INWIT: esaminata e approvata dal Consiglio di Amministrazione la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2016

25/07/2016 - 22:31

- + Text size
Stampa


  • NEI PRIMI SEI MESI DELL’ANNO REGISTRATO UN UTILE DI 48,6 MILIONI DI EURO
  • RICAVI SEMESTRE 164,9 milioni di euro
  • EBITDA SEMESTRALE 79,7 milioni di euro
  • PERFORMANCE SUL SECONDO TRIMESTRE IN NETTA CRESCITA RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DELLO SCORSO ANNO
  • UTILE 2Q’16: 25,1 MILIONI DI EURO (+17,6% RISPETTO STESSO PERIODO 2015)
  • RICAVI 2Q’16: 83,2 MILIONI DI EURO (+5,4% STESSO PERIODO 2015)
  • EBITDA 2Q’16: 40,8 MILIONI DI EURO (+16,7% STESSO PERIODO 2015)
  • INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO: 82,3 MILIONI DI EURO

 

DELIBERATO UN PERCORSO DI ACCELERAZIONE DEL BUSINESS CHE PREVEDE UN POTENZIALE INCREMENTO DI 150 MILIONI DI EURO DEGLI INVESTIMENTI E CONSEGUENTE CRESCITA ATTESA DELL’EBITDA 2016 - 2018 A DOPPIA CIFRA RISPETTO AL PIANO PRECEDENTE CHE  IPOTIZZAVA UNA CRESCITA AD UNA CIFRA

  • RADDOPPIA A 500 IL NUMERO DI SITI DA COSTRUIRE entro il 2018
  • ANTICIPATO DI DUE ANNI IL PIANO DI COPERTURA DELLE MICROCELLE: ENTRO IL 2018 SARANNO PIU’ DI 4MILA
  • ARRICCHITO PORTAFOGLIO DI OFFERTA: INCLUSO ANCHE IL BACKHAULING con l’obiettivo di collegare almeno 1.000 TORRI in 3 anni

 

Il Consiglio di Amministrazione di Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. (INWIT), riunitosi oggi sotto la presidenza di Francesco Profumo, ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2016.

 

Principali Risultati Consolidati al 30 giugno 2016

Nel primo semestre dell’anno i risultati si confermano in progressivo aumento in termini sia di fatturato verso i principali operatori radiomobili, sia di redditività delle proprie infrastrutture, con un ulteriore incremento del rapporto di co-tenancy e la prosecuzione del processo di contenimento dei costi di locazione passiva.

Il confronto con l’esercizio precedente considera solo i dati del secondo trimestre essendo l’azienda operativa solo dal 1 Aprile 2015.

I ricavi nel semestre sono pari a 164,9 milioni di euro (83,2 milioni di euro 2Q’16, in crescita del 5,4 % rispetto allo stesso trimestre del 2015 ), di cui:

  • 126,5 milioni di euro (63,3 milioni di euro 2Q’16) derivanti del contratto di servizio verso TIM, il Master Service Agreement;
  • 37,6 milioni di euro (19,3 milioni di euro 2Q’16) da altri clienti, tra cui tutti i principali gestori mobili italiani e altri operatori di reti radio;
  • 0,8 milioni di euro (0,6 milioni di euro 2Q’16) derivanti dalle ospitalità su siti di nuova realizzazione.

 

L’EBITDA è pari a 79,7 milioni di euro (40,8 milioni di euro 2Q’16), con un margine sui ricavi del 48,3% che riflette l’incremento dei tenant presenti sul parco siti e la riduzione dei costi di locazione degli spazi. La crescita dell’EBITDA 2Q’16 rispetto al 2Q’15 è di circa 6 milioni di euro, pari al 16,7%.

Il Risultato Operativo (EBIT) è pari a 73,1 milioni di euro (37,4 milioni di euro 2Q’16, incrementandosi del 15,8% rispetto allo stesso trimestre del 2015).

L’utile netto del semestre si attesta a 48,6 milioni di euro (25,1 milioni di euro 2Q’16, in crescita del 17,6 % rispetto allo stesso trimestre del 2015).

Gli investimenti industriali del semestre sono pari a 11,6 milioni di euro (7,8 milioni di euro 2Q’16) e includono l’acquisto di terreni e diritti di superficie nonché la realizzazione di nuove infrastrutture tradizionali (nuovi siti) e di nuova generazione (small cells).

L’indebitamento finanziario netto a fine semestre è pari 82,3 milioni di euro.

"I risultati positivi di questo semestre confermano la solidità del nostro business e ci spingono ad accelerare il nostro piano di crescita.” – commenta Oscar Cicchetti, Amministratore Delegato di INWIT. “Nel primo semestre del 2016 sono aumentati i ricavi ed il numero di clienti ospiti sui nostri impianti con una co-tenancy che ha raggiunto il livello di 1.67x. E’ proseguito il piano di riduzione dei costi ed il Margine sull’EBITDA si attesta tra i “best-in-class” intorno al 48,3%. I risultati fin qui conseguiti e le prospettive di crescita della domanda di infrastrutture wireless ci hanno portato a intraprendere un percorso di accelerazione che include un potenziale incremento degli investimenti nel triennio di ulteriori 150 milioni di euro che ci consentiranno di arricchire la nostra offerta, rafforzare la relazione con i nostri clienti, valorizzare la qualità dei nostri asset ed accelerare la crescita dei nostri margini e del nostro valore.

 

Accelerazione del Business Plan

In considerazione dei buoni risultati raggiunti nel primo semestre del 2016 e delle prospettive industriali, il Consiglio di Amministrazione ha approvato un percorso di accelerazione dello sviluppo che include un potenziale aumento di 150 milioni di euro di investimenti nel triennio 2016-18,  ed una crescita attesa dell’EBITDA a doppia cifra a fronte della precedente previsione di crescita ad una cifra.

I potenziali investimenti aggiuntivi di 150 milioni di euro di nel triennio 2016- 2018 sono focalizzati su tre aree::

  • Costruzione di oltre 500 nuovi siti a fronte di una maggiore domanda da parte di TIM e degli altri Operatori che stanno completando i piani di copertura 4G;
  • Realizzazione di almeno 4mila small cell per migliorare la qualità della copertura in aree ad alta densità di traffico e al fine di essere pronti ad accogliere le esigenze legate al 5G. In tal modo si anticipa al 2018 il raggiungimento del target di small cells previsto al 2020;
  • Completamento del portafoglio di offerta, in linea con gli altri tower operator,  con il servizio di backhauling in fibra: INWIT prevede di collegare almeno 1000 torri con un collegamento in fibra.

***

Evoluzione prevedibile della gestione per l’esercizio 2016:

Il mercato delle infrastrutture per radiomobili è interessato da un processo di trasformazione indotto dalla crescita di connessioni a banda larga, per effetto dell’utilizzo sempre più diffuso di immagini e video nella comunicazione e nelle applicazioni personali e professionali.  Tale incremento della domanda richiede l’espansione delle coperture 4G, nonché l’evoluzione delle architetture delle reti radiomobili che, per erogare velocità elevate e basse latenze, richiederanno un elevato numero di celle e microcelle.

In tale contesto, oltre ad attuare il piano di crescita dei contratti di ospitalità previsto nel contratto con TIM e a proseguire  il percorso di razionalizzazione e valorizzazione del proprio patrimonio, INWIT intende investire nello sviluppo delle infrastrutture ed in particolare nella realizzazione dei nuovi siti, delle microcoperture, nell’acquisizioni di terreni e nel Backhauling in fibra.

In tale contesto si prevede, in coerenza con le dinamiche descritte nel Piano 2016-2018, un graduale  miglioramento delle performance operativa per effetto delle azioni sopra indicate.

 

***

 

I risultati economici e finanziari consolidati del gruppo Inwit al 30 giugno 2016 verranno illustrati alla comunità finanziaria durante una conference call che si svolgerà domani 26 luglio 2016 alle ore 12:00 (ora italiana). I giornalisti potranno seguire telefonicamente lo svolgimento della presentazione, senza facoltà di effettuare domande, collegandosi al numero: +39 06 33168.

La presentazione a supporto della conference call sarà preventivamente resa disponibile sul sito della società www.inwit.it nella sezione Investitori.

***

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili-societari, Rafael Giorgio Perrino, dichiara, ai sensi del comma 2, art. 154 - bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

Disclaimer   

Il presente comunicato contiene elementi previsionali su eventi e risultati futuri di INWIT che sono basati sulle attuali aspettative, stime e proiezioni circa il settore in cui INWIT opera e sulle attuali opinioni del management. Tali elementi hanno per loro natura una componente di rischio ed incertezza perché dipendono dal verificarsi di eventi futuri. Si evidenzia che i risultati effettivi potranno differire in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori tra cui: condizioni economiche globali, impatto della concorrenza, sviluppi politici, economici e regolatori in Italia.  Si segnala che la Società è stata costituita in data 14 gennaio 2015 e ha avviato la sua operatività il 1 aprile 2015 e dati relativi al corrispondente periodo dell’esercizio precedente (relazione semestrale al 30 giugno 2015) include solo 3 mesi di operatività, pertanto non è utile ai fini del relativo confronto.

 

Milano, 25 luglio 2016