Esaminati dal CdA i risultati preliminari del primo semestre 2003

24/07/2003 - 12:00

- + Text size
Stampa

GRUPPO SEAT PG


• Quadruplicato il risultato operativo del semestre a euro 80 milioni

• I ricavi crescono del 5,2% in termini omogenei

• Nel secondo trimestre i ricavi della Directory Assistance aumentano
      del 21,5% e Internet raggiunge un risultato operativo positivo


Il Consiglio di Amministrazione di Seat Pagine Gialle, presieduto da Riccardo Perissich, ha esaminato oggi i risultati preliminari (e ancora oggetto di revisione contabile)  del primo semestre dell’esercizio in corso.

- I ricavi consolidati del primo semestre  ammontano a euro 863 milioni e diminuiscono dello 0,9% rispetto allo stesso periodo del 2002 prevalentemente a causa delle dismissioni effettuate nell’ultimo anno: a parità di perimetro di consolidamento e al netto dell’effetto-cambi la crescita dei ricavi è del 5,2%. Nel secondo trimestre i ricavi ammontano a euro 518 milioni con una crescita in termini omogenei del 4,2% rispetto al periodo aprile-giugno del 2002.

- Grazie alle performance di quasi tutte le aree di business, il Margine operativo lordo consolidato (Mol) del semestre è pari a euro 246 milioni, in crescita del 17,3% rispetto ai 209 milioni della prima metà dell’anno precedente.

- Il risultato operativo consolidato del semestre (dopo l’ammortamento dei goodwill) è positivo per euro 80 milioni, quadruplicato rispetto ai 19 milioni del primo semestre 2002. 

- La generazione di cassa del periodo ha permesso di migliorare ulteriormente la posizione finanziaria netta che raggiunge euro 606 milioni rispetto ai 680 milioni del 31 dicembre scorso.

I dati definitivi della semestrale 2003 del gruppo Seat Pagine Gialle saranno sottoposti all’approvazione del Consiglio di Amministrazione il prossimo 1 settembre.

L’andamento delle Aree di Business

Nel semestre l’Area Directories, a fronte di una sostanziale stabilità dei ricavi a euro 453 milioni (-0,8% rispetto ai primi sei mesi dell’anno scorso), migliora il risultato operativo del 9,7% a euro 143 milioni. In un mercato pubblicitario ancora fortemente recessivo e anche a causa della flessione del tasso di cambio sterlina-euro, l’Area Directories ha appena concluso quello che (anche sulla base dell’andamento del portafoglio ordini) sarà  il trimestre più difficile dell’intero esercizio: i ricavi del secondo trimestre 2003 sono pari a euro 315 milioni, l’1,8% in meno rispetto allo stesso periodo del 2002.

L’Area Directory Assistance chiude il semestre con ricavi in crescita del 9,6% a euro 87 milioni, grazie ad un secondo trimestre in crescita del 21,4%, e con  un forte miglioramento del Mol a euro 16 milioni rispetto ai 5 milioni del primo semestre 2002.

L’ Area Internet registra nel semestre ricavi per euro 118 milioni in crescita del 79,1% rispetto al 2002,  grazie anche alla nuova modalità di riconoscimento dei ricavi del traffico Internet dial up introdotta nel 2003, e un margine operativo lordo in elevata crescita a euro 20,7 milioni, rispetto agli euro 1,2 milioni del semestre 2002. Da sottolineare in particolare che nel secondo trimestre l’Area  raggiunge per la prima volta un risultato operativo positivo (circa 100mila euro dopo l’ammortamento del goodwill), mentre il segmento dei portali consegue un Mol positivo.

L’Area Televisione, infine, chiude il semestre con ricavi in crescita del 22 % a euro 50,6 milioni (euro 41,5 milioni nel primo semestre 2002) e con una perdita a livello di risultato operativo in calo a euro 36 milioni rispetto a euro 43 milioni del periodo precedente.

***

Il Consiglio ha altresì provveduto a designare componenti dell’Organismo di vigilanza – istituito ai sensi del Dlgs. 231/2001 – i Signori: Stefano Braidotti (preposto al Controllo Interno); Giovanni Fiori (Membro del Collegio Sindacale); Mario Zanone Poma (Consigliere “indipendente”).