Telecom Italia Media: esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati del primo semestre 2003

01/09/2003 - 12:00

- + Text size
Stampa

I dati contenuti nella relazione semestrale di Telecom Italia Media
S.p.A. e del consolidato, si riferiscono al Gruppo e alla società
Seat Pagine Gialle S.p.A. esistente prima dell’operazione di scissione
parziale proporzionale divenuta efficace in data 1°agosto 2003

Quadruplicato il risultato operativo consolidato
nel semestre a 80 milioni di euro

I ricavi consolidati crescono del 5,2%
in termini omogenei rispetto al primo semestre 2002

Area Internet in crescita: ricavi +79% (+20% escludendo l’effetto derivante dall’introduzione della decade 7) e MOL  in aumento rispetto al primo semestre 2002 (da 1 a 21 milioni di euro). Nel secondo trimestre il Risultato Operativo è, per la prima volta, positivo

Gli utenti attivi di Tin.it crescono del  19% rispetto al primo semestre 2002 e Virgilio si conferma il 1°portale italiano con 3,6 miliardi di pagine viste (+26% rispetto al primo semestre 2002)

L’Area Television aumenta i ricavi del 22% (+33% tenendo conto della nuova modalità della raccolta pubblicitaria) rispetto al primo semestre 2002. Il risultato operativo è in miglioramento (+16,5%).
 La raccolta pubblicitaria  cresce del 39%
rispetto al primo semestre 2002

 La7 registra, nell’arco dell’intero semestre, un importante risultato in termini di ascolti: lo share si attesta stabilmente oltre il 2%.

Dal 1°agosto 2003 efficacia della scissione
di SEAT Pagine Gialle S.p.A.


GRUPPO SEAT PG

RICAVI: 863 MILIONI DI EURO (-0,9% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2002), +5,2% ESCLUDENDO L’EFFETTO CAMBIO E
LA VARIAZIONE DI PERIMETRO

MOL: 246 MILIONI DI EURO
(+17,3% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2002)

RISULTATO OPERATIVO ANTE GOODWILL: 166 MILIONI DI EURO
(+53,4% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2002)

RISULTATO OPERATIVO: 80 MILIONI DI EURO
(19 MILIONI DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE 2002)

RISULTATO NETTO: -7 MILIONI DI EURO, IN MIGLIORAMENTO RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2002 (-14 MILIONI DI EURO)

INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO: 606 MILIONI DI EURO
(-74 MILIONI DI EURO RISPETTO AL 31 DICEMBRE 2002)

SEAT PG S.p.A

RICAVI: 520 MILIONI DI EURO
(+13,1% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2002)

MOL: 230 MILIONI DI EURO
(+10,3% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2002)

RISULTATO OPERATIVO: 135 MILIONI DI EURO
(+35,2% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE 2002)

UTILE NETTO: 19 MILIONI DI EURO
(IN PERDITA PER 8 MILIONI DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE 2002)


Il Consiglio di Telecom Italia Media (Gruppo Telecom Italia), riunitosi oggi sotto la presidenza di Riccardo Perissich, ha esaminato e approvato la relazione semestrale del Gruppo al 30 giugno 2003.

GRUPPO SEAT PG

I ricavi  ammontano a 863 milioni di euro e registrano una flessione del 0,9% rispetto allo stesso periodo del 2002, prevalentemente a causa delle dismissioni effettuate nell’ultimo anno. A parità di perimetro di consolidamento e al netto dell’effetto dei cambi, la crescita è pari al 5,2%. A tale risultato ha contribuito il positivo apporto dell’Area Internet, che ha registrato un incremento dei ricavi pari al 79% (+20% escludendo l’effetto derivante dall’introduzione della decade 7), dell’Area Television, con una crescita dei ricavi del 22%, e dell’Area Directory Assistance (+10%). Sostanzialmente stabili i ricavi dell’Area Directories nonostante la congiuntura negativa e il pessimo andamento del mercato pubblicitario.

Il margine operativo lordo registra una crescita del 17,3% rispetto al primo semestre del 2002 ed è pari a 246 milioni di euro (209 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente). L’incidenza sui ricavi è pari al 28,5%, in miglioramento rispetto al semestre del 2002 (24%).

Il risultato operativo ante ammortamento del goodwill ammonta a 166 milioni di euro e registra un incremento del 53,4% rispetto al primo semestre 2002 (108 milioni di euro).

Il risultato operativo, dopo l’ammortamento dei goodwill, è positivo per 80 milioni di euro, quadruplicato rispetto al primo semestre 2002 (19 milioni di euro), con un’incidenza sui ricavi pari al 9,3% (2,2% nel primo semestre del 2002).

Il conto economico del primo semestre 2003 si chiude con un risultato ante imposte positivo per 19 milioni di euro, in forte miglioramento rispetto al primo semestre 2002, quando è stata registrata una perdita di 40 milioni di euro, e con una perdita netta di 7 milioni di euro (-14 milioni di euro nel primo semestre 2002).

Nel periodo il free cash flow operativo raggiunge 181 milioni di euro, con un incremento di 59 milioni di euro rispetto al primo semestre 2002.

L’indebitamento finanziario netto ammonta a 606 milioni di euro, riducendosi di 74 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2002 (680 milioni di euro).

SEAT PAGINE GIALLE SpA

I ricavi di Seat PG S.p.A. ammontano a 520 milioni di euro, con un incremento del 13,1% rispetto allo stesso periodo del 2002 (459 milioni di euro), grazie al buon andamento del servizio Pronto PAGINE GIALLE (+41% rispetto al primo semestre 2002) e ai ricavi della Divisione Tin.it, che ammontano a 107 milioni di euro con un incremento del 90,4% rispetto al primo semestre 2002 (+20% escludendo l’effetto derivante dall’introduzione della decade 7).
Il margine operativo lordo, pari a 230 milioni di euro, registra una crescita del 10,3% rispetto al primo semestre 2002 (209 milioni di euro) con un incidenza sui ricavi del 44,3% (45,4% nel primo semestre del 2002).
Il risultato operativo è pari a 135 milioni di euro, con un incremento del 35,2% rispetto allo stesso periodo del 2002 (100 milioni di euro) e un’incidenza sui ricavi pari al 26,1% (21,8% nel primo semestre 2002).
Il risultato netto è positivo per 19 milioni di euro in miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente che registrava una perdita di 8 milioni di euro.

L’ANDAMENTO DELLE AREE DI BUSINESS

INTERNET

Nel semestre i ricavi dell’Area di Business Internet sono pari a 118 milioni di euro, in crescita del 79% rispetto al 2002, grazie anche alla nuova modalità di riconoscimento dei ricavi del traffico Internet dial up (decade 7) introdotta nel 2003; escludendo tale effetto la crescita, in termini omogenei, sarebbe pari al 20%.
Il margine operativo lordo ammonta a 21 milioni di euro, registrando una forte crescita rispetto al semestre 2002, quando si era attestato a 1 milione di euro. Inoltre nel secondo trimestre, il risultato operativo dell’Area è per la prima volta positivo, grazie soprattutto alla rinnovata gamma di prodotti, agli effetti delle economie di scala e alla razionalizzazione dei costi.
In particolare:

• la Divisione Tin.it, registra ricavi pari a 107 milioni di euro (56 milioni di euro nel primo semestre del 2002) con una crescita del 90% in larga parte dovuta all’introduzione, a partire dal 1°gennaio 2003, della nuova modalità di riconoscimento dei ricavi del traffico Internet dial up (decade 7). Escludendo tale effetto, la crescita, in termini omogenei, sarebbe del 20%. Il margine operativo lordo è positivo per 22 milioni di euro (10 milioni di euro nel primo semestre 2002). Il risultato operativo, pari a 3 milioni di euro (nonostante 6 milioni di ammortamento del goodwill), migliora di 15 milioni di euro rispetto al primo semestre 2002. Gli utenti attivi al 30 giugno 2003 sono 2,4 milioni (1,9 milioni al 30 giugno 2002) con un incremento del 19%.

• Matrix registra ricavi per 15 milioni di euro (10 milioni di euro nel primo semestre 2002), con una crescita del 54,7% e un margine operativo lordo negativo per 1 milione di euro, in netto miglioramento rispetto al primo semestre 2002 (-8 milioni di euro). Gli utenti di Virgilio, che si conferma il primo portale italiano, sono circa 11 milioni browser units (+32,6% rispetto al primo semestre 2002) e le pagine viste nei primi sei mesi dell’anno sono state 3,6 miliardi (+26% rispetto allo stesso periodo del 2002).

TELEVISION

Nel primo semestre 2003, nonostante l’andamento recessivo del mercato pubblicitario, l’Area di Business Television ha mostrato una crescita dei ricavi, pari a 51 milioni di euro, con un incremento del 22% (+33% in termini omogenei, cioè tenendo conto della diversa modalità della raccolta pubblicitaria) rispetto al primo semestre del 2002.  Il margine operativo lordo, negativo per 17 milioni di euro registra un miglioramento del 27,5% rispetto al primo semestre 2002 (-24 milioni di euro), nonostante i maggiori costi per i programmi dovuti al nuovo palinsesto. Il risultato operativo, (-36 milioni di euro) migliora del 16,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-43 milioni di euro). La crescita della raccolta pubblicitaria complessiva della Business Unit è stata del 39% rispetto al primo semestre 2002. Nel corso del semestre inoltre, La7 ha consolidato la propria immagine editoriale e ha visto crescere la notorietà del suo marchio e dei suoi programmi, con uno share (fonte Auditel) in aumento rispetto al primo semestre 2002: ora si colloca stabilmente oltre il 2% e MTV si è confermata televisione leader nel segmento televisivo per i giovani.

OFFICE PRODUCTS & SERVICES

Nel primo semestre del 2003, i ricavi dell’Area di Business Office Products & Services ammontano a 110 milioni di euro e registrano una flessione del 6%, rispetto al primo semestre 2002 in termini omogenei, cioè al netto degli effetti delle attività cedute ad aprile e uscite dal perimetro di consolidamento. Tale flessione è principalmente riconducibile ad un rallentamento del mercato consumer e dei prodotti per ufficio e al decremento delle vendite di prodotti consumabili per l’informatica. Il margine operativo lordo migliora, in termini omogenei, dell’1% mentre il risultato operativo registra una flessione del 28% sempre in termini omogenei, rispetto allo stesso periodo del 2002.

DIRECTORIES

Nel semestre l’Area Directories, a fronte di una sostanziale stabilità dei ricavi che si attestano a 453 milioni di euro (-0,8% rispetto ai primi sei mesi dell’anno scorso) registra un margine operativo lordo di 233 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto al primo semestre 2002. Il risultato operativo è pari a 143 milioni di euro (+9,7%). In un mercato pubblicitario ancora fortemente recessivo, e per la flessione del tasso di cambio sterlina-euro, l’Area Directories ha appena concluso quello che (anche sulla base dell’andamento del portafoglio ordini) sarà  il trimestre più difficile dell’intero esercizio: i ricavi del secondo trimestre 2003 sono pari a euro 315 milioni, l’1,8% in meno rispetto allo stesso periodo del 2002. Questo a causa dell’andamento non positivo della raccolta pubblicitaria per i volumi pubblicati in alcune grandi città del nord, tra cui Milano, mentre nel centro-sud la crescita dei ricavi continua a essere sostenuta.

DIRECTORY ASSISTANCE

L’Area Directory Assistance chiude il semestre con ricavi in crescita del 9,6% a 87 milioni di euro, grazie al buon andamento di tutte le attività dell’Area e in particolare del servizio 89.24.24 Pronto PAGINE GIALLE e di Telegate. Il margine operativo lordo, pari a 16 milioni di euro, registra un forte miglioramento rispetto ai 5 milioni del primo semestre 2002. Il risultato operativo registra una perdita di 1 milione di euro, contro quella di 14 milioni di euro del primo semestre 2002.

BUSINESS INFORMATION

L’Area Business Information chiude il semestre con ricavi pari a 51 milioni di euro. Il margine operativo lordo è pari a circa 1 milione di euro (6 milioni di euro nel primo semestre 2002). Il risultato operativo, prima dell’ammortamento del goodwill, è negativo per 2 milioni di euro.


EVENTI SUCCESSIVI AL 30 GIUGNO 2003

• SCISSIONE DI SEAT PAGINE GIALLE S.p.A.

Il 1°agosto 2003 ha avuto efficacia l’operazione straordinaria di scissione parziale proporzionale di Seat Pagine Gialle S.p.A. (Società “Scissa”) già approvata dall’Assemblea degli Azionisti il 9 maggio 2003.
La Società Scissa ha assunto la denominazione di Telecom Italia Media. Alla Società Beneficiaria, che ha assunto la denominazione di Seat Pagine Gialle, sono state trasferite le attività delle Directories, di Directory Assistance e di Business Information.

• CESSIONE DI SEAT PAGINE GIALLE S.p.A.

L’8 agosto 2003 il Gruppo Telecom Italia ha perfezionato con il consorzio composto da BC Partners, CV Capital Partner, Permira e Investitori Associati, l’operazione di cessione della propria quota, pari a circa il 61,5% del capitale, della nuova Seat Pagine Gialle S.p.A.

§

A seguito dell’efficacia della scissione di Seat Pagine Gialle S.p.A., vengono riportati i dati pro-forma della Società Scissa (Telecom Italia Media) e della Società Beneficiaria (Seat pagine Gialle), ricostruiti partendo dal bilancio consolidato di Seat Pagine Gialle S.p.A. al 30 giugno 2003, come se la scissione avesse avuto effetto al 1°gennaio 2003.

DATI PRO-FORMA TELECOM ITALIA MEDIA
(SOCIETA’ SCISSA) RELATIVI AL PRIMO SEMESTRE 2003

I ricavi consolidati di Telecom Italia Media sono pari a 300 milioni di euro e registrano un incremento pari a 8 milioni di euro rispetto al primo semestre 2002 (292 milioni di euro). Il margine operativo lordo è pari a 4 milioni di euro e cresce rispetto allo stesso periodo del 2002 di 22 milioni di euro, il risultato operativo è negativo per 48 milioni di euro segnando un miglioramento di 28 milioni di euro rispetto al semestre 2002 (-76 milioni di euro). La disponibilità finanziaria netta di Telecom Italia Media ammonta a 89 milioni di euro ed è comprensiva del conguaglio di scissione calcolato sui valori patrimoniali risultanti al 30 giugno 2003,  che la società beneficiaria dovrà versare alla società scissa.

DATI PRO-FORMA SEAT PAGINE GIALLE
(SOCIETA’ BENEFICIARIA) RELATIVI AL PRIMO SEMESTRE 2003

I ricavi consolidati di Seat Pagine Gialle sono pari a 572 milioni di euro, in calo di 15 milioni di euro rispetto al primo semestre 2002 (587 milioni di euro), il margine operativo lordo è pari a 240 milioni di euro e registra una crescita di 14 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2002 e il risultato operativo è pari a 126 milioni di euro in aumento di 32 milioni di euro (94 milioni di euro nel primo semestre 2002) L’indebitamento finanziario netto di Seat Pagine Gialle ammonta a 695 milioni di euro ed è comprensivo del conguaglio di scissione calcolato sui valori patrimoniali risultanti al 30 giugno 2003,  che la società beneficiaria dovrà versare alla società scissa.

§

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia Media ha altresì adottato un proprio codice di autodisciplina, dando così conto delle scelte specifiche compiute dalla società in tema di Corporate Governance, in conformità alla best practice societaria internazionale.