Telecom Italia: riunito il nuovo Consiglio di Amministrazione

15/04/2008 - 00:00

  • Telecom Italia: riunito il nuovo Consiglio di Amministrazione
- + Text size
Stampa

Riunito il nuovo Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia

GABRIELE GALATERI E FRANCO BERNABÈ CONFERMATI PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO

RINNOVATI I COMITATI INTERNI

Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia si è riunito oggi, 15 aprile 2008, dopo il rinnovo deliberato dall’Assemblea dei soci.

Il Consiglio di Amministrazione ha confermato nelle cariche di Presidente e Amministratore Delegato Gabriele Galateri di Genola e Franco Bernabé, con le attribuzioni e le responsabilità già in essere.

Conseguentemente al Presidente risultano attribuite, oltre alla rappresentanza legale della Società:
 la supervisione dell’elaborazione dei piani strategici, industriali e finanziari; nonché della loro realizzazione e del loro sviluppo;
 la supervisione della definizione degli assetti organizzativi;
 la supervisione dell’andamento economico e finanziario;
 la responsabilità di sovraintendere al processo di esame e definizione delle linee guida del sistema di controllo interno;

Spettano altresì al Presidente le responsabilità organizzative relative al coordinamento delle Funzioni General Counsel and Corporate and Legal Affairs e Public Affairs e di Telecom Italia Audit and Compliance Services S.c.a r.l..

All’Amministratore Delegato sono invece attribuite, oltre alla rappresentanza legale della Società, la responsabilità relativa al governo complessivo della Società e del Gruppo, ed in particolare:
 la responsabilità di definire, proporre al Consiglio di Amministrazione e quindi attuare e sviluppare i piani strategici, industriali e finanziari;
 la definizione degli assetti organizzativi;
 tutte le responsabilità organizzative per garantire la gestione e lo sviluppo del business, tramite il coordinamento delle articolazioni organizzative non attribuito al Presidente.

Il Consiglio di Amministrazione ha poi apportato alcune modifiche al Codice di Autodisciplina della Società (in corso di pubblicazione nella nuova versione sul sito www.telecomitalia.it), con particolare riferimento all’articolazione dei comitati interni.

Il Comitato Strategie è sostituito da un Comitato Esecutivo, con il compito di seguire l’andamento della gestione della Società e del Gruppo, approvare i macro-assetti organizzativi della Società ed esprimere un parere al Consiglio su budget e piani strategici, industriali e finanziari della Società e del Gruppo.

Al riguardo il Consiglio di Amministrazione ha preso atto della conferma dell'impegno assunto dai Consiglieri Alierta e Linares in merito alle materie relative al mercato delle telecomunicazioni brasiliano o ai mercati in cui sussistano situazioni analoghe a quelle esistenti in Brasile. Pertanto detti Consiglieri non parteciperanno né alla discussione, né al voto nel Comitato Esecutivo (oltreché nel Consiglio di Amministrazione), quando vengano esaminate proposte o materie afferenti ad attività di Telecom Italia o delle sue partecipate nel mercato delle telecomunicazioni brasiliano e argentino.

Il Comitato per la remunerazione evolve in “Comitato per le nomine e per la remunerazione”, aggiungendo alle attribuzioni già sue proprie, quella di proporre candidature al Consiglio in caso di sostituzione di un Consigliere indipendente.

Quanto alla composizione, mentre il Comitato Esecutivo è costituito dagli Amministratori Esecutivi (Presidente e Amministratore Delegato) e da amministratori non esecutivi e ne è Presidente lo stesso Presidente del Consiglio di Amministrazione, i restanti comitati sono composti da amministratori non esecutivi in maggioranza indipendenti, fra cui almeno un Consigliere tratto da una lista di minoranza.

Ulteriori modifiche del Codice di Autodisciplina sono volte al coordinamento del documento (il cui ultimo aggiornamento risaliva al marzo 2007) con le soluzioni di corporate governance di più recente adozione. In particolare, nel nuovo Codice di Autodisciplina

   sono identificate le operazioni che hanno incidenza notevole sull’attività della Società e del Gruppo, soggette a preventiva approvazione consiliare (criteri adottati nel novembre 2007); 
    è introdotto espresso richiamo al regolamento disciplinante la figura del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili della Società (regolamento approvato nel novembre 2007);
    vengono allineate le previsioni in materia di operazioni con parti correlate alle nuove regole di condotta in materia (approvate a marzo, e in corso di implementazione operativa).

Il Consiglio di Amministrazione ha infine provveduto alla costituzione dei tre Comitati, chiamando a far parte rispettivamente:

   del Comitato Esecutivo: i Consiglieri Gabriele Galateri - Presidente, Franco Bernabè - Amministratore Delegato, Roland Berger (indipendente), Julio Linares, Gaetano Micciché, Aldo Minucci, Gianni Mion, Renato Pagliaro;
   del Comitato per il controllo interno e per la corporate governance: i Consiglieri Paolo Baratta (indipendente tratto da lista di minoranza), Elio Cosimo Catania (indipendente), Jean Paul Fitoussi (indipendente), Aldo Minucci;
   del Comitato per le nomine e la remunerazione: i Consiglieri Elio Cosimo Catania (indipendente), Berardino Libonati, Luigi Zingales (indipendente tratto da lista di minoranza).

                                                            * * *

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì proceduto all’accertamento dei requisiti dei suoi componenti (in numero di 15, di cui 5 in possesso dei requisiti di indipendenza previsti dal TUF e dal Codice di autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A.: Paolo Baratta, Roland Berger, Elio Cosimo Catania, Jean Paul Fitoussi, Luigi Zingales) e alla verifica della compatibilità degli incarichi dai medesimi ricoperti al di fuori della Società con lo svolgimento dell’incarico di amministratore di Telecom Italia.