Telecom Italia Media: il CDA esamina i risultati preliminari del primo semestre 2006

24/07/2006 - 12:00

- + Text size
Stampa

Ricavi: 97,8 milioni di euro, in crescita del 17,1% (+18,7% su base organica) rispetto al primo semestre 2005

EBITDA: -52,4 milioni di euro (-1,7 milioni di euro rispetto ai 50,7milioni di euro dei primi sei mesi del 2005); variazione organica +2,3 milioni di euro (+4,6%)


La 7 Free to Air: forte incremento della raccolta pubblicitaria (+15,2%) e dell’audience (+15%). Variazione organica dell’EBITDA +2,2 milioni di euro (+11,6%) rispetto al primo semestre del 2005

MTV Free to Air: incremento della raccolta pubblicitaria nazionale (+4,6%) trainata dallo sviluppo delle nuove piattaforme i cui ricavi sono pari a 9,9 milioni di euro (erano 6,5 milioni di euro nel primo semestre 2005)  


Digitale terrestre: ricavi a 8,6 milioni di euro (2,2 milioni di euro nel primo semestre 2005)

Istituita la figura del Coordinatore degli Amministratori Indipendenti

Approvato dalla Banca Europea degli Investimenti un finanziamento da 100 milioni di euro per investimenti nella Rete Digitale Terrestre di Telecom Italia Media nel triennio 2005-2007

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Media, riunito oggi sotto la presidenza di Riccardo Perissich, ha esaminato i risultati preliminari del gruppo relativi al primo semestre 2006.

Risultati preliminari del Gruppo Telecom Italia Media nel primo semestre 2006

I Ricavi Consolidati del primo semestre sono pari a 97,8 milioni di euro ed evidenziano una crescita del 17,1% (+18,7% a livello organico) rispetto agli 83,5 milioni di euro del corrispondente periodo del 2005. Il significativo incremento rispetto al 2005 è stato trainato  dalla raccolta pubblicitaria nazionale, cresciuta a ritmi largamente superiori a quelli del mercato, rimasto sostanzialmente stabile nello stesso periodo (attorno all’1% nei primi cinque mesi dell’anno) ,  e dal positivo apporto dei Ricavi della Pay per View sul Digitale Terrestre.
 
L’EBITDA del 1° semestre 2006 è pari a -52,4 milioni di euro, rispetto ai -50,7 milioni di euro del corrispondente periodo del 2005. Al netto delle variazioni di perimetro e di oneri di natura straordinaria, l’EBITDA registra un miglioramento di +2,3 milioni di euro (+4,6%). Tale risultato recepisce l’incremento della redditività della TV Free to Air, l’impatto sulla TV DTT dei costi sostenuti per lo sviluppo dei contenuti sui nuovi canali “free” (es. La7 Sport) in parte compensato dal miglioramento dei margini della PPV, e l’effetto positivo dell’azione di riduzione dei costi di struttura del 40% rispetto al primo semestre 2005 (-5,1 milioni di euro) in seguito alla fusione tra La7 e TI Media.


Il Risultato Operativo del primo semestre 2006 è pari a -79,0 milioni di euro (-67,5 milioni di euro nel primo semestre 2005) ed è influenzato, oltre che dai citati fenomeni gestionali,  dal pieno impatto degli ammortamenti derivanti dalla nuova rete televisiva acquisita alla fine del 2005 e dagli investimenti effettuati nell’esercizio per lo sviluppo delle infrastrutture e il completamento della rete digitale.

Nel 1° semestre del 2006 sono stati realizzati 58,6 milioni di euro di Investimenti (21,9 milioni nel 1° semestre 2005). In particolare sono stati investiti circa 43 milioni di euro nel digitale terrestre e circa 15 milioni per la televisione Free to Air.

L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2006 è pari a 41,9 milioni di euro rispetto ad una disponibilità finanziaria netta di 436,1 milioni di euro al 31 dicembre 2005.  L’andamento del semestre è stato caratterizzato dal pagamento dei dividendi per 550,6 milioni, dal fabbisogno per investimenti e per la gestione operativa (120 milioni), dal miglioramento della posizione finanziaria per la vendita di Buffetti (65,8 milioni) e per l’incasso da Telecom Italia di 126,8 milioni di crediti di natura fiscale per effetto dell’adesione al Consolidato Fiscale Nazionale della capogruppo.
    
Risultati dei Settori di Attività relativi al primo semestre 2006

Television Free to Air

I risultati economici dei primi sei mesi del 2006 evidenziano un miglioramento dei ricavi della Television Free to Air che raggiungono quota 85,4 milioni di euro (+10,1% rispetto al primo semestre 2005), trainati dalla forte crescita della raccolta pubblicitaria nazionale che cresce a ritmi largamente superiori a quelli del mercato (+1% nei primi cinque mesi dell’anno, fonte Nielsen). In particolare:

• I ricavi de LA7, pari a 45,6 milioni di euro, registrano un incremento del 16,9% rispetto al primo semestre del 2005 (39,0 milioni di euro), grazie all’ottimo andamento della raccolta pubblicitaria lorda che è cresciuta del 15,2% . Il positivo risultato commerciale ha consentito un incremento della redditività del periodo facendo registrare un miglioramento, in termini organici,  sia dell’EBITDA (+2,2 milioni di euro con una variazione del +11,6% rispetto al primo semestre del 2005) sia dell’EBIT (+1,3 milioni).
Importanti risultati sono stati raggiunti da La7 negli ascolti che nei primi sei mesi del 2006 hanno raggiunto il 3,0% nell’Audience Share giornaliera con un incremento del 15% rispetto allo stesso periodo del 2005. Il miglioramento degli ascolti, rispetto al 2005, è particolarmente significativo nelle fasce serale (+20%), preserale (+27%) e in quella del primo mattino (+48%).
Nella fascia di primo mattino ad esempio Omnibus e Omnibus Weekend crescono di oltre il 60% rispetto allo stesso periodo del 2005. La crescita dell’audience ha riguardato anche i Tg , con un incremento sia nell’edizione giornaliera sia in quella serale (oltre il 70% rispetto al 2005). Ampiamente positivo l’andamento delle trasmissioni di approfondimento “8 e mezzo”, che ha raggiunto la media del 3,3% (rispetto al 2,0% nel 2005), e  L’infedele con il 3,0% (rispetto al 2,3% dei sabato del 2005).

Alla crescita degli ascolti in fascia serale hanno contribuito in maniera determinante i consensi raccolti dal real-tainment La7, che con Le invasioni Barbariche (4,3%), Crozza Italia (3,1%) ed S.O.S. Tata, sono andati ad arricchire il patrimonio delle produzioni  storiche  della  rete  (Il Processo  di Biscardi, Sfera) . L’ottimo risultato della tarda sera (3,9% medio) è determinato soprattutto dal successo di Markette (4,3%, rispetto al 3,5% nel 2005).

Nel mese di Giugno, nonostante i Mondiali di calcio, trasmessi sulle reti Sky e Rai, La7 ha ottenuto una media del 2,9%, con una crescita del 5% rispetto al 2005. Tra le novità del mese, importante risultato da “Il gol sopra Berlino”, programma di informazione e discussione sui mondiali di calcio, condotto da Darwin Pastorin in seconda serata e “Niente di personale” programma di prima serata di approfondimento dell’attualità, condotto da Antonello Piroso.