Telecom Italia Media: approvato il Bilancio 2003

05/05/2004 - 12:00

- + Text size
Stampa

Ai fini di una maggiore chiarezza nella rappresentazione dell’andamento di Telecom Italia Media SpA e del Gruppo, i principali dati economici e di business (riportati di seguito) sono stati ricostruiti, fino al risultato operativo, tenendo conto dell’operazione di scissione di Seat Pagine Gialle SpA, efficace dal 1° agosto 2003.


Riunita l’Assemblea degli Azionisti

MODIFICATO STATUTO PER FACILITARE
PRESENTAZIONE LISTE AZIONISTI MINORANZA

L’Assemblea degli Azionisti di Telecom Italia Media (Gruppo Telecom Italia) si è riunita oggi a Rozzano, sotto la presidenza di Riccardo Perissich, in sede ordinaria e straordinaria.

In sede ordinaria, l’Assemblea degli Azionisti ha esaminato e approvato il bilancio dell’esercizio 2003, illustrato dall’Amministratore Delegato Enrico Parazzini.

A livello consolidato, i ricavi ammontano a 594,6 milioni di euro (+3% rispetto al 2002). Escludendo l’effetto delle variazioni di perimetro, la crescita organica dei ricavi è pari al 25%. A tale risultato hanno contribuito principalmente l’Area Internet, che ha registrato un significativo incremento dei ricavi pari all’80% e l’Area Television, che presenta un aumento dei ricavi pari al 28%. Il margine operativo lordo è pari a 11,6 milioni di euro (+142% rispetto al 2002) e il risultato operativo ante ammortamento delle differenze da consolidamento, negativo per 71,9 milioni di euro, migliora del 39% rispetto all’esercizio 2002. Il risultato operativo, negativo per 103 milioni di euro, migliora del 33% rispetto allo stesso periodo del 2002 (+35% la crescita organica, escludendo l’effetto delle variazioni di perimetro). Al 31 dicembre 2003, la posizione finanziaria netta del Gruppo Telecom Italia Media è positiva per 58,7 milioni di euro e il patrimonio netto è pari a 474,2 milioni di euro.

I ricavi di Telecom Italia Media SpA per l’esercizio 2003 ammontano a 223 milioni di euro (+94% rispetto al 2002). Il margine operativo lordo è pari a 20,2 milioni di euro. Il risultato operativo del periodo registra un deciso miglioramento (+51%) rispetto al 2002: la perdita risulta infatti più che dimezzata, attestandosi a 25,1 milioni di euro (rispetto ad una perdita di 51,1 milioni di euro registrata nell’esercizio 2002).

*****

L’Assemblea degli Azionisti, in sede ordinaria,  ha  provveduto alla nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, giunti a fine mandato, determinando in tredici il numero di componenti del Consiglio di Amministrazione e in tre il numero dei componenti del Collegio Sindacale. La durata in carica del Consiglio di Amministrazione è stata fissata in un solo esercizio, fino all’approvazione del bilancio 2004.

Sono stati nominati amministratori della società:
Riccardo Perissich
Enrico Parazzini
Carlo Bertazzo
Adriano De Maio
Candido Fois
Giulia Ligresti
Romano Marniga
Gianni Mion
Gianfranco Negri Clementi
Alessandro Ovi
Giuseppe Angelo Parrello
Giovanni Sabbatucci
Mario Zanone Poma

Sono stati nominati sindaci effettivi Giovanni Fiori (Presidente), Tiziano Onesti e Salvatore Spiniello.

Sempre in sede ordinaria, l’Assemblea degli Azionisti ha deliberato di approvare e adottare un nuovo Regolamento delle Assemblee in sostituzione del precedente, modificato al fine di renderlo più consono alle esigenze organizzative e procedurali della riunione e alle attuali disposizioni normative; ha poi deliberato di adeguare il compenso dell’incarico di revisione per il 2004 alla Reconta Ernst & Young SpA.


*****

In sede straordinaria, l’Assemblea degli Azionisti ha approvato una serie di modifiche allo Statuto della società per adeguarlo alla riforma del diritto delle società di capitali (c.d. legge Vietti).

Inoltre, in linea con l’orientamento della società a rafforzare le proprie regole di corporate governance, è stata ridotta dal 3% allo 0,5% la soglia minima di possesso azionario richiesta agli azionisti per la presentazione di liste di candidati alla carica di Amministratore e di Sindaco. Questo determina un vantaggio per gli azionisti di minoranza perché facilita il raggiungimento delle condizioni necessarie per presentare una lista. Al fine di rendere quanto prima applicabili le nuove disposizioni statutarie, quindi, la durata in carica del consiglio di amministrazione, nominato oggi secondo le attuali disposizioni, è stata fissata in sede ordinaria in un solo esercizio (come già indicato sopra).

*****

Il Consiglio di Amministrazione, riunito al termine dell’Assemblea, ha confermato nella carica di Presidente della Società Riccardo Perissich, in quella di Vice Presidente Giuseppe Parrello e in quella di Amministratore Delegato Enrico Parazzini, attribuendo le deleghe per l’esercizio dell’attività sociale.

Il Consiglio, in conformità al Codice di Autodisciplina della Società, ha provveduto alla costituzione del Comitato per il controllo interno e per la corporate governance chiamando a farne parte gli Amministratori Mario Zanone Poma, Gianfranco Negri Clementi e Alessandro Ovi e del Comitato per i compensi chiamando a farne parte gli Amministratori Adriano De Maio, Candido Fois e Mario Zanone Poma.