Telecom Italia: Riunito il Consiglio di Amministrazione

13/06/2007 - 12:00

- + Text size
Stampa

Telecom Italia: Riunito il Consiglio di Amministrazione

APPROVATO IL FORM 20-F PER L’ANNO 2006

VIA LIBERA AL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI PROGETTO ITALIA S.p.A. IN TELECOM ITALIA S.p.A.

TELECOM ITALIA ENTRA A FAR PARTE DEL NUOVO INDICE “FTSE4GOOD” PER L’INVESTIMENTO AMBIENTALE

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia, riunitosi oggi sotto la presidenza di Pasquale Pistorio, ha approvato l'Annual Report per l’esercizio 2006 (Form 20-F). Il documento viene redatto annualmente ai sensi della disciplina statunitense, essendo Telecom Italia registrata alla US Securities and Exchange Commission (SEC) e i suoi titoli quotati, in forma di American Depositary Receipts, presso la borsa di New York.

Come noto, il Form 20-F, basato sulle informazioni contabili contenute nel bilancio consolidato già pubblicato a marzo (redatto secondo i principi contabili IFRS), si traduce sostanzialmente nella c.d. riconciliazione dei dati di risultato e patrimonio netto con gli US General Accepted Accounting Principles.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre approvato il progetto di fusione per incorporazione in Telecom Italia di Progetto Italia S.p.A., società controllata al 100%, in un’ottica di razionalizzazione e semplificazione societaria di tutte le attività di valorizzazione dell’immagine del Gruppo, dando maggiore e più diretta visibilità a Telecom Italia.

Come previsto dai rispettivi statuti, la fusione (che non comporterà aumento di capitale da parte della società incorporante) sarà decisa dagli organi amministrativi delle due società, nel rispetto delle condizioni e dei termini indicati all’articolo 2505 del codice civile. Si prevede di completare l’operazione entro l’anno.

Telecom Italia infine è entrata a far parte del FTSE4Good Environmental Leaders Europe 40 Index, il nuovo indice della famiglia FTSE4Good, gli indici azionari per l’investimento sostenibile promossi nel 2001 dal Financial Times e dal London Stock Exchange. Fanno parte di questo indice le aziende europee incluse nella serie FTSE4Good Index che hanno ottenuto i migliori risultati in campo ambientale. Le aziende selezionate devono avere politiche e sistemi di gestione ambientali robusti, devono essere trasparenti e dar conto pubblicamente dei loro dati ambientali.
Si tratta di un’ulteriore riprova dell’impegno del Gruppo Telecom Italia per la sostenibilità. Telecom Italia è inclusa altresì nei Dow Jones Sustainability World Indexes (DJSI World) e Dow Jones STOXX Sustainability Indexes (DJSI STOXX), negli indici “pioneer” ed “excellence” di ESI (Ethibel Sustainability Index), nell’indice ASPI (Advanced Sustainable Performance Index), negli indici E.Capital Partners  e in quelli Axia (“Euro Ethical” e “Euro CSR”).
Telecom Italia è inoltre posizionata tra le migliori 100 società del mondo per la qualità della reportistica di sostenibilità nella “The Global Reporters 2006 Survey” condotta dall’agenzia specializzata SustainAbility in collaborazione con l’UNEP (United Nation Environmental Program) e l’agenzia di rating Standard & Poor’s.

Milano, 13 giugno 2007