Comunicato stampa

16/07/2008 - 12:00

- + Text size
Stampa

La7 2008/2009

La TV che vuole davvero fare la TV


Prende il via la nuova stagione autunnale di LA7, tv ancora una volta protagonista nel panorama televisivo e culturale italiano.

Forte dei successi acquisiti nelle passate stagioni, con le significative conferme sugli ascolti e il crescente allargamento di pubblico, la Rete si è attestata nell’ultimo semestre al 3,1% di share nell’intera giornata (3,3% nel mese di giugno 2008, record assoluto), allargando il proprio bacino di contatti in tutte le fasce, con particolare riferimento al prime time.

Una solida piattaforma che rappresenta la base su cui investire per il futuro. In uno scenario fortemente competitivo, in un mercato in costante trasformazione, l’obiettivo di LA7 sarà quello di puntare alla crescita cercando di intercettare fasce sempre più vaste di pubblico.

LA7 tenderà ad essere sempre di più un luogo accogliente per i suoi telespettatori, con programmi nuovi e nuovi personaggi, senza che questo significhi rinunciare al proprio DNA, confermando anzi quei valori che l’hanno sempre contraddistinta: il pluralismo, la diversità di opinioni, la creatività e l’etica delle persone che la compongono; tutte doti che le consentono di rinnovarsi anno dopo anno.

Un percorso che passa necessariamente attraverso l’ottimizzazione di tutte le strutture e una maggiore sinergia con le piattaforme del Gruppo, affinché LA7 sia una realtà industriale competitiva, che guarda al mercato, volta a migliorare l’efficienza anche con una maggiore attenzione ai costi e una forte innovazione tecnologica.

Il nuovo palinsesto di LA7 conferma i suoi punti di forza, i suoi principi e la sua filosofia. Una tv che deve essere seria ma che sappia anche divertire. Una tv aperta a ciò che accade in Italia e nel mondo. Un luogo dove trovano spazio personalità vere e non solo personaggi. Una Rete dove l’informazione gioca un ruolo sempre centrale, con le varie edizioni del TGLA7 ma anche con gli approfondimenti di Omnibus, arricchito in autunno da nuovi spazi, e con attenzione verso i fatti di cronaca, di costume e di politica che segnano il nostro tempo, raccontati con la consueta tempestività e puntualità.

Il nuovo anno tornerà a poggiarsi su quei pilastri che l’hanno resa una rete autorevole e conosciuta al pubblico. 

Tornano L’Infedele con Gad Lerner, Le Invasioni Barbariche con Daria Bignardi, Maurizio Crozza con Crozza Italia Live, Exit con Ilaria D’Amico, Niente di Personale con Antonello Piroso, Otto e Mezzo e Marco Paolini con il suo teatro di narrazione civile.

Ma il nuovo progetto editoriale di LA7 presenta anche molte novità: da Vivo per Miracolo di Marco Berry a Valerio Massimo Manfredi con Impero, nuovo programma di divulgazione storica; dal documentario inedito su Kenneth Foster - di cui la Rete ha sposato per prima la causa contro l’esecuzione capitale - a Recount, lungometraggio cult con Kevin Spacey che rientra in una giornata, contraddistinta da speciali e dirette curati della redazione del TGLA7, dedicata all’Election Day statunitense.

E ancora: il debutto di Simone Annicchiarico, figlio d’arte di Walter Chiari e Alida Chelli ne La Valigia dei Sogni; Malpelo, con Alessandro Sortino; la serie Città Criminali; gli istant movie di Istantanea firmati da Roberto Burchielli e Mauro Parissone e introdotti dalle interviste di Rula Jebreal, fino alla grande fiction con le inedite serie di Stargate e The L Word.

Anche sul fronte sportivo LA7 continua ad investire sul rugby con il Torneo 6 Nazioni 2009 e la Superbike. Manifestazioni che la Rete ha saputo raccontare in maniera originale, valorizzandole e creando un formidabile seguito di appassionati. Anche il calcio sarà protagonista su LA7. Dopo gli straordinari risultati di ascolto dell’ultima stagione, la Coppa UEFA tornerà ad illuminare le notti sportive degli italiani con la fase finale del torneo, in un anno che vede la partecipazione di prestigiosi  club nazionali.  

LA7, forte dell’appartenenza a un grande gruppo di telecomunicazioni, si prepara anche alle grandi sfide tecnologiche con il futuro: in primis il web con http://www.la7.it/, che nel 2008 ha visto crescere i propri numeri costantemente raggiungendo i 480.000 utenti unici e circa 4.000.000 di pagine viste (dati mese fonte Nielsen), con un incremento del 50% degli utenti iscritti alla community.
Ma più in generale, Telecom Italia Media e LA7 si candidano oggi ad essere motore per la sinergia di contenuti fra le diverse piattaforme del Gruppo, in un’ottica di una sempre maggiore integrazione che valorizzi patrimonio e know-how comuni, dalla tv analogica a quella digitale, dal web alla telefonia mobile.

In questo scenario LA7 guarda al futuro facendo leva su alcuni valori imprescindibili per una realtà che vuole crescere e distinguersi. Una realtà che sappia coniugare creatività, qualità, originalità con etica d’impresa e redditività.