Telecom Italia Media: Relazione risultati trimestrale 2008

07/05/2008 - 12:00

- + Text size
Stampa

Nel presente comunicato sono utilizzati alcuni indicatori alternativi di performance non previsti dai principi contabili IFRS (EBITDA, Indebitamento Finanziario Netto) il cui significato e contenuto sono illustrati in allegato.

Approvata dal Consiglio di Amministrazione la relazione sulla gestione del Gruppo al 31 marzo 2008

RICAVI: 73,9 milioni di euro; +28,3% (57,6 milioni di euro nel primo trimestre 2007)

Free to Air: 35,8 milioni di euro; -7,0%

Multimedialità: 7,0 milioni di euro; +37,3%

Digitale Terrestre: 29,1 milioni di euro; +136,6% (principalmente grazie alla crescita dei ricavi della pay per view)

News: 2,3 milioni di euro; +9,5%

EBITDA: -20,6 milioni di euro (-11,0 milioni di euro nel primo trimestre 2007)

EBIT: -37,4 milioni di euro (-26,2 milioni di euro nel primo trimestre 2007)

RISULTATO NETTO: -29,0 milioni di euro (-19,5 milioni di euro nel primo trimestre 2007)

INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO: 266,3 milioni di euro (215,8 milioni di euro al 31 dicembre 2007)

§§§

IL VICE PRESIDENTE GIOVANNI STELLA NOMINATO AMMINISTRATORE DELEGATO



Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Media, riunito oggi sotto la presidenza di Berardino Libonati, ha esaminato e approvato la relazione sulla gestione del Gruppo al 31 marzo 2008.

Il Consiglio ha preliminarmente confermato la volontà di proseguire nel processo di consolidamento del Gruppo Telecom Italia Media e di miglioramento dei risultati economici, ottenuto attraverso la crescita della raccolta pubblicitaria, lo sviluppo di nuove iniziative ed una più incisiva azione di riduzione dei costi.

I ricavi consolidati del trimestre hanno raggiunto un importo di 73,9 milioni di euro con una crescita del 28,3% (57,6 milioni di euro nel primo trimestre 2007). Tale risultato è collegato al buon andamento del Digitale Terrestre (+16,8 milioni di euro) -principalmente della pay per view a seguito della vendita dei diritti del calcio a Mediaset e TIM- e alla Multimedialità (+1,9 milioni di euro), mentre il settore Free to Air è in contrazione (-2,7 milioni di euro) a causa della diminuita raccolta pubblicitaria nazionale (-3,5%).

L’EBITDA è pari a -20,6 milioni di euro, in peggioramento di 9,6 milioni di euro (-11,0 milioni di euro nel primo trimestre 2007). Tale risultato è da attribuirsi ai maggiori costi del palinsesto per la stagione invernale delle due reti Free to Air (LA7 e MTV) ai quali non ha fatto seguito l’incremento previsto della raccolta pubblicitaria.

L’EBIT, a valle degli ammortamenti del periodo, è pari a -37,4 milioni di euro e si riduce di 11 milioni di euro (-26,2 milioni di euro nel primo trimestre 2007). Sugli ammortamenti del primo trimestre 2008, pari a 16,7 milioni di euro, incidono in particolare 6,1 milioni relativi all’acquisto per i diritti televisivi e 7,6 milioni relativi alle infrastrutture digitali di rete.

Il risultato netto di competenza della Capogruppo è pari a -29,0 milioni di euro (-19,5 milioni di euro nel primo trimestre 2007).

L’indebitamento finanziario netto è pari a 266,3 milioni di euro e si incrementa di 50,5 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2007 (215,8 milioni di euro). La variazione è principalmente attribuibile agli investimenti (17,8 milioni di euro) per l’acquisto di diritti televisivi per l’attività Free to Air, nonché al fabbisogno per la gestione corrente del trimestre (30,6 milioni di euro).

Risultati dei Settori di Attività

Television Free to Air

I ricavi del settore di business Free to Air del primo trimestre 2008 sono pari a 35,8 milioni di euro, in diminuzione del 7,0% rispetto ai 38,5 milioni di euro nel primo trimestre 2007 che fu, tuttavia,  caratterizzato da una crescita straordinaria del 18% circa.  La redditività operativa ha subito una riduzione per i maggiori costi legati allo sviluppo e al rafforzamento del palinsesto rispetto a quanto realizzato nel primo trimestre del 2007. L’EBITDA è pertanto pari a -13,3 milioni di euro, in peggioramento di 9,2 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2007 (-4,1 milioni di euro) e l’EBIT risulta pari a -21,9 milioni di euro, con una riduzione di 9,8 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2007 (-12,1 milioni di euro). 

In particolare:

LA7

I ricavi de La7, pari a 24,4 milioni di euro, registrano una diminuzione del 5,1% rispetto ai 25,7 milioni di euro del primo trimestre 2007; a fronte di un andamento della raccolta pubblicitaria sostanzialmente in linea con il corrispondente periodo del 2007 (+0,6%), la riduzione è attribuibile alla minor vendita di diritti televisivi rispetto al primo trimestre dell’esercizio precedente caratterizzato dalla vendita dei diritti dell’America’s Cup. L’EBITDA è pari a -11,9 milioni di euro (-6,6milioni di euro rispetto al primo trimestre 2007) mentre l’EBIT è pari a -19,2 milioni di euro (-7,3 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2007). 

Nel primo trimestre del 2008, LA7 ha incrementato la propria share media giornaliera portandola al 3,1% in  un contesto che continua ad essere  caratterizzato dalla perdita di ascolto delle TV generaliste. I maggiori incrementi si registrano nel prime time con un +17% (share al 2,6%) e nella seconda serata con un +5% (share al 3,3%).  

Lo Sport si conferma grande protagonista dei successi de LA7: il 6 Nazioni di Rugby ha registrato una share media del 4,6%, il Mondiale di Superbike  è ripartito con ascolti superiori allo scorso anno: dopo i primi 3 GP la share media è al 5,2%. Anche il calcio ha dato ottimi risultati, sia con le partite di Coppa Italia sia con il doppio incontro tra Fiorentina e Everton di Coppa Uefa.
 
L’area della informazione ha confermato il suo ruolo centrale nel palinsesto de LA7. Nel primo trimestre 2008 Omnibus ha ottenuto una significativa share media del 4,6%. Il TG LA7 ha confermato il risultato dei primi tre mesi del 2007 con una share media pari al 2,2%; in particolare cresce l’edizione meridiana ora al 2,7%.

 

MTV

I ricavi di MTV sono pari a 13,8 milioni di euro (-4,2% rispetto ai 14,4 milioni di euro del primo trimestre 2007). Sul trimestre ha inciso principalmente il negativo andamento della raccolta pubblicitaria nazionale (-12,2%), parzialmente compensato dal maggior fatturato per eventi e produzioni (+1,6 milioni di euro). In particolare, in merito alla raccolta pubblicitaria, va segnalata la flessione di TIM che ha deciso di concentrare i propri investimenti in pubblicità nella seconda metà dell’esercizio contestualmente al lancio dell’offerta congiunta con MTV. L’EBITDA è pari a -1,4 milioni di euro (-2,5 milioni di euro rispetto al primo trimestre del 2007), e l’EBIT è pari a -2,7 milioni di euro (-2,5 milioni di euro rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente).


Multimedialità

Il primo trimestre 2008 evidenzia per le attività multimediali un andamento positivo con ricavi per 7,0 milioni di euro, in aumento del 37,3% (5,1 milioni di euro nel primo trimestre 2007) principalmente grazie alle attività del Content Competence Center (non presenti nel primo trimestre 2007) che hanno registrato ricavi per 1,6 milioni di euro. In crescita anche i ricavi sulla piattaforma Satellitare in parte compensati da una flessione delle attività Interactive. Confermano il buon andamento dell’area i risultati positivi di EBITDA (2,6 milioni di euro rispetto a 1,9 milioni del primo trimestre 2007; +36,8%) ed EBIT (2,2 milioni di euro rispetto a 1,6 milioni di euro nel primo trimestre 2007; +37,5%).
 

Television DTT

I ricavi del primo trimestre 2008 sono pari a 29,1 milioni di euro e registrano una crescita del 136,6% (12,3 milioni di euro nel primo trimestre 2007) principalmente riconducibile alla crescita dei ricavi della pay per view, grazie alla cessione dei contenuti audiovisivi delle partite di calcio di Serie A a Mediaset e a TIM e allo sviluppo commerciale dell’offerta LA7 Cartapiù, nonché all’incremento dei ricavi da affitto di banda a terzi da parte dell’Operatore di Rete.

All’incremento dei ricavi si contrappone una redditività in flessione sia in termini di EBITDA (-5,6 milioni di euro rispetto a -3,6 milioni di euro nel primo trimestre 2007) che di EBIT (-13,3 milioni di euro rispetto a -10,4 milioni di euro nel primo trimestre 2007), a causa del peso crescente nel periodo dei costi  per l’acquisizione dei diritti del calcio.

La strategia commerciale Cartapiù nel primo trimestre 2008 è stata caratterizzata da una serie di azioni mirate ad incrementare la vendita di pacchetti, ricariche e Smart Card, nonché da una politica di arricchimento di contenuti diversi dal calcio volta alla fidelizzazione e all’incremento della base clienti.

Il 2008 per QOOB Tv si apre con il Sundance Film Festival (17-27 gennaio) dove il cortometraggio Spider di Nash Edgerton, finanziato da Qoob, ha ricevuto la menzione d’onore.

Le attività dell’Operatore di Rete (TI Media Broadcasting) sono proseguite positivamente nel primo trimestre 2008. In particolare i ricavi per affitto di banda digitale a terzi sono pari a 2,2 milioni di euro con un incremento, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, del 75,4%. Al 31 marzo 2008 i due Multiplex Digitali coprono rispettivamente l’87,2% e il 74,9% della popolazione italiana.


News

L’area di Business “News” (Agenzia di stampa APCOM) ha realizzato nel corso del primo trimestre 2008 ricavi pari a 2,3 milioni di euro con una crescita del 9,5% ed una punta di incremento del 72,8% per il segmento New Media. L’EBITDA, a fronte di un incremento dei costi di gestione, risulta sostanzialmente stabile così come l’EBIT.

§§§


Il Consiglio di Amministrazione, preso atto delle dimissioni dalla carica di Amministratore Delegato di Antonio Campo Dall’Orto, ha designato Amministratore Delegato della Società il Vice Presidente Giovanni Stella, con conferma dei poteri già conferiti nella riunione consiliare dell’11 aprile scorso.
Il Consiglio di Amministrazione ha confermato, ai sensi dell’art. 18.5 dello Statuto Sociale, Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari il dott. Paolo Serra (responsabile della Funzione Amministrazione e Controllo della Società), che ricopre tale incarico dal 7 novembre 2007.
Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre verificato l’adeguatezza dei poteri e dei mezzi a disposizione del Dirigente preposto per l’esercizio dei suoi compiti.

Il Consiglio di Amministrazione, per valorizzare ulteriormente il ruolo dei Consiglieri indipendenti (9 su un totale di 13), ha inoltre deciso di confermare la figura del Lead Independent Director individuando per tale incarico il dott. Mario Zanone Poma, Presidente del Comitato per il controllo e per la corporate governance. Il Lead Independent Director sarà il punto di riferimento e coordinamento delle istanze e dei contributi dei Consiglieri indipendenti. Il Lead Independent Director, in particolare, potrà convocare –autonomamente o su richiesta di altri Consiglieri- apposite riunioni di soli Amministratori indipendenti (c.d. independent Directors  executive  sessions) per la discussione dei temi di volta in volta giudicati di interesse rispetto al funzionamento del Consiglio di Amministrazione o alla gestione dell’impresa.

Il Consiglio di Amministrazione ha infine apportato alcune modifiche al Codice di Autodisciplina della Società volte al coordinamento del documento (il cui ultimo aggiornamento risaliva al marzo 2007) con alcuni strumenti di corporate governance adottati dalla Società.

§§§

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dott. Paolo Serra, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

§§§

I risultati del Gruppo al 31 marzo 2008 saranno illustrati oggi alla comunità finanziaria durante una conference call che si svolgerà alle ore 16:30 (ora italiana). I giornalisti potranno seguire telefonicamente lo svolgimento della presentazione collegandosi al numero: + 39 06 33 485 042. Per coloro che non potranno collegarsi in diretta sarà possibile riascoltare la presentazione nelle successive 48 ore collegandosi al numero: +39 06 334 843 (codice di accesso 197695#).


Allegati (file .pdf, 109 Kb)