Telecom Italia Media: Il CDA esamina i risultati al 30 settembre 2006

06/11/2006 - 12:00

- + Text size
Stampa

Nel presente comunicato sono utilizzati alcuni indicatori alternativi di performance non previsti dai principi contabili IFRS (EBITDA, Variazione Organica dei Ricavi, dell’EBITDA e dell’EBIT, Indebitamento Finanziario Netto) il cui significato e contenuto sono illustrati in allegato.


RICAVI: 135,7 milioni di euro, in crescita del 12,1% (+13,2% su base organica) rispetto ai primi nove mesi del 2005

EBITDA: -70,9 milioni di euro (-70,6 nei primi nove mesi del 2005); variazione organica +4,4 milioni di euro (+6,3%)

RISULTATO NETTO: -78,1 milioni di euro (832,7 milioni di euro nei primi nove mesi del 2005, frutto della cessione delle attività di Virgilio Tin.it e del Gruppo Buffetti)

La 7 FREE TO AIR: forte incremento della raccolta pubblicitaria (+10,5%) e dell’audience (+15, 2%) che si attesta al 3%; EBITDA: +9,7% rispetto ai primi nove mesi del 2005

MTV FREE TO AIR: incremento della raccolta pubblicitaria nazionale (+3,6%) e dei ricavi dalle nuove piattaforme pari a 14,9 milioni di euro (erano 10,7 milioni di euro nei primi nove mesi del 2005); EBITDA: +10,8% rispetto ai primi nove mesi del 2005

DIGITALE TERRESTRE: ricavi triplicati rispetto ai primi nove mesi del 2005 (14,7 milioni del 2006 rispetto ai 5,4 milioni del 2005)

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Media, riunito oggi sotto la presidenza di Riccardo Perissich, ha esaminato ed approvato i risultati del Gruppo al 30 settembre 2006.

Risultati del Gruppo Telecom Italia Media nei primi nove mesi del 2006

I Ricavi Consolidati sono pari a 135,7 milioni di euro ed evidenziano una crescita del 12,1% (+13,2% a livello organico) rispetto ai 121 milioni di euro del corrispondente periodo del 2005. Il significativo incremento rispetto al 2005 è stato trainato dalla raccolta pubblicitaria nazionale, cresciuta a ritmi largamente superiori a quelli del mercato, rimasto sostanzialmente stabile nello stesso periodo, e dal positivo apporto dei ricavi derivanti dalle  attività sviluppate sul Digitale Terrestre. Nel terzo trimestre si è tuttavia registrato un rallentamento della crescita della raccolta pubblicitaria rispetto al primo semestre.
 
L’EBITDA dei primi nove mesi del 2006 è pari a -70,9 milioni di euro, sostanzialmente stabile rispetto ai -70,6 milioni di euro del corrispondente periodo del 2005. Al netto delle variazioni di perimetro e di oneri di natura straordinaria, l’EBITDA registra un miglioramento di +4,4 milioni di euro (+6,3%). Tale risultato recepisce l’incremento della redditività della TV Free to Air analogica e digitale, l’impatto sulla TV DTT dei costi sostenuti per lo sviluppo dei contenuti sui nuovi canali “free” (es. La7 Sport), in parte compensato dal miglioramento dei margini della pay-per view e dall’effetto positivo dell’azione di riduzione dei costi di struttura del 40% circa, rispetto ai primi nove mesi del 2005 ( -6,8 milioni di euro), in seguito alla fusione tra La7 e TI Media.

L’EBIT dei primi nove mesi del 2006 è pari a -111,2 milioni di euro (-96,2 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2005) ed è principalmente influenzato  dal pieno impatto degli ammortamenti derivanti dalla nuova rete televisiva acquisita alla fine del 2005 e dagli investimenti effettuati nell’esercizio per lo sviluppo delle infrastrutture e per il completamento della rete digitale.

Il Risultato Netto di competenza della Capogruppo è pari a -78,1 milioni di euro (832,7 milioni di euro nei primi nove mesi del 2005, frutto della cessione delle attività di Virgilio Tin.it e del Gruppo Buffetti).

Nei primi nove mesi del 2006 sono stati realizzati 65,1 milioni di euro di Investimenti industriali (32,3 milioni nel corrispondente periodo del 2005). In particolare sono stati investiti circa 43,7 milioni di euro per lo sviluppo del digitale terrestre, 16,8 milioni per l’acquisto di diritti e 4,6 milioni di euro per altri investimenti.

L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2006 è pari a 102,9 milioni di euro rispetto ad una disponibilità finanziaria netta di 436,1 milioni di euro al 31 dicembre 2005.  L’andamento dei primi nove mesi è stato caratterizzato dal pagamento dei dividendi per 550,6 milioni, dal fabbisogno per investimenti (65,1 milioni di euro) e da quello per la gestione operativa (cash flow di 114,1 milioni di euro) e dal miglioramento della posizione finanziaria per la vendita di Buffetti (65,8 milioni) e per l’incasso da Telecom Italia di 126,8 milioni di crediti di natura fiscale per effetto dell’adesione al Consolidato Fiscale Nazionale della capogruppo. Rispetto al 30 giugno 2006 (41,9 milioni di euro) , l’indebitamento finanziario netto si incrementa di 61,0 milioni di euro, di cui 39,2 milioni generati dalla gestione operativa del trimestre e 21,8 milioni relativi all’acquisizione dei diritti irrevocabili d’uso (IRU) , classificati al 30 giugno tra i debiti commerciali.
  

Risultati dei Settori di Attività relativi ai primi nove mesi del  2006

Television Free to Air

I risultati economici dei primi nove mesi del 2006 evidenziano un miglioramento dei ricavi della Television Free to Air che raggiungono quota 115,1 milioni di euro (+4,4% rispetto al corrispondente periodo del 2005), trainati dalla forte crescita della raccolta pubblicitaria nazionale (+7,4%) che, nonostante un rallentamento del terzo trimestre, cresce a ritmi largamente superiori a quelli del mercato (+0,9% nei primi otto mesi dell’anno, fonte Nielsen). In particolare:

• I ricavi de LA7, pari a 58,7 milioni di euro, registrano un incremento del 11,3% rispetto ai primi nove mesi del 2005 (52,7 milioni di euro), grazie al positivo apporto  della raccolta pubblicitaria lorda che è cresciuta del 10,5%. Il positivo risultato commerciale ha consentito un incremento della redditività del periodo facendo registrare un miglioramento, in termini organici, sia dell’EBITDA (+2,6 milioni di euro con una variazione del +9,7% rispetto ai primi nove mesi del 2005) sia dell’EBIT (+1,5 milioni).
Importanti risultati sono stati raggiunti da La7 negli ascolti che nei primi nove mesi del 2006 hanno raggiunto il 3,0% nell’Audience Share media giornaliera con un incremento del 15,2% rispetto allo stesso periodo del 2005.

• MTV consolida la sua posizione grazie alla crescita della raccolta pubblicitaria nazionale del 3,6% e allo sviluppo dei ricavi sulle nuove piattaforme (+4,2 milioni di euro) che, nonostante un calo della raccolta pubblicitaria della rete pan europea hanno consentito  di incrementare a redditività operativa (EBITDA) del 10,8% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente.

Television DTT

I primi nove mesi del 2006 evidenziano una sensibile crescita dei ricavi che raggiungono quota 14,7 milioni di euro, triplicando rispetto ai 5,4 milioni di euro dell’analogo periodo del 2005, grazie alla vendita degli eventi in pay-per view, agli accordi con Mediaset e TIM e alla vendita di banda. Per quanto concerne l’andamento della redditività, a fronte del miglioramento dei margini per la pay-per view, che rimangono ancora negativi, si registra un incremento dei costi operativi legato all’avvio dei nuovi canali “free” (es. LA7 Sport) sui quali la raccolta pubblicitaria è in fase di sviluppo ed è strettamente legata alla penetrazione dei decoder.

News

L’ Area di Business “News” (Agenzia di stampa APCOM) nei primi nove mesi del 2006 ha realizzato ricavi per 6,9 milioni di euro, in crescita del 53,3% rispetto all’analogo periodo del 2005, grazie all’apporto di nuovi servizi (Notiziario Nuova Europa e servizi news per la telefonia mobile) e allo sviluppo della base clienti.

Evoluzione della gestione: prospettive per l’esercizio in corso

Per quanto riguarda l’evoluzione della gestione prevista per il corrente esercizio, nonostante nel terzo trimestre si sia verificato un rallentamento della raccolta pubblicitaria, ad oggi si possono confermare le linee evolutive dei primi nove mesi, anche tenendo conto della contrazione del tasso di crescita dei decoder digitali terrestri e della ridefinizione in corso del quadro normativo televisivo.


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


Si riporta di seguito il calendario dei principali eventi societari e di diffusione dei dati economici e finanziari di Telecom Italia Media S.p.A. per il 2007 (nel caso dovessero verificarsi variazioni delle date previste, queste saranno comunicate tempestivamente):
• 7 marzo - Consiglio d’Amministrazione per l’approvazione del progetto di bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2006;
• 12 - 13 aprile (prima e seconda convocazione) - Assemblea degli azionisti per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2006;
• 7 maggio - Consiglio d’Amministrazione per l’approvazione della relazione sull’andamento del primo trimestre 2007;
• 23 luglio - Consiglio d’Amministrazione per l’esame dei risultati preliminari del Gruppo Telecom Italia Media relativi al primo semestre 2007;
• 6 settembre - Consiglio d’Amministrazione per l’approvazione della relazione sull’andamento del primo semestre 2007;
• 7 novembre - Consiglio d’Amministrazione per l’approvazione della relazione sull’andamento del terzo trimestre 2007,

Si prevede pertanto, ai sensi dell’art. 82 della Delibera Consob n. 11971/99 (e successive modifiche e integrazioni), di fruire dell’esonero dalla pubblicazione delle relazioni trimestrali relative al quarto trimestre 2006 e al secondo trimestre 2007.

I risultati dei primi nove mesi del 2006 verranno illustrati alla comunità finanziaria durante una conference call che si svolgerà oggi a partire dalle ore 15:00 (ora italiana)
I giornalisti potranno seguire telefonicamente lo svolgimento della presentazione, senza facoltà di effettuare domande, collegandosi al numero: +39 06 33 485 042.
Per coloro che non potranno collegarsi in diretta sarà possibile riascoltare la presentazione, collegandosi al numero: +39 +39 06 334 843  (codice di accesso 125425#).

 

Allegati:

Indicatori alternativi di performance (file .pdf, 228 Kb)