Seat PG: approvati dal CdA il codice etico del Gruppo e il codice di comportamento della società in materia di insider dealing

11/12/2002 - 12:00

- + Text size
Stampa

CONVOCATA ASSEMBLEA AZIONISTI DI RISPARMIO

APPROVATI IL CALENDARIO EVENTI SOCIETARI 2003

Il Consiglio di Amministrazione di Seat Pagine Gialle S.p.A.,  riunitosi oggi sotto la Presidenza di Riccardo Perissich, ha approvato l’adozione del Codice Etico e del Codice di Comportamento della società in materia di Insider Dealing, in linea con la scelta  del gruppo Telecom Italia di rafforzare le proprie Regole di Corporate Governance rendendole ancora più efficienti ed allineate con le best practices internazionali e alle nuove regole richieste dall’Autorità di Mercato.

Il Codice Etico si colloca idealmente a monte dell’intero sistema di Corporate Governance e - come tale - riveste un’importanza basilare, in termini programmatici, quale corpus di principi per una conduzione degli affari eticamente orientata. Si tratta di un documento, che reca l’indicazione degli obiettivi e dei valori informatori dell’attività d’impresa, con riferimento ai principali stakeholders con i quali le società del Gruppo si trovano quotidianamente a interagire: azionisti, mercato finanziario, clienti, comunità, personale.

Il Codice di Comportamento in materia di Insider Dealing è stato redatto in ottemperanza alla disciplina recentemente introdotta da Borsa Italiana, che - come noto - comporta per le società quotate un obbligo di disclosure periodico, a partire dal 1° gennaio 2003, circa le operazioni effettuate sui titoli quotati dell’emittente e delle sue controllate, da  soggetti che possono accedere ad informazioni price sensitive.
Rispetto alla disciplina di riferimento elaborata da Borsa Italiana, il documento si caratterizza nei seguenti profili qualificanti:

- flessibilità nell’individuazione del novero delle persone assoggettate a obbligo di disclosure, al fine di poter tener conto anche di situazioni contingenti di accesso alle informazioni riservate;
- estensione dell’obbligo di comunicazione alle operazioni effettuate su strumenti finanziari quotati emessi dalle società controllanti (oltre che dalle controllate);

- sensibile riduzione delle soglie quantitative di rilevanza delle operazioni da segnalare al mercato con periodicità trimestrale (35.000 euro rispetto a 50.000 euro) ovvero immediatamente all’atto dell’effettuazione (80.000 euro rispetto a 250.000 euro);
- estensione dell’obbligo di trasparenza agli atti di esercizio di stock options o di diritti di opzione nonché a tutte le operazioni su strumenti finanziari emessi da società del Gruppo Olivetti-Telecom Italia, quand’anche realizzate nell’ambito di rapporti di gestione su base individuale di portafogli di investimento, in cui il cliente rinunci alla facoltà di impartire istruzioni;
- previsione di “black-out periods”, cioè di periodi predeterminati durante i quali le persone soggette alle previsioni del Codice non possono compiere operazioni.
 

Il Codice di Comportamento prevede poi un sistema sanzionatorio di particolare rigore che, per Amministratori e Sindaci, contempla la possibilità di proporre all’Assemblea la revoca dall’incarico.
L’entrata in vigore del Codice, nel rispetto del termine obbligatorio indicato dal Regolamento di Borsa, è stabilita per il 1° gennaio 2003.

***

Il Consiglio ha inoltre deliberato di convocare in Torino, per i giorni 27, 28, 29 gennaio 2003, rispettivamente in prima, seconda e terza convocazione, l´Assemblea Speciale dei possessori delle azioni di risparmio per deliberare in ordine alla nomina del Rappresentante comune.

***

Queste le date previste per le riunioni degli Organi Societari per l’anno 2003:

Calendario Riunioni Organi Sociali Anno 2003:

• 29 gennaio 2003 Assemblea Speciale dei possessori delle azioni di risparmio: nomina del Rappresentante comune.

• 12 febbraio 2003 CdA: Esame dei risultati preliminari del Gruppo Seat Pagine Gialle al 31 dicembre 2002

• 24 marzo 2003 CdA: Approvazione del progetto di bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2002. Avvalendosi dell’esonero previsto dall’art. 82, comma 2, della deliberazione Consob n. 11971/99 (e successive modifiche ed integrazioni), in luogo della pubblicazione della relazione trimestrale relativa al periodo ottobre-dicembre 2002, Seat metterà a disposizione del pubblico il progetto di bilancio di esercizio ed il bilancio consolidato al 31 dicembre 2002 entro 90 giorni dalla chiusura dell’esercizio.

• 5 maggio 2003 Assemblea di bilancio

• 5 maggio 2003 CdA: Approvazione del I° trimestre gennaio - marzo 2003

• 24 luglio 2003 CdA: Esame dei risultati preliminari del Gruppo Seat Pagine Gialle relativi al primo semestre 2003

• 3 settembre 2003 CdA: Approvazione relazione semestrale
gennaio - giugno 2003. Il suddetto documento sarà reso disponibile al pubblico entro settantacinque giorni dalla scadenza del semestre e, pertanto, ai sensi dell’art. 82 della deliberazione Consob n. 11971/99 (e successive modifiche e integrazioni) la relazione trimestrale relativa al secondo trimestre 2003 non verrà predisposta.

• 3 novembre 2003 CdA: Approvazione del 3° trimestre luglio - settembre 2003.

Le conference call per la presentazione dei dati contabili alla Comunità finanziaria saranno tenute di norma  il giorno successivo all’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione.

Nel caso in cui dovessero verificarsi eventuali variazioni delle date suindicate, le stesse saranno tempestivamente comunicate.