Riduzione di capitale mediante annullamento di azioni ordinarie

30/04/2014 - 17:00

- + Text size
Stampa


In esecuzione delle deliberazioni assunte dall’Assemblea degli Azionisti di Telecom Italia Media S.p.A. (di seguito “TI Media” o la “Società”) in data 10 aprile 2014 (depositate per l’iscrizione al Registro Imprese di Roma in data 24 aprile 2014) inerenti, ai sensi dell’articolo 2446 del codice civile, alla copertura integrale della perdita complessiva di Euro 196.648.710,41 mediante riduzione del capitale sociale da Euro 212.188.324,10 ad Euro 15.902.323,62 (importo così rettificato nell’esercizio del mandato conferito dall’Assemblea), si comunica che in data 5 maggio 2014 - previo contestuale riporto a nuovo di perdite per Euro 362.709,93 e annullamento di n. 2 (due) azioni ordinarie detenute dalla controllante Telecom Italia S.p.A., entrambe funzionali a consentire la quadratura dell’operazione - sarà effettuata l’operazione di annullamento di complessive numero 1.343.009.473 azioni ordinarie, prive di indicazione del valore nominale, nel rapporto di n. 13 (tredici) azioni ordinarie annullate ogni n. 14 (quattordici) azioni ordinarie in circolazione, cedola n. 2 (codice ISIN IT0004600364).

Operativamente si procederà all’annullamento delle azioni ordinarie codice ISIN IT0004600364, godimento regolare, cedola n. 2 costituenti l’attuale capitale sociale di categoria e all’attribuzione di nuove azioni ordinarie, prive di indicazione del valore nominale, codice ISIN IT0005022170, godimento regolare, cedola n. 1, nel rapporto di 1 nuova azione ordinaria ogni 14 in circolazione ante annullamento.

Conseguentemente, post annullamento il capitale sociale di TI Media sarà pari a Euro 15.902.323,62, complessivamente suddiviso in n. 108.805.372 azioni, di cui n. 103.308.421 azioni ordinarie (codice ISIN IT0005022170, cedola n. 1) e n. 5.496.951 azioni di risparmio (codice ISIN IT0004600372, cedola n. 2), tutte prive di valore nominale.

L’operazione di annullamento potrà essere effettuata esclusivamente presso Monte Titoli S.p.A. da parte degli intermediari autorizzati, secondo le disposizioni che gli stessi riceveranno da ciascun Azionista titolare di un deposito titoli presso di essi, e senza alcun onere per il Socio. Al fine di facilitare l’operazione di annullamento, TI Media ha incaricato BNP Paribas Securities Services di adoperarsi per acquistare e vendere, a richiesta di ciascun intermediario, le quantità frazionarie minime necessarie, al fine di consentire agli Azionisti il possesso di un numero intero di azioni ordinarie post annullamento. Tali frazioni potranno essere trattate dal 5 maggio 2014 al 16 maggio 2014 in base al prezzo ufficiale delle azioni ordinarie TI Media del giorno di borsa aperta precedente quello di effettuazione dell’operazione di annullamento (e pertanto in base al prezzo ufficiale del 2 maggio 2014). Nessuna spesa sarà posta a carico dell’Azionista per oneri accessori inerenti alle suddette compravendite.

Per quanto riguarda i possessori di azioni ordinarie non ancora dematerializzate, si segnala che l’operazione di annullamento potrà essere effettuata esclusivamente previa consegna fisica dei certificati azionari ad un intermediario autorizzato per la loro immissione nel sistema di gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A. in regime di dematerializzazione. Pertanto, a tal fine, i possessori di azioni ordinarie non ancora dematerializzate sono invitati a presentare quanto prima i certificati azionari presso un intermediario autorizzato.

Roma, 30 aprile 2014