Al via la sperimentazione del digitale terrestre nella provincia di Torino

11/02/2004 - 12:00

- + Text size
Stampa

Grazie all’accordo fra Telecom Italia Media, Sun Microsystems e CSP Innovazione nelle ICT un campione selezionato di famiglie e imprese potrà accedere a servizi di pubblica utilità direttamente dal televisore di casa

Telecom Italia Media, la business unit Internet e Media del Gruppo Telecom Italia, Sun Microsystems Italia, società leader nei sistemi per la rete e CSP Innovazione nelle ICT, Centro per la ricerca e la sperimentazione di tecnologie informatiche e telematiche avanzate, annunciano di aver siglato un accordo per la sperimentazione di servizi innovativi per la televisione digitale terrestre.

Entro la fine di febbraio un campione di famiglie e imprese della provincia di Torino – inizialmente costituito da 100 soggetti sperimentatori – potrà partecipare alla prima sperimentazione di televisione digitale interattiva su territorio piemontese. In particolare, a questi utenti selezionati verrà data la possibilità di accedere tramite un Set Top Box (un decoder digitale terrestre in tecnologia MHP - Multimedia Home Platform -  e IP - Internet Protocol -) ad un pacchetto di servizi che si presenterà sotto forma di applicazioni interattive. L’interazione con la pubblica amministrazione è garantita da un canale di ritorno su banda larga, gestito attraverso un apposito centro servizi del Gruppo Telecom Italia.

La sperimentazione sarà rivolta ai privati cittadini da un lato e alle istituzioni pubbliche dall’altro, con un’offerta che andrà arricchendosi progressivamente. Nella sua prima fase, della durata di quattro mesi circa, sarà sviluppata e fornita gratuitamente all’utenza.

Ai cittadini, cui è garantita la massima fruibilità grazie alla semplicità d’interazione con il portale, saranno dedicati servizi come il Trova Lavoro, versione digitale dello Sportello Lavoro della Provincia di Torino e, successivamente, a moduli didattici curati dall’Università degli Studi e dal Politecnico di Torino ed erogati secondo la più innovativa forma di apprendimento a distanza: il T-learning (Television Learning).

La sperimentazione è stata progettata come modello di network per la Pubblica Amministrazione. Infatti, attraverso la stessa infrastruttura e il medesimo decoder, saranno attivati anche dei servizi dedicati alle istituzioni locali: verranno rese disponibili procedure che consentiranno il trasferimento di dati in maniera sicura e veloce alle sedi distaccate degli enti pubblici, utilizzando il protocollo IP.

Inoltre, al fine di promuovere la conoscenza della tecnologia sia presso i cittadini sia presso le imprese ICT (application, content e service provider), presso i locali del laboratorio ospitato nella sede CSP di Villa Gualino a Torino, saranno disponibili infrastrutture e postazioni per lo sviluppo, la sperimentazione e il collaudo di nuovi servizi. È già attivo un sito internet del laboratorio, visitabile all’indirizzo http://www.dttlab.it/.