Telecom Italia: con acquisto Liberty Surf si rafforza per portare la Banda Larga in oltre 100 città francesi

14/04/2005 - 12:00

- + Text size
Stampa

• 1 milione di clienti in portafoglio, di cui il 40% broadband


• Le 100 città saranno raggiunte dal servizio in unbundling per un totale di 15,5 milioni di linee (46% della copertura totale)


• Previsti 350 milioni di euro di investimenti in infrastrutture di rete nel triennio 2005-2007


L’Amministratore Delegato di Telecom Italia, Riccardo Ruggiero, ha illustrato oggi il piano di sviluppo delle attività francesi che fanno capo al Gruppo Telecom Italia.

I numeri della nuova realtà

In considerazione degli elevati tassi di sviluppo del mercato delle telecomunicazioni francese, dove si stima che gli accessi ADSL potrebbero superare quota 10 milioni entro il 2007, Telecom Italia, con l’acquisizione di Liberty Surf, ha scelto di consolidare la propria presenza e accelerare la propria crescita diventando uno dei principali operatori di telecomunicazioni del paese (quarto operatore broadband con una quota di mercato del 7% e terzo narrowband), con ricavi complessivi 2004 stimati in 265 milioni di euro, circa un milione di clienti (di cui il 40% a banda larga), una rete di telecomunicazioni estesa su tutto il territorio ed un network integrato di vendita multicanale.

Liberty Surf apporta al Gruppo l’esperienza di un player protagonista nel mercato francese dell’accesso a Internet e dei servizi a valore aggiunto, con 792.000 clienti nel 2004 (di cui 344.000 ADSL e 448.000 dial up), una rete commerciale articolata con 500 punti vendita e consolidate competenze di customer care. A ciò si aggiunge un’infrastruttura di rete basata sull’unbundling del local loop che si estende sul territorio nazionale con 146 centrali (15% circa della copertura totale) nelle 10 città più importanti del paese.

Tale infrastruttura si affianca a quella già sviluppata da Telecom Italia France, che dispone di un backbone in fibra ottica di 4.000 chilometri con 211 centrali in unbundling in 8 città, per un totale di 7,5 milioni di linee che corrispondono a circa il 22% della copertura totale (attualmente pari a circa 33,6 milioni di linee – fonte IDC).

Il portafoglio clienti di Telecom Italia France, in poco più di un anno di attività, è passato da 45.000 unità a 205.000 a fine marzo 2005 grazie all’offerta del servizio Alice e alla commercializzazione di terminali altamente innovativi come il “Telefono di Alice”.

Tenendo conto degli asset di Liberty Surf e di Telecom Italia France, la nuova realtà potrà disporre di un’avanzata infrastruttura di rete IP diffusa capillarmente su tutto il paese.
Inoltre, il servizio in unbundling verrà esteso a circa 650 centrali in oltre 100 città raggiungendo circa 15,5 milioni di linee pari a circa il 46% della copertura totale del mercato francese.

L’integrazione tecnica e commerciale degli asset delle due società permetterà di arricchire con nuovi servizi ad alto valore aggiunto (come IPTV e VoIP) il portafoglio di offerta broadband di accesso ad Internet. Al contempo saranno potenziate le strutture di vendita e le attività di customer care e si procederà all’unificazione dei sistemi informativi, dei call center e dei portali di Liberty Surf e Alice. Verranno mantenute le attuali sedi operative a Marsiglia, Amiens e Bordeaux e gli organici non subiranno riduzioni.

Gli investimenti programmati nel triennio 2005-2007 per il potenziamento delle infrastrutture di rete e dei sistemi informativi ammontano a circa 350 milioni di euro. Tale importo rientra nel piano di investimenti di Telecom Italia Wireline per i progetti broadband europei (circa 800 milioni di euro nel periodo in questione). Si prevedono, inoltre, circa 150 milioni di euro di costi per lo sviluppo di attività di marketing e di comunicazione.

Telecom Italia è già leader in Europa nel mercato a banda larga; con l’acquisizione di Liberty Surf il numero degli accessi broadband sale complessivamente a circa 5,2 milioni.
 

 

Parigi, 14 Aprile 2005