INWIT: ESAMINATO E APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2017

07/11/2017 - 19:15

- + Text size
Stampa


PRINCIPALI RISULTATI NEL TERZO TRIMESTRE 2017:

 

  • UTILE NETTO:  32,7 MILIONI DI EURO
    (+ 30,3 % RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DEL 2016)
  • EBITDA: 48,2 MILIONI DI EURO
    (+ 15,6% RISPETTO AL 3° TRIMESTRE 2016)
  • RICAVI: 88,0 MILIONI DI EURO
    (+ 4,9% RISPETTO Al 3° TRIMESTRE 2016)
  • INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO:  63,6 MILIONI DI EURO
    ( +6,0 MILIONI DI EURO RISPETTO AL 30 GIUGNO 2017)

 

  

PRINCIPALI RISULTATI NEI PRIMI NOVE MESI DELL’ANNO:

 

  • utile NETTO: 91,8  MILIONI DI EURO
    (+24,6 % RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DEL 2016)
  • ebitda: 138,8  milioni di euro
    (+14,3 % RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DEL 2016)
  • ricavi: 261,8  milioni di eurO
    (+5,2 % RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DEL 2016)

 

 

Il Consiglio di Amministrazione di Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. (INWIT), riunitosi oggi sotto la presidenza di Francesco Profumo, ha esaminato e approvato il Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017.

 

Principali Risultati al 30 settembre 2017

Nei primi nove mesi dell’anno INWIT ha confermato il trend di aumento dell’EBITDA grazie alla crescita del fatturato, guidato dal progressivo incremento dei ricavi verso i principali operatori radio, ed alla diminuzione dei costi di locazione passiva.

Più in dettaglio, nel terzo trimestre 2017 si evidenzia quanto segue:

I ricavi sono pari a 88,0 milioni di euro (83,9 milioni di euro 3Q’16), in crescita del 4,9 % rispetto allo stesso trimestre del 2016 di cui:

·   64,5  milioni di euro derivanti dal contratto di servizio verso TIM, il Master Service Agreement;

·  22,3  milioni di euro da altri clienti, tra cui i principali gestori mobili italiani e altri operatori di reti radio;

·   1,2 milioni di euro derivanti dai nuovi servizi e dalle ospitalità su siti di nuova realizzazione.

 

L’EBITDA  è pari a 48,2 milioni di euro (41,7 milioni di euro 3Q’16), con un margine sui ricavi del 54,8 % che riflette l’incremento dei tenant presenti sul parco siti e la riduzione dei costi di locazione degli spazi. La crescita dell’EBITDA 3Q’17 rispetto al 3Q’16 è di circa 6,5 milioni di euro, pari al 15,6 % .

L’utile netto del trimestre si attesta a 32,7 milioni di euro (25,1 milioni di euro 3Q’16), con un incremento del 30,3 % rispetto allo stesso trimestre del 2016.

Gli investimenti industriali al 30 settembre 2017 sono pari a 29,7  milioni di euro.  

L’indebitamento finanziario netto a fine trimestre è pari 63,6 milioni di euro in crescita di 6 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2016.

 

"I risultati del terzo trimestre confermano la solidità del percorso di  crescita della società. L’obiettivo di un incremento dell’EBITDA  “low teens”, che ci eravamo dati nel Piano, viene  raggiunto per il terzo trimestre consecutivo. I ricavi crescono perché cresce il numero di clienti che scelgono le nostre infrastrutture ed i costi diminuiscono grazie alla progressiva riduzione dei canoni di affitto, sottolinea Oscar Cicchetti, Amministratore Delegato di INWIT. Inoltre gli investimenti dedicati alle  infrastrutture innovative, come le microcelle e il backhauling in fibra, sono la garanzia per una crescita sostenuta anche in futuro. Ci sono tutte le condizioni per continuare a valorizzare i nostri asset e a cogliere le opportunità legate allo sviluppo delle reti wireless di nuova generazione".

 

***

 

Evoluzione prevedibile della gestione per l’esercizio 2017

Il mercato delle infrastrutture wireless  continua ad essere interessato da  un profondo processo di trasformazione e da una crescente domanda di servizi da parte degli operatori mobili e degli altri operatori di reti radio.

Gli Operatori Mobili hanno necessità di aumentare i punti di accesso per supportare le nuove architetture di rete e per rispondere alla crescente domanda di connessioni e traffico dati legata all’utilizzo di immagini e video nella comunicazione e nelle applicazioni private e professionali.

Crescono inoltre le reti radio di altri soggetti che forniscono servizi di public safety, wireless local loop, Internet of Things.

Tale contesto, accompagnato dalla crescente disponibilità degli operatori a condividere gli asset infrastrutturali, consente ad INWIT di continuare a incrementare il proprio  business tradizionale e di affermarsi nei nuovi  servizi confermando il piano di investimenti 2017-2019.

Gli elementi più rilevanti del percorso di crescita della Società inclusi nel Piano 2017 -2019 sono i seguenti:

· L’incremento del rapporto di co-tenancy, che in questo trimestre passa a 1.80x rispetto a 1.70x dello stesso periodo del 2016 e che si prevede possa continuare a crescere nei prossimi trimestri.

· La prosecuzione del piano di efficienza sui costi attraverso la razionalizzazione dei siti, la rinegoziazione dei contratti di affitto, e l’acquisizione dei terreni che ospitano i propri impianti.

· Lo sviluppo di nuovi business, sostenuto da  investimenti per la realizzazione di nuovi siti, delle microcoperture e del backhauling in fibra.

I risultati conseguiti e il piano di investimenti adottato ad oggi  consentono di confermare, in coerenza con le dinamiche descritte nel Piano 2017-2019, una progressiva crescita delle performance operative.

 

***

 

Eventi successivi al 30 settembre 2017

Non sono intervenuti fatti di rilievo successivi al 30 settembre 2017.


***

Tematiche di corporate governance

Il Consiglio di Amministrazione ha provveduto a nominare l’Ingegner Venanzio Iacozzilli Amministratore non esecutivo della Società in sostituzione della Dottoressa Elisabetta Colacchia, che ha rassegnato le proprie dimissioni lo scorso 31 luglio.

Il curriculum vitae del Consigliere Iacozzilli – che non detiene partecipazioni in azioni emesse dalla Società e resterà in carica fino alla prossima Assemblea – è disponibile sul sito internet della Società all’indirizzo www.inwit.it.

 

Il Consiglio ha approvato l’adozione del Regolamento di Gruppo, volto a definire il quadro di riferimento per l’esercizio dell’attività di direzione e coordinamento di TIM S.p.A. nei confronti di tutte le controllate del Gruppo, stabilendone principi, limiti, portata e modalità procedurali.

 

Il documento sarà reso disponibile sul sito internet della Società all’indirizzo www.inwit.it, nella sezione Governance/Sistema di governance.

 

***

 

I risultati economici e finanziari di INWIT al 30 settembre 2017 verranno illustrati alla comunità finanziaria durante una conference call che si svolgerà domani 8 novembre 2017 alle ore 10:30 (ora italiana). I giornalisti potranno seguire telefonicamente lo svolgimento della presentazione, senza facoltà di effettuare domande, collegandosi al numero: +39 06 33168.

La presentazione a supporto della conference call sarà preventivamente resa disponibile sul sito della società www.inwit.it nella sezione Investitori.

 

***

 

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili-societari, Rafael Giorgio Perrino, dichiara, ai sensi del comma 2, art. 154 - bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

 

Disclaimer   

Il presente comunicato contiene elementi previsionali su eventi e risultati futuri di INWIT che sono basati sulle attuali aspettative, stime e proiezioni circa il settore in cui INWIT opera e sulle attuali opinioni del management. Tali elementi hanno per loro natura una componente di rischio ed incertezza perché dipendono dal verificarsi di eventi futuri. Si evidenzia che i risultati effettivi potranno differire in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori tra cui: condizioni economiche globali, impatto della concorrenza, sviluppi politici, economici e regolatori in Italia.

 

Si segnala che le informazioni finanziarie relative al terzo trimestre 2017 di INWIT presenti in questo documento sono tratte dal Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017 di INWIT redatto in conformità degli International Financial Reporting Standards, emanati dall'International Accounting Standards Board ed omologati dall'Unione Europea (definiti come "IFRS"). Tale Resoconto intermedio non è soggetto a revisione.

 



Milano, 7 novembre 2017