Telecom Italia: pieno successo per il prestito obbligazionario, l'importo sale a 2,5 miliardi di euro

24/01/2002 - 12:00

- + Text size
Stampa

Da non distribuire negli Stati Uniti d´America

Questo comunicato stampa non costituisce un´offerta di vendita delle Euro Market Notes negli Stati Uniti d´America. Le Euro Market Notes non potranno essere vendute negli Stati Uniti d´America in assenza di registrazione o esenzione dalla registrazione stessa, come previsto dallo U.S. Securities Act del 1933. Telecom Italia non intende registrare nessuna parte dell´offerta Euro Market Notes negli Stati Uniti d´America o effettuare un´offerta pubblica delle stesse negli Stati Uniti d´America.

Telecom Italia rende noto che il prestito obbligazionario annunciato lo scorso 22 gennaio per un importo iniziale di 1,5 miliardi di euro, nell´ambito del "Global Note Program" del Gruppo, ha riscontrato pieno successo sui mercati internazionali. L´elevata richiesta di sottoscrizione manifestata ha infatti permesso di aumentarne l´importo alla cifra di 2,5 miliardi di euro.

L´operazione, che è la prima emissione obbligazionaria pubblica del 2002 conclusa sui mercati europei da un primario operatore telefonico, ha suscitato un´ampia gamma di domanda istituzionale, superiore di oltre tre volte l´ammontare inizialmente offerto. Il collocamento, che ha registrato un´equa ripartizione sui diversi mercati europei, ha interessato in prevalenza investitori istituzionali non bancari.

Il livello di rendimento ottenuto, che presenta margini più contenuti rispetto alle emissioni effettuate da Telecom Italia nel 2001, è un buon indicatore del miglioramento in atto del merito di credito della Società, a seguito delle prime operazioni avviate dal nuovo management.

L´interesse manifestato da parte di investitori istituzionali ha consentito al contempo di ridurre i margini inizialmente offerti sulle due tranches, fissando un rendimento complessivo di 100 punti base sopra i tassi swap per la tranche a 5 anni e di 125 punti base per la tranche a 10 anni. Non sono previste clausole di "step-up" nelle cedole.

Queste le caratteristiche dell´emissione:

I Tranche
Importo: 1,25 miliardi di euro
Data di regolamento: 1 febbraio 2002
Scadenza: 1 febbraio 2007
Cedola: 5,625%
Prezzo di emissione: 99,841
Prezzo di rimborso: 100
Margine su mid swap: 100 pb
Quotazione: Lussemburgo

II Tranche
Importo: 1,25 miliardi di euro
Data di regolamento: 1 febbraio 2002
Scadenza: 1 febbraio 2012
Cedola: 6,25%
Prezzo di emissione: 98,952
Prezzo di rimborso: 100
Margine su mid swap: 125 pb
Quotazione: Lussemburgo

L´ammontare riveniente dall´emissione verrà utilizzato per rimborsare debito a breve termine di Telecom Italia, senza quindi alterare le dimensioni complessive dell´indebitamento di Gruppo, e allungandone la vita media.

JPMorgan Securities Ltd., Lehman Brothers International (Europe), Mediobanca - Banca di Credito Finanziario S.p.A e Merrill Lynch International hanno svolto il ruolo di joint lead managers e joint bookrunners dell´operazione.