Telecom Italia: circa 400 milioni di euro da ordini per 2,5 milioni di terminali innovativi

30/05/2006 - 12:00

- + Text size
Stampa

Alla convention dei dealer a Barcellona, al termine della presentazione delle nuove offerte convergenti e dei relativi apparati, sono stati ordinati oltre 2,5 milioni di terminali innovativi, tra i quali “UNICO” il primo telefono fisso-mobile europeo che sarà sul mercato a partire da luglio

 

Telecom Italia lancia, per prima in Europa, “UNICO”, e presenta a Barcellona le nuove offerte convergenti al via dall’estate, raccogliendo ordini per 2,5 milioni di terminali innovativi con un controvalore di circa 400 milioni di euro.

“UNICO” è il telefono fisso-mobile in tecnologia UMA che in casa funziona come un cordless multimediale utilizzando la rete IP e all’esterno diventa un telefonino GSM. “UNICO” è una delle nuove offerte convergenti che integrano le tecnologie più innovative (voce, Internet e Mobile TV) e che Telecom Italia renderà disponibili a partire da giugno.

Oltre a “UNICO”, arriva “TIM TV”, la TV digitale sul telefonino, con un palinsesto che comprende inizialmente Canale 5, Italia 1, Retequattro, La7 e MTV e si arricchirà successivamente di nuovi contenuti.

Insieme alla TV sul telefonino, sempre a giugno TIM lancerà anche l’UMTS superveloce che, grazie alla tecnologia HSDPA, permetterà di navigare in internet e di scaricare video, musica e immagini in tempi ridottissimi.


“UNICO”: il nuovo telefono fisso-mobile di Telecom Italia
Con 15 euro al mese e la disponibilità di una linea ADSL, “UNICO” permette di chiamare da casa senza costi aggiuntivi tutti i telefoni fissi e i telefonini TIM; all’esterno, con “UNICO” si chiamano a costo 0 due numeri TIM e un numero fisso. In questo modo il cliente usufruisce sempre della massima convenienza tariffaria, mantenendo separate però le fatturazioni della spesa tra Telecom Italia e TIM. Con “UNICO”, inoltre, è possibile ricevere ed inviare email ovunque ci si trovi. Il primo modello, sul mercato a luglio, sarà il Samsung SGH P200.

“TIM TV”: al via la TV digitale mobile di TIM; da settembre le partite del Campionato di calcio di Serie A TIM e la Champions League
Parte da giugno in promozione gratuita per tutta l’estate “TIM TV”, la televisione digitale mobile in tecnologia DVB-H, con un palinsesto che comprende inizialmente  Canale 5, Italia 1, Retequattro, La7 e MTV e si arricchirà in seguito di nuovi contenuti. Da settembre, inoltre, saranno disponibili le partite del Campionato di calcio di Serie A TIM e la Champions League. “TIM TV” si potrà vedere con un conveniente abbonamento mensile a partire dall’autunno.

Il primo terminale per la TV digitale mobile è il Samsung SGH P920: già equipaggiato con una SIM Card per ricevere e decodificare il segnale televisivo digitale, supporta anche la rete UMTS, ha uno schermo orientabile per una visione migliore della TV ed è dotato delle funzioni multimediali più avanzate (telecamera a 1,3 megapixel, riproduttore musicale mp3, registratore, riproduttore video e tecnologia bluetooth).

La copertura iniziale del segnale DVB-H comprende le principali città italiane, fra cui Milano e la Lombardia, Torino e Roma, e arriverà entro il 2006 a coprire una percentuale della popolazione tra il 70 e il 75%. Come già comunicato, Telecom Italia prevede di raggiungere con il lancio dei servizi televisivi in DVB-H almeno 1 milione di clienti entro il 2008.

Super UMTS: la banda larga arriva sul telefonino con velocità fino a 3 Megabit
Dall’estate l’UMTS diventa superveloce: viaggiando a 1,8 Megabit al secondo, con i nuovi telefonini sarà possibile “navigare” in internet e scaricare video, immagini e musica in tempi ridottissimi. Per vedere un’azione di un match di calcio, ad esempio, ci vorranno solo pochi secondi. Dal portale TIM, inoltre, si potrà accedere ai principali contenuti di Rosso Alice (notizie, sport, musica, cinema e reality TV) con un solo “gettone d’ingresso” di 20 centesimi di euro (Iva inclusa). Il Super UMTS, basato su tecnologia HSDPA (High Speed Downlink Packet Access), coprirà entro l’estate le principali città italiane e le località turistiche, con l’obiettivo di raggiungere entro l’anno il 48% della popolazione. Entro il 2006, inoltre, la velocità di rete si prevede aumenterà ulteriormente passando da 1,8 a 3 Megabit al secondo.
 

 

Milano, 30 maggio 2006