Il Consiglio di Amministrazione esamina risultati preliminari del Gruppo Seat al 31 dicembre 2002

12/02/2003 - 12:00

- + Text size
Stampa

• RICAVI IN CRESCITA: 1991 MILIONI DI EURO
(+1,7% RISPETTO AL 31.12.2001)

• MOL: 593 MILIONI DI EURO
(+ 33,6% RISPETTO AL 31.12.2001)

• RISULTATO OPERATIVO: 232 MILIONI DI EURO
( 31 MILIONI DI EURO AL 31.12.2001)

• L’INDEBITAMENTO SCENDE A 680 MILIONI DI EURO
(922 MILIONI DI EURO AL 31.12.2001)

Internet: MOL positivo per 10 milioni di euro (-61 milioni di euro al 31.12.2001)
 

Il Consiglio di Amministrazione di Seat Pagine Gialle, presieduto da Riccardo Perissich, ha esaminato oggi, su proposta dell’amministratore delegato Paolo Dal Pino, i risultati preliminari - ancora oggetto di revisione contabile - del Gruppo per l’esercizio concluso il 31 dicembre 2002.

I ricavi consolidati hanno raggiunto nell’esercizio 1.991 milioni di euro con una crescita dell’ 1,7% rispetto al 31.12.2001. Il margine operativo lordo ha registrato una crescita del 33,6% attestandosi a 593 milioni di euro (pari al 29,8% dei ricavi). Il risultato operativo si è incrementato dai 31 milioni di euro del 2001 ai 232 milioni di euro al 31.12.2002.

Il margine operativo lordo ed il risultato operativo conseguiti nel 2002 sono superiori alle previsioni. La crescita dei ricavi dell’area Directories, +3,4% a 1.182 milioni di euro, è in linea con le aspettative mentre la crescita dei ricavi consolidati è lievemente inferiore alle attese a causa del rallentamento delle vendite del gruppo Buffetti nell’ultimo trimestre 2002.

La  riduzione dell’indebitamento, dai 922 milioni di euro del 31.12.2001 ai  680 milioni di euro a fine 2002 deriva dal consistente cashflow operativo e dalle razionalizzazioni operate. E’ proseguita inoltre l’opera di ristrutturazione del gruppo: le società operative alla fine del 2002  si sono infatti ridotte a 100, circa la metà rispetto a quelle attive nel 2001.
I risultati ottenuti nel corso del 2002, pur a fronte di una persistente crisi del mercato pubblicitario, derivano da una importante azione di razionalizzazione e contenimento dei costi e dalla realizzazione di  sinergie tra le diverse aree di attività del gruppo che hanno portato, nonostante la contenuta crescita dei ricavi, a un significativo miglioramento dei margini operativi.

Il management di Seat PG ha riposizionato il gruppo sul proprio core business, ha rafforzato la presenza della società nei mercati in cui opera focalizzandosi sul modello multipiattaforma, ha ridefinito le attività e i processi interni, ha razionalizzato la struttura commerciale di gruppo. Le principali operazioni  poste in essere hanno riguardato il lancio di nuovi prodotti di editoria telefonica su carta e il costante sviluppo di quelli on line (telefono e Internet) in una logica di integrazione dei diversi mezzi.

Da segnalare la rinnovata offerta editoriale del portale Virgilio e la valorizzazione del suo motore di ricerca attraverso l’offerta alle aziende clienti di “Pagine Gialle On Line” della priorità di uscita e della presenza sui risultati delle ricerche (32.600 nuovi clienti in sei mesi).

In ambito internazionale la controllata tedesca Telegate, quotata al Neuer Markt di Francoforte, in collaborazione con la controllata inglese Thomson Directories, è entrata nel mercato britannico della Directory Assistance.

L’azione di riorganizzazione ha consentito, a livello di gruppo, una riduzione del personale rispetto a fine 2001 di  1.549 unità, da 9.264 a 7.715.

L’andamento delle Aree di Business

Nel corso del 2002 importanti recuperi di efficienza sono stati ottenuti in particolare nelle aree Internet, Directories e Directory Assistance (che insieme rappresentano il 73% dei ricavi aggregati).
Per la prima volta tutte le aree di attività hanno generato un margine operativo lordo positivo (con la sola eccezione della Televisione, dove peraltro si registra una riduzione delle perdite rispetto al 2001).

• L’area delle Directories raggiunge nell’esercizio 2002 ricavi per circa 1.182 milioni di euro con una crescita del 3,4% rispetto al 2001 e un significativo miglioramento dei margini di redditività, che a livello di MOL raggiunge  i 620 milioni di euro rispetto ai 587 milioni di euro del 2001. 
• MOL positivo anche per l’area Directory Assistance che passa da un valore negativo per 12 milioni di euro del 2001 a uno positivo di 21 milioni di euro dell’esercizio 2002.
• Internet conferma il MOL positivo a +10 milioni di euro rispetto ai -61 milioni di euro nel 2001. A fine dicembre, gli utenti attivi a 45 giorni hanno raggiunto 2.226.000, dei quali 450mila abbonati ai servizi Adsl. Anche Virgilio, nell’ultimo trimestre, ha registrato un MOL positivo.
• Anche per l’area Televisione sono stati rispettati gli obiettivi di riduzione delle perdite e si è registrato un miglioramento della redditività di La7.

§

Il CdA di Seat Pagine Gialle ha inoltre preso atto dell´avvenuto acquisto, in data odierna, di n.1.108.695 azioni ordinarie del capitale della controllata francese Consodata S.A.-  quotata al Nouveau Marché della borsa di Parigi - a seguito dell´esercizio da parte dei soci fondatori dell´opzione di vendita ad essi spettante in base all´accordo siglato originariamente dalla precedente gestione di Seat PG il 31 luglio 2000.
Attraverso tale operazione, avvenuta per il corrispettivo pattuito di 44 euro per azione - per un valore complessivo di circa 48,8 milioni di euro – Seat PG acquisisce un ulteriore  8,17% del capitale e dei diritti di voto della società, portando così la propria quota in Consodata S.A. al 98,60 %.

§

Procedura per la comunicazione al mercato delle informazioni price sensitive

ll Consiglio di Amministrazione, nell’ambito delle attività intraprese per la realizzazione delle regole di Corporate Governance, ha approvato la “Procedura per la comunicazione al mercato delle informazioni price sensitive”. Il documento stabilisce le modalità operative ai fini della diffusione al mercato di tale tipo di informazioni, individua le Funzioni e le Strutture  coinvolte nel processo, disciplinando anche la procedura da osservare in presenza di rumors o di richieste di informazioni da parte dei soggetti preposti alla vigilanza ed alla gestione del mercato. La procedura disciplina, inoltre, le attività da porre in atto in occasione dei  momenti di incontro della Società  con la comunità finanziaria e con la stampa.