TIM a supporto del nuovo mondo del lavoro TIM a supporto del nuovo mondo del lavoro

TIM a supporto del nuovo mondo del lavoro

I servizi e le tecnologie innovative disponibili

- + Text size
Stampa

TIM si afferma come partner tecnologico ideale per abilitare aziende e Pubbliche Amministrazioni all’adozione dello Smart Working grazie alla ricca suite di soluzioni offerte. Ecco come diventa più facile lavorare da remoto.

Il mondo del lavoro è cambiato e sono cambiati tempi ed esigenze delle persone che svolgono attività professionali.

Grazie al progresso tecnologico, perfino il tempo e lo spazio diventano due coordinate modulabili: dal punto di vista professionale, questa trasformazione apre a nuove e fondamentali opportunità di crescita.

Si tratta di un cambiamento che corre a un ritmo senza precedenti nella storia delle evoluzioni industriali: questo perché si tende erroneamente a considerare il progresso tecnologico come un fenomeno lineare e non esponenziale. Basti pensare, invece, come la capitalizzazione di mercato delle prime 15 aziende digitali dal 1995 al 2015 sia salita da 14 a 2.443 miliardi di dollari.

Nel mondo del lavoro si sta passando dal transazionale all’esperienziale, e le persone sono il motore di questa trasformazione, dato che non esiste un cambiamento digitale senza competenze digitali. Lo Smart Working, se realizzato in maniera sistematica, supporta questo percorso.

La trasformazione digitale rivoluziona il ruolo:
- dei clienti, sempre più influenti per quanto riguarda i processi produttivi: i feedback bottom up, su prodotti e servizi, non sono mai stati così essenziali;
- dei dipendenti, che vedono aumentare la loro influenza nel contesto dei processi aziendali;
- delle organizzazioni: si passa da ambienti rigidi ad ambienti più fluidi, meno gerarchici.

A una elevata mobilità del lavoratore corrisponde altrettanta flessibilità; a una corretta flessibilità corrisponde maggiore efficienza. Non c’è da stupirsi quindi se in Italia circa il 50% delle grandi aziende dichiara di praticare forme di Smart Working. Si tratta di una rivoluzione gestionale che si sta gradualmente espandendo anche tra le Piccole e Medie Imprese. Non c’è da stupirsi nemmeno se in Parlamento sono in discussione alcuni disegni di legge sullo Smart Working, norme che regolamenteranno il lavoro agile e gli incentivi fiscali legati alla produttività in ottica di efficientamento del costo lavoro.

Come ormai è sempre più evidente - e come TIM sostiene - lo Smart Working è il modello vincente in un mondo del lavoro sempre più flessibile: una rivoluzione mirata a investire nei settori in cui, tradizionalmente, non si lavora da remoto.
Una rivoluzione che TIM sta sperimentando con ottimi riscontri.

Il progetto Smart Working in TIM: dall’esperienza diretta alla diffusione di tecnologie e servizi su larga scala

Policy organizzative, diffusione di tecnologie digitali, ottimizzazione degli spazi aziendali e change management di stili e comportamenti di leadership: questi gli approcci adottati da TIM, che insieme alle importanti dimensioni dell’azienda e delle persone coinvolte, garantiscono una posizione da leader sul mercato.

Dall’esperienza interna da parte della popolazione aziendale e dalla collaborazione pluriennale con il Politecnico di Milano è nato un know how, che ha permesso di dar vita a un ricco bouquet di soluzioni per un nuovo modo di lavorare agile.

Soluzioni che TIM ha scelto di esternalizzare e trasformare in una vera e propria offerta di servizi modulabili ai bisogni specifici delle aziende.

Si tratta, insomma, di una doppia opportunità per TIM: dal punto di vista aziendale, lo Smart Working ha permesso una decisa revisione dei modelli di lavoro, una riorganizzazione degli spazi e il miglioramento del worklife balance; dal punto di vista del mercato, TIM gioca un ruolo fondamentale nella diffusione di suite di soluzioni ampiamente modulabili sulla domanda e già sperimentate “in casa”.

Focalizzandosi su mobilità, Unified Communication & Collaboration (UCC), ottimizzazione dei layout fisici, servizi Human Resources, welfare aziendale e un corretto equilibrio vita-lavoro, TIM permette alle aziende di implementare lo Smart Working in maniera personalizzata, rapida ed efficace.

Un’offerta modulare

L’offerta di TIM, a supporto dello Smart Working, è decisamente differenziata: la sua punta di diamante è, senza dubbio, Nuvola IT Comunicazione Integrata, una vera postazione convergente che integra telefono, PC e device mobile, offrendo funzionalità di collaborazione attraverso VoIP, Instant Messaging e Videoconference.

Ulteriori offerte spaziano da soluzioni di multi-videoconference e Call Center multicanali a soluzioni dedicate alla gestione documentale - firma grafometrica, firma digitale e Certification Authority; da soluzioni di UCC a soluzioni Cloud ad hoc su scala aziendale (perché sia le piccole sia le grandi aziende hanno bisogno di un back up sicuro da cui rintracciare, ovunque, i propri dati) a soluzioni di dematerializzazione dei documenti e sicurezza dei dispositivi; senza dimenticare l’implementazione di applicazioni mobili capaci di offrire flessibilità a mansioni che prima non ne beneficiavano.

La priorità è sempre la stessa: creare soluzioni che rispondano ai bisogni del cliente.
In qualità di asset tecnologico strategico, la massima flessibilità è una promessa che TIM è capace di mantenere.

Le nuove tecnologie e il futuro dello Smart Working

Lo scenario in cui si orientano le aziende, dalle più piccole alle più grandi, è indubbiamente sempre più smart.
TIM si propone come il ponte tra la crescente Digital Experience delle persone e la realtà aziendale, un ponte costruito e irrobustito da un’infinita serie di innovazioni tecnologiche.

Lo Smart Working è un investimento funzionale a risultati sia a breve che a lungo termine. Nel breve, in termini di efficienza, razionalizzazione dei tempi e allocazione dei costi; in una prospettiva più a lungo termine, è un insieme di strategie che può rivelarsi un trampolino da cui spiccare il volo verso il futuro.

Lo Smart Working come valore condiviso

Oltre all’aspetto prettamente tecnologico, le offerte TIM tengono conto di quanto appreso grazie alla collaborazione con l’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano. Le soluzioni commerciali e tecnologiche riflettono quindi un processo che si caratterizza come significativo cambio culturale e deve seguire alcuni passaggi rilevanti:

- coinvolgimento di Top Management ed Executive
- definizione - e monitoraggio puntuale - di tabella di marcia e risultati
- impostazione e diffusione interna di valori aziendali coerenti con il lavoro “agile”
- ricorso alla tecnologia come strumento chiave del lavoro “smart”
-  impiego di cloud e nuovi modelli a servizio per utilizzare soluzioni scalabili, flessibili e sempre aggiornate

Lo Smart Working non è più, esclusivamente, materia di ricerca accademica: è una realtà pronta per entrare nelle aziende.
Attraverso le sue offerte, TIM promuove un cambio culturale
, una visione del mondo che facilita il passaggio verso il lavoro agile e l’aumento di produttività, un mondo in cui le persone lavorano spinte dalla passione, conciliando vita lavorativa e privata.