Telecom Italia Media: approvate dal Consiglio di Amministrazione la relazione sulla gestione del Gruppo al 30 giugno 2008 e le linee guida strategiche del prossimo triennio

07/08/2008 - 12:00

- + Text size
Stampa

Nel presente comunicato sono utilizzati alcuni indicatori alternativi di performance non previsti dai principi contabili IFRS (EBITDA, Indebitamento Finanziario Netto) il cui significato e contenuto sono illustrati in allegato.


RICAVI: 148,3 milioni di euro; +18,6% (125,0 milioni di euro nel primo semestre 2007)

Free to Air: 81,4 milioni di euro; -5,2%

Multimedialità: 16,6 milioni di euro; +25,8%

Digitale Terrestre: 46,1 milioni di euro; +110,5% (principalmente grazie al trading dei diritti sul calcio)

APCOM: 4,8 milioni di euro; +2,1%

EBITDA: -35,2 milioni di euro (-20,8 milioni di euro nel primo semestre 2007)

EBIT: -69,1 milioni di euro (-51,6 milioni di euro nel primo semestre 2007)

RISULTATO NETTO: -55,4 milioni di euro (-42,2 milioni di euro nel primo semestre 2007)

INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO: 245,4 milioni di euro (215,8 milioni di euro al 31 dicembre 2007); + 13,8%

§§§


Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Media, riunito oggi sotto la presidenza di Berardino Libonati, ha esaminato e approvato la relazione sulla gestione del Gruppo al 30 giugno 2008 e le linee guida strategiche del prossimo triennio.

I ricavi consolidati del Gruppo nel primo semestre 2008 ammontano a 148,3 milioni di euro  e registrano una crescita di 23,3 milioni di euro, pari al 18,6% (125,0 milioni di euro nel primo semestre 2007). L’incremento è dovuto al Digitale Terrestre (+24,2 milioni di euro) – principalmente grazie alla vendita dei diritti del calcio a Mediaset e TIM – e alla Multimedialità (+3,4 milioni di euro), mentre si sono ridotti i ricavi del settore Television Free to Air (-4,5 milioni di euro) a causa della raccolta pubblicitaria lorda che è diminuita dell’1,2% su La7 e del 12,5% su MTV.

L’EBITDA è pari a -35,2 milioni di euro, in peggioramento di 14,4 milioni di euro (-20,8 milioni di euro nel primo semestre 2007). Tale risultato è stato influenzato principalmente dalla redditività negativa della Television Free to Air che ha scontato, in aggiunta alla riduzione dei ricavi pubblicitari, una crescita dei costi del palinsesto per la nuova programmazione delle due emittenti La7 ed MTV. Sulla riduzione del margine incide, inoltre, il peso crescente dei costi per l’acquisizione dei diritti del calcio per il digitale terrestre, ancorché parzialmente compensato dall’aumento dei ricavi.

L’EBIT, dopo gli ammortamenti del periodo, è pari a -69,1 milioni di euro e peggiora di 17,5 milioni di euro (-51,6 milioni di euro nel primo semestre 2007). Sui maggiori ammortamenti del primo semestre 2008, pari a 33,9 milioni di euro, incidono in particolare 12,4 milioni relativi all’acquisto per i diritti televisivi e 15,3 milioni relativi alle infrastrutture digitali di rete.

Il risultato netto di competenza della Capogruppo è pari a -55,4 milioni di euro (-42,2 milioni di euro nel primo semestre 2007).

La posizione finanziaria netta è pari a 245,4 milioni di euro e peggiora di 29,6 milioni di euro, rispetto al 31 dicembre 2007 (215,8 milioni di euro). La variazione è principalmente attribuibile agli investimenti industriali del periodo (27,3 milioni di euro), in particolare per l’acquisto dei diritti televisivi, nonché al fabbisogno per la gestione corrente del semestre di 58,0 milioni di euro, parzialmente compensati dall’incasso del credito per il consolidato fiscale pari a 55,7 milioni di euro.

Risultati dei Settori di Attività

Television Free to Air

I ricavi del settore di business Free to Air del primo semestre 2008 sono pari a 81,4 milioni di euro, in diminuzione di 4,5 milioni di euro (-5,2%) rispetto al corrispondente periodo del 2007. L’EBITDA è pertanto pari a -21,1 milioni di euro, in peggioramento di 12,1 milioni di euro rispetto al primo semestre 2007 e l’EBIT risulta pari a -38,5 milioni di euro, con una riduzione di 13,5 milioni di euro rispetto al primo semestre 2007 (-25,0 milioni di euro).

In particolare:

LA7

I ricavi de La7, pari a 51,2 milioni di euro, registrano una diminuzione del 4,1% rispetto ai 53,4 milioni di euro del primo semestre 2007, per effetto sia della contrazione della raccolta pubblicitaria lorda dell’1,2%, rispetto al 2007, sia dei minori ricavi relativi alla cessione dei diritti televisivi che avevano caratterizzato il primo semestre dell’esercizio precedente con la vendita dei diritti dell’America’s Cup. Il primo semestre 2007 fu caratterizzato da una crescita record della raccolta pubblicitaria (+15%), in forte controtendenza rispetto all’andamento del mercato. L’EBITDA è pari -22,3 milioni di euro in flessione di 7,6 milioni rispetto al primo semestre 2007 (-14,7 milioni di euro). Il risultato risente dei maggiori costi del palinsesto, in particolare di quelli dell’entertainment sostenuti nella prima parte dell’anno. L’EBIT è pari a -37,0 milioni di euro (in peggioramento di 9,1 milioni di euro rispetto al primo semestre 2007).

Nel mese di giugno 2008, l’Audience de LA7 raggiunge il miglior risultato di sempre dalla sua nascita e si attesta al 3,2% chiudendo il primo semestre al 3,1%, in un contesto che continua ad essere caratterizzato dalla perdita di ascolto delle TV generaliste. Il merito di questo aumento è in gran parte dovuto al Prime Time, che è migliorato del 20%.

MTV

I ricavi di MTV sono pari a 35,7 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto ai 35,5 milioni di euro del primo semestre 2007. Sul semestre ha inciso il negativo andamento della raccolta pubblicitaria lorda (-12,5%, di cui nazionale -9,7% ed internazionale -44,9%), compensato dal maggior fatturato per eventi e produzioni (+4,6 milioni di euro). La riduzione della raccolta pubblicitaria lorda nazionale risente dei minori investimenti di TIM, che ha deciso di concentrarli nella seconda metà dell’esercizio contestualmente al lancio dell’offerta dell’MTV Mobile. L’EBITDA è pari a 1,1 milioni di euro (-4,5 milioni di euro rispetto al primo semestre 2007) e l’EBIT è pari a -1,5 milioni di euro (-4,4 milioni di euro rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente). Sui margini ha inciso il calo della raccolta pubblicitaria ed i maggiori costi del palinsesto, rispetto al 2007, concentrati prevalentemente nella prima parte dell’anno.

Multimedialità

Il primo semestre 2008 evidenzia per le attività multimediali un andamento positivo con ricavi per 16,6 milioni di euro, in aumento del 25,8% (13,2 milioni di euro nel primo semestre 2007). A tale risultato ha contribuito principalmente l’andamento dell‘attività del Content Competence Center che ha registrato ricavi per 3,7 milioni di euro (1,1 milioni nel 2007, in quanto l’attività fu avviata nel mese di aprile). In crescita anche i ricavi dei Canali Satellitari su SKY ( Nickelodeon, Comedy Central ed i canali musicali di MTV) in parte compensati da una flessione delle attività Interactive. Positivo l’andamento dell’EBITDA che è pari a 6,1 milioni di euro, rispetto ai 4,5 milioni del primo semestre 2007, e dell’EBIT che è pari a 5,3 milioni di euro, rispetto ai 3,9 milioni di euro nel primo semestre 2007.

Television DTT

I ricavi del primo semestre 2008 sono pari a 46,1 milioni di euro e registrano una forte crescita pari al +110,5% (21,9 milioni di euro nel primo semestre 2007). Tale andamento è riconducibile alla crescita dei ricavi della “pay per view”, principalmente dovuta alla già citata vendita dei diritti del calcio a Mediaset e TIM e allo sviluppo dell’offerta commerciale “LA7 Cartapiù”, nonché all’incremento dei ricavi da affitto di banda a terzi da parte dell’Operatore di rete.
La redditività si è ridotta sia in termini di EBITDA (-9,1 milioni di euro rispetto a -7,9 milioni di euro nel primo semestre 2007, che di EBIT (-24,7 milioni di euro rispetto a -22,0 milioni di euro nel primo semestre 2007), a causa del peso crescente nel periodo dei costi per l’acquisizione dei diritti del calcio sull’attività “pay per view” e per lo sviluppo delle reti digitali da parte dell’operatore di rete.

News

TM News, che opera attraverso l’agenzia di stampa APCOM, ha realizzato nel corso del primo semestre 2008 ricavi pari a 4,8 milioni di euro con una crescita del 2,1% rispetto al 2007, Ebitda di -4,6 milioni di euro, rispetto a -3,0 milioni di euro del primo semestre del 2007, ed EBIT di -4,8 milioni di euro, rispetto a -3,2 milioni di euro del primo semestre 2007. Il peggioramento dei margini è prevalentemente attribuibile agli oneri per esodi di personale correlati al nuovo assetto organizzativo.

§§§

Evoluzione della Gestione e Linee Guida Strategiche 2009-11

In un contesto di mercato caratterizzato da una crescita minore, da come atteso, degli investimenti pubblicitari e da una più accentuata pressione competitiva, il Gruppo ha già avviato a partire dal mese di maggio 2008 azioni al fine di contenere un ulteriore calo di redditività ed invertire il trend negativo registrato nei primi mesi del primo semestre dell’anno.

In particolare il Gruppo ha allargato a partire dal mese di settembre 2008 il bacino pubblicitario, nonché ha attuato un’incisiva azione sui costi mediante la riorganizzazione della struttura operativa e la revisione del palinsesto autunnale dei canali analogici La7 ed MTV, mantenendo peraltro uno standard di qualità elevato delle reti.

Sulla base di tali premesse, il Gruppo Telecom Italia Media prevede che le perdite del secondo semestre saranno inferiori sia a quelle del primo semestre 2008, sia a quelle del secondo semestre 2007. Tale andamento non consentirà comunque di migliorare la redditività dell’intero esercizio, rispetto all’anno precedente, ma il positivo impatto delle azioni poste in essere nell’esercizio in corso si potrà pienamente apprezzare a partire dal 2009.

Le linee guida strategiche delineate per il prossimo triennio prevedono che il Gruppo consolidi l’attuale profilo editoriale dei canali analogici pur in presenza di importanti risparmi di costi. In particolare La7, continuerà a procedere ad una rivisitazione dei palinsesti con l’obiettivo di ridimensionare significativamente le perdite della rete, mantenendo un elevato standard di qualità. Verranno inoltre sviluppate le attività di produzione di Playmaker in MTV, che attualmente sono in fase di start up.

Il Gruppo continuerà altresì a perseguire la strategia di sviluppo multicanale e multimediale. In quest’ottica saranno consolidati gli attuali business sul satellite e sul Web di MTV, con l’obiettivo di migliorare i risultati positivi finora conseguiti, e sarà sviluppata ed ampliata l’attività sul business mobile grazie all’espansione di MTV-Mobile.

Per il digitale terrestre si prevede di rivedere la strategia del PPV, ricercando partner strategici di maggioranza con i quali stringere joint venture, dato il permanere dei problemi strutturali e le crescenti difficoltà sull’acquisto a prezzi competitivi dei contenuti premium. L’Operatore di Rete DTT si focalizzerà progressivamente sulla realizzazione delle reti digitali, sulla relativa gestione tecnica e sull’affitto della banda a terzi, per valorizzare gli asset digitali.

Infine il Gruppo intende perseguire un recupero di redditività sull’Agenzia di Stampa.

§§§

Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto delle dimissioni rassegnate dal Dottor Enrico Parazzini, a far data dall’8 agosto 2008, dalla carica di Consigliere di Amministrazione della Società e dalle altre cariche ricoperte nel Gruppo TI Media, in coerenza con la decisione di lasciare il Gruppo Telecom Italia. Il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio Sindacale hanno espresso al dottor Parazzini i più sentiti ringraziamenti per il qualificato contributo di esperienza professionale e capacità manageriale assicurato in questi anni.

§§§

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dott. Paolo Serra, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

§§§

I risultati del Gruppo al 30 giugno 2008 saranno illustrati oggi alla comunità finanziaria durante una conference call che si svolgerà alle ore 17:30 (ora italiana). I giornalisti potranno seguire telefonicamente lo svolgimento della presentazione collegandosi al numero: +39 06.33485042. Per coloro che non potranno collegarsi in diretta sarà possibile riascoltare la presentazione nelle successive 48 ore collegandosi al numero:+39 06.334843 (codice di accesso 208995#).


Allegati (file .pdf, 109 Kb)