Telecom Italia: Il CdA approva i dati del Gruppo del primo trimestre 2005 secondo i principi contabili IAS/IFRS

09/05/2005 - 12:00

- + Text size
Stampa

Ricavi di Gruppo pari a 7.104 milioni di euro, in crescita del 4,4% rispetto al primo trimestre 2004; +4,7% crescita organica

Utile netto consolidato pari a 656 milioni di euro + 10,3% rispetto al primo trimestre 2004

Nel primo trimestre dell’anno ridotto di oltre 3 miliardi il livello d’indebitamento raggiunto per effetto dell’OPA su TIM

Wireline: ricavi pari a 4.350 milioni di euro in crescita del 1,3% rispetto al primo trimestre 2004; +1,6%crescita organica

Ad aprile oltre 5 milioni di accessi Broadband di cui 4.435.000 in Italia

 

GRUPPO TELECOM ITALIA

RICAVI: 7.104 MILIONI DI EURO IN CRESCITA DEL 4,4% RISPETTO AL PRIMO TRIMESTRE 2004; +4,7% CRESCITA ORGANICA

EBITDA: 3.302 MILIONI DI EURO IN CRESCITA DEL 3,8% RISPETTO AL PRIMO TRIMESTRE 2004; +4,3% CRESCITA ORGANICA

EBIT: 2.038 MILIONI DI EURO IN LINEA CON IL PRIMO TRIMESTRE 2004 (2.049 MILIONI DI EURO); +0,9% CRESCITA ORGANICA

UTILE NETTO: 656 MILIONI DI EURO IN CRESCITA DEL 10,3% RISPETTO AL PRIMO TRIMESTRE 2004

INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO AL 31 MARZO 2005 PARI A 43.502 MILIONI DI EURO, GIÀ RIDOTTO DI OLTRE 3 MILIARDI IL LIVELLO RAGGIUNTO PER EFFETTO DELL’OPA SU TIM

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia, riunito oggi sotto la presidenza di Marco Tronchetti Provera, ha approvato la relazione trimestrale del Gruppo al 31 marzo 2005.

GRUPPO TELECOM ITALIA

I risultati economico finanziari del Gruppo Telecom Italia del primo trimestre 2005 e dei relativi periodi di confronto sono stati redatti secondo i principi contabili IAS/IFRS. I dati dei periodi posti a confronto sono stati rielaborati tenendo conto delle attività cedute o in fase di dismissione: Gruppo Entel Chile, Gruppo Finsiel, Digitel Venezuela e TIM Hellas. Inoltre nel primo trimestre 2005 sono uscite dal perimetro di consolidamento Databank,  Televoice, Innovis e Cell-Tel.


I ricavi del primo trimestre 2005 ammontano a 7.104 milioni di euro e registrano un incremento del 4,4% rispetto al primo trimestre del 2004 (6.806 milioni di euro). Escludendo l’effetto positivo della variazione dei cambi e l’effetto negativo della variazione del perimetro di consolidamento, la crescita organica risulta pari al 4,7% (+316 milioni di euro). A tale crescita hanno contribuito la BU Mobile, grazie al positivo apporto delle attività in Brasile e al buon andamento dei servizi a valore aggiunto sul mercato domestico, e la BU Wireline, grazie al successo delle azioni di sviluppo del mercato Broadband in Italia e nel resto d’Europa.

EBITDA (Risultato operativo ante ammortamenti, plusvalenze/minusvalenze e ripristini/svalutazioni di attività non correnti),  pari a 3.302 milioni di euro, registra un incremento del 3,8% rispetto al primo trimestre 2004 (3.182 milioni di euro). Escludendo gli elementi eccezionali, l’effetto delle variazioni di cambio e di perimetro di consolidamento la crescita organica risulta pari al 4,3% (+138 milioni di euro). L’incidenza sui ricavi è pari al 46,5% (46,8% nel primo trimestre 2004).

EBIT (risultato operativo)  pari a 2.038 milioni di euro (2.049 nel primo trimestre 2004). Escludendo gli elementi eccezionali, l’effetto delle variazioni di cambio e di perimetro di consolidamento la crescita organica è pari allo 0,9% (+19 milioni di euro). Il risultato risente della crescita del livello di ammortamenti generati dagli investimenti effettuati nel corso dell’esercizio precedente. L’incidenza sui ricavi nel primo trimestre 2005 è pari al 28,7% (30,1% nel primo trimestre 2004).

L’utile netto consolidato è pari a 656 milioni di euro (827 milioni di euro prima della quota di spettanza dei Terzi) in crescita del 10,3% rispetto al primo trimestre 2004 (595 milioni di euro, 851 milioni di euro prima della quota di spettanza dei Terzi).

Gli investimenti industriali, pari a 918 milioni di euro, crescono di 110 milioni di euro  rispetto al primo trimestre 2004. Gli investimenti complessivi sono pari a 14.789 milioni di euro, di cui 13.832 milioni di euro connessi al progetto di integrazione tra Telecom Italia e TIM.

L’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2005 è pari a 43.502 milioni di euro, (32.862 milioni di euro a fine 2004). L’incremento dell’indebitamento, dovuto all’esborso sostenuto da Telecom Italia per l’acquisto delle azioni TIM, ordinarie e risparmio, portate in adesione all’OPA (13.832 milioni di euro), si è già ridotto nei primi tre mesi del 2005 di oltre 3 miliardi di euro grazie alla parziale conversione del prestito obbligazionario 2001/2010 e all’esercizio di stock options (-1.760 milioni di euro), alla cessione delle partecipazioni non strategiche Entel Chile e C-Mobil (-1.093 milioni di euro) e al flusso netto generato dalla gestione del periodo (-1.296 milioni di euro).

Il personale del Gruppo al 31 marzo 2005 è pari a 87.180 (80.868 unità escludendo le attività cedute o in corso di cessione). Al 31 marzo 2004 il personale del Gruppo era pari a 93.041 (82.021 escludendo le attività cedute o in corso di cessione).


I RISULTATI DELLE BUSINESS UNIT

I dati relativi al primo trimestre 2005 di TIM e Telecom Italia Media sono stati riportati nei comunicati stampa diramati rispettivamente il 5 e il 6 maggio scorso, a valle dei Consigli di Amministrazione che li hanno approvati. L’attività operativa IT Gruppo non è più dettagliata, in quanto integrata in parte nella business unit Wireline ed in parte nelle Altre Attività, a seguito della fusione di IT Telecom in Telecom Italia, avvenuta a fine 2004.

 

WIRELINE

La business unit Wireline comprende le attività Internet, a seguito della cessione delle stesse nel corso del 2005 da TIMedia a Telecom Italia

I ricavi, pari ad 4.350 milioni di euro, registrano un incremento dell’1,3% rispetto al primo trimestre 2004 (4.294 milioni di euro); la crescita organica, a parità di area di consolidamento ed escludendo l’effetto cambio, è pari all’1,6% (+68 milioni di euro).
Tale incremento è dovuto al successo delle azioni di sviluppo del mercato BroadBand e dei servizi e prodotti innovativi unitamente alla difesa del mercato core della Fonia e allo sviluppo del Progetto BroadBand Europeo.

Il comparto core della fonia si riduce progressivamente sempre di meno, grazie a VAS e terminali innovativi che compensano la riduzione su traffico voce e accessi tradizionali. Il portafoglio delle offerte VAS Tutto 4 Star e Chat SMS ha raggiunto al mese di aprile 2005 la consistenza di 2.339.000 unità mentre il portafoglio dei Terminali Innovativi (Aladino e Videotelefono) ha raggiunto sempre ad aprile 2005 la quota di 2.169.000 unità.

I ricavi del comparto Internet, pari a 295 milioni di euro, crescono del 19,9% rispetto al primo trimestre del 2004 grazie alla crescita sostenuta dei ricavi ADSL (+84 milioni di euro e +66,1% rispetto al primo trimestre dello scorso anno).

Il portafoglio complessivo dei clienti BroadBand di Wireline ha raggiunto al 30 aprile 2005 5.003.000 clienti di cui 4.435.000 accessi in Italia (+425.000 rispetto a fine 2004) e 568.000 nel resto d’Europa (+148.000 rispetto a fine 2004).

I ricavi del comparto Data Business, pari a 475 milioni di euro, presentano complessivamente una crescita del 6,7% rispetto al primo trimestre 2004. Tale crescita è guidata in particolare dal forte sviluppo dei VAS Dati (Web Services e Outsourcing) che hanno fatto segnare un incremento di 41 milioni di euro (+62,1%) rispetto al primo trimestre 2004 e dei servizi di trasmissione dati innovativa, prevalentemente veicolati su tecnologie XDSL, cresciuti del 21,4%.

In forte aumento i ricavi del Progetto BroadBand Europeo (Francia, Germania e Olanda), pari a 91 milioni di euro (+74,4% rispetto al primo trimestre 2004), in particolare grazie alla crescita del portafoglio complessivo dei clienti di Wireline che ha raggiunto 763.000 unità al 30 aprile 2005.
 
EBITDA (Risultato operativo ante ammortamenti, plusvalenze/minusvalenze e ripristini/svalutazioni di attività non correnti), pari a 1.993 milioni di euro, registra una crescita del 3,0% rispetto al primo trimestre 2004 (1.935 milioni di euro) raggiungendo un’incidenza sui ricavi del 45,8% (45,1% nel primo trimestre 2004). La crescita organica,  è pari al 3,0%.

EBIT (Risultato operativo), pari a 1.276 milioni di euro, in crescita del 2,3% rispetto al primo trimestre 2004 (1.247 milioni di euro) raggiungendo un’incidenza sui ricavi del 29,3% (29,1% nel primo trimestre 2004). La crescita organica è pari al 2,3%.

Gli investimenti industriali, pari a 657 milioni di euro, crescono di 96 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2004. Tale crescita è principalmente riconducibile ad investimenti in tecnologie innovative e nei progetti europei.

OLIVETTI

I ricavi ammontano a 108 milioni di euro e registrano una riduzione di 31 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2004; escludendo l’effetto della variazione dei cambi e del perimetro di consolidamento (in particolare riferito alla cessazione delle attività in USA,  Messico e di Innovis SpA) , la crescita organica è negativa per 20 milioni di euro.

EBITDA (Risultato operativo ante ammortamenti, plusvalenze/minusvalenze e ripristini/svalutazioni di attività non correnti), ,positivo per 4 milioni di euro, (8 milioni di euro nel primo trimestre 2004) ed , EBIT (risultato operativo) in pareggio (4 milioni di euro nel primo trimestre 2004). Le variazioni organiche per entrambi i margini risultano negative per 7 milioni di euro, per effetto dei costi legati allo sviluppo di nuovi prodotti della Divisione Office.

Gli investimenti industriali pari a 4 milioni di euro, sono invariati rispetto al primo trimestre 2004.

Il personale al 31 Marzo 2005 è costituito da 1.755 unità. La riduzione di 353 unità rispetto al 31 Dicembre 2004 è sostanzialmente attribuibile all’uscita dal perimetro di consolidamento delle società Innovis S.p.A. (222 unità) e Cell-Tel S.p.A. (112 unità).

§

Il Consiglio d'Amministrazione, inoltre, ha approvato oggi l'Annual Report 2004 (Form 20-F), il documento redatto ai sensi della disciplina statunitense poichè Telecom Italia è quotata anche presso la borsa di New York.
§

I risultati del primo trimestre 2005 verranno illustrati alla comunità finanziaria durante una conference call che si svolgerà domani, martedì 10 maggio, a partire dalle ore 16.45.
I giornalisti potranno seguire telefonicamente lo svolgimento della presentazione, senza facoltà di effettuare domande, collegandosi al numero: +39 06 33168. Per coloro che non potranno collegarsi in diretta sarà possibile riascoltare la presentazione, collegandosi al numero: +39 06 334843 (codice di accesso 77271#).

Milano, 9 maggio 2005

 
  Allegati:  
  Conto Economico (56 KB)  
  Stato Patrimoniale (52 KB)  
  Indebitamento Finanziario Netto (43 KB)  
  Rendiconto Finanziario (52 KB)