Telecom Italia: Brasile: trasferito il 38% di Solpart a Techold per 515 milioni usd

05/12/2007 - 20:44

- + Text size
Stampa

BRASILE: TRASFERITO IL 38% DI SOLPART A TECHOLD PER 515 MILIONI USD

PIENA EFFICACIA DELL’ACCORDO TRANSATTIVO, RAGGIUNTO LO SCORSO LUGLIO, PER LA CHIUSURA DEI CONTENZIOSI CON I FONDI PENSIONE BRASILIANI E SOCIETA’ DEL GRUPPO BRASIL TELECOM

PER IL GRUPPO TELECOM ITALIA UN IMPATTO POSITIVO SULL’UTILE NETTO PARI A CIRCA 190 MILIONI DI EURO E UNA RIDUZIONE DELL’INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO PARI A CIRCA 350 MILIONI DI EURO

In data odierna Brasilco S.r.l., società detenuta in trust da Credit Suisse a beneficio esclusivo di Telecom Italia International NV, ha trasferito la propria partecipazione in Solpart Participações S.A. ("Solpart"), pari al 38% del capitale sociale, a Techold Participações S.A. ("Techold"), consocio di Brasilco in Solpart, per un corrispettivo pari a 515 milioni USD.

L'operazione di trasferimento, prevista dagli accordi di cessione sottoscritti in data 18 luglio 2007, tra i fondi pensione brasiliani Previ, Petros e Funcef e la società Techold, da un lato, e Brasilco dall'altro, ha avuto luogo a seguito dell'esercizio, da parte della stessa Techold, del proprio diritto di prelazione ai sensi del vigente patto parasociale di Solpart. Tale operazione ha inoltre ottenuto l’approvazione dell'Autorità per le telecomunicazioni brasiliana (Anatel).

Il perfezionamento dell’operazione ed il contestuale incasso determinano sull’esercizio 2007 una riduzione dell'indebitamento finanziario netto per il Gruppo Telecom Italia pari a circa 350 milioni di euro e un impatto positivo sull’utile netto del Gruppo per circa 190 milioni di euro, considerando anche gli effetti positivi della copertura da rischio cambio.

Contestualmente ha assunto efficacia l'accordo, raggiunto lo stesso 18 luglio scorso, volto alla definizione in via transattiva dei contenziosi e dei procedimenti arbitrali pendenti tra il Gruppo Telecom Italia ed i fondi pensione e le entità da questi partecipate che fanno parte della catena societaria di Brasil Telecom. In base all'accordo transattivo, le parti rinunciano reciprocamente a qualsiasi pretesa, anche futura, connessa alle rispettive partecipazioni in Brasil Telecom o comunque derivante dalla joint venture in Solpart.