per linea i risultati di Sofora/Gruppo Telecom Argentina a partire dal IV Trimestre 2010.
In applicazione dei principi contabili IAS/IFRS (IFRS 3 revised), l’operazione determinerà un effetto netto positivo una tantum sul Conto Economico del Bilancio Consolidato del IV Trimestre 2010 di circa 250 milioni di euro per effetto del ricalcolo al Fair Market Value, alla data di acquisizione del controllo, della partecipazione precedentemente detenuta in Sofora. L’operazione non avrà impatti sul Conto economico della Capogruppo.

Si evidenzia che il Gruppo Telecom Argentina ha consuntivato nei primi sei mesi del 2010, ricavi pari a circa 1,3 miliardi di euro e un EBITDA pari a circa 400 milioni di euro (dati non certificati e riclassificati secondo IAS/IFRS. Tasso di cambio ARS/EUR 5,13).

L’indebitamento Finanziario netto delle Società argentine alla data del 30 giugno era pari a circa 120 milioni di euro.
 
L'approvazione da parte delle autorità locali è avvenuta dopo un lungo e approfondito esame del contesto normativo e degli effetti sul mercato della concorrenza, nonché degli impegni assunti dalle parti al fine di garantire la completa separazione tra il Gruppo Telefonica e il Gruppo Telecom Italia in relazione alle attività svolte in Argentina. A questo scopo, sono state convenute delle misure funzionali ad assicurare l’assenza di qualsiasi influenza e partecipazione di Telefonica nei processi decisionali del gruppo Telecom Italia relativamente alle sue controllate argentine nonché alcune restrizioni nelle relazioni commerciali e operative tra i due gruppi quando riferite al mercato argentino.

Le misure più significative riguardano il divieto per Telefonica e i suoi rappresentanti di partecipare e votare negli organi sociali di Telco, di Telecom Italia e delle sue controllate, quando siano trattate materie relative allo svolgimento delle attività di telecomunicazioni nel mercato argentino. Inoltre, Telefonica non potrà designare amministratori o direttori nelle società controllate da Telecom Italia in Argentina.

L’operazione attribuisce a Telecom Italia le piene leve gestionali del gruppo Telecom Argentina anche attraverso la nomina del Presidente e del Chief Executive Officer.
Il Gruppo Werthein assume il compito della verifica dell’adempimento degli accordi relativi a Telecom Argentina attraverso il Comitato indipendente di conformità regolatoria costituito a tale scopo.
Come conseguenza dell’operazione cessano i contratti di call option detenuti da Telecom Italia per l’acquisizione delle azioni di Sofora.


Il Gruppo Telecom Argentina è uno dei  maggiori operatori di telecomunicazioni in Argentina  ed offre servizi di telefonia fissa pubblica, locale, nazionale e di lunga distanza internazionale, telefonia cellulare, internet e trasmissione dati.   
Il Gruppo conduce le proprie attività tramite Telecom Argentina S.A. (telefonia fissa, trasmissione dati ed internet) e le sue controllate: Telecom Personal S.A. (telefonia cellulare) e Núcleo S.A. (telefonia cellulare in Paraguay).
Telecom Argentina S.A. è quotata sulle borse di Buenos Aires (Bloomberg ticker: TECO2) e di New York (Bloomberg ticker: TEO).
Alla data del 30 giugno 2010 il Gruppo poteva contare su circa 15.3 milioni di clienti di servizi mobili,  in aumento di oltre il 13%  rispetto all’anno precedente  e  4.1 milioni circa di clienti di rete fissa. Gli accessi broadband alla data erano circa 1.3 milioni, in crescita del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Roma, 14 ottobre 2010