10 personaggi femminiliche sono passati alla storia 10 personaggi femminiliche sono passati alla storia

10 personaggi femminili
che sono passati alla storia

Giovanna d'Arco e le eroine storiche

- + Text size
Stampa

Giovanna d'Arco è solo una delle donne che hanno cambiato la storia: sono molte, infatti, le figure femminili che in epoche diverse e in ogni parte del mondo hanno contribuito a momenti storici ed a conquiste sociali importanti.
Ancora oggi ognuna di queste donne racconta una storia di passione e di impegno dalla quale possiamo imparare qualcosa.

Ecco informazioni e brevi cenni biografici su alcuni di questi personaggi femminili:

Giovanna d'Arco (1412 – 1431)

Giovanna d'Arco (1412 – 1431)

Contadina lorense, si sentì chiamata da Dio per liberare la Francia occupata dagli inglesi durante la Guerra dei Cent’anni.
Nel 1429, a soli 17 anni, liberò la città di Orléans e il territorio francese fino a Reims permettendo a Carlo VII di essere consacrato Re. Nel 1431 fu arsa sul rogo dagli inglesi nella pubblica piazza di Rouen, con l’accusa di stregoneria ed eresia.

Olympe de Gouges (1748 – 1793)

Olympe de Gouges (1748 – 1793)

Drammaturga francese che visse durante la rivoluzione francese.
Prese posizione contro la schiavitù e per l’uguaglianza politica e sociale tra uomo e donna.
Sul carro che la condusse alla ghigliottina, affermò: «Le donne avranno pur diritto di salire alla tribuna, se hanno quello di salire al patibolo».

Rosa Parks (1913 – 2005)

Rosa Parks (1913 – 2005)

E’ stata un'attivista afroamericana, figura-simbolo del movimento per i diritti civili, famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus ad un bianco: Rosa Parks fu arrestata e incarcerata per condotta impropria e per aver violato le norme cittadine che obbligavano i neri a cedere il proprio posto ai bianchi nel settore comune.
Il suo gesto diede origine al boicottaggio degli autobus a Montgomery.

Alena Arzamasskaia (morta nel 1670 in Russia, Regione del Volga)

Alena Arzamasskaia  (morta nel  1670 in Russia, Regione del Volga)

Conosciuta come la “Giovanna d’Arco russa”, fece la sua comparsa durante la guerra dei contadini del 1670-1671  quando per oltre due mesi guidò un esercito di 2.000 insorti arroccati nella fortezza di Temnikov. Dopo la presa della fortezza, Alena Arzamasskaya fu torturata e condannata al rogo, come ribelle ed eretica, con l’accusa di stregoneria.

Anita Garibaldi (1821 – 1849)

Anita Garibaldi (1821 – 1849)

Rivoluzionaria brasiliana, donna combattiva e coraggiosa, moglie di Giuseppe Garibaldi, è conosciuta come l’Eroina dei Due Mondi.
Appena diciottenne, si innamorò perdutamente di un uomo tanto più grande, lo seguì nelle sue pericolose avventure sostenendo i suoi ideali, gli diede quattro figli e morì mentre aspettava il quinto.

Irma Bandiera (1915 – 1944)

Irma Bandiera (1915 – 1944)

Di famiglia benestante, divenne combattente partigiana nella VII brigata GAP Gianni Garibaldi di Bologna col nome di battaglia di Mimma.
Catturata dai fascisti dopo aver trasportato armi alla base di Castel Maggiore della sua formazione, venne torturata e infine fucilata nell’agosto 1944. Per i suoi meriti  ottennere la Medaglia d'oro al valor militare (alla memoria).

Ipazia (355/370 – 415)

Ipazia (355/370 – 415)

Matematica, astronoma e filosofa greca antica, fu maestra di scienza e di sapienza ma anche di impegno civico e soprattutto icona della libertà di pensiero . Venne assassinata dalle milizie fondamentaliste cristiane del vescovo Cirillo nella primavera del 415.

Harriet Tubman (1822 – 1913)

Harriet Tubman (1822 – 1913)

E’ stata un'attivista afroamericana dell'abolizionismo della schiavitù e in seguito attivista del movimento per il suffragio femminile. E’ conosciuta anche come "Mosè della gente nera".
Con circa 13 missioni riuscì a salvare una settantina di amici e familiari in condizioni di schiavitù avvalendosi della Underground Railroad, una rete di attivisti abolizionisti, itinerari segreti e luoghi sicuri.

Eleonora de Fonseca Pimentel (1752 – 1799)

Eleonora de Fonseca Pimentel  (1752 – 1799)

Intellettuale napoletana, è stata una patriota e politica italiana.  Protagonista della rivolta del 1799 e condannata a morte quando i Borboni tornarono a riprendere il potere, rappresenta una delle figure più rilevanti della breve esperienza della Repubblica Napoletana del 1799, anno in cui venne impiccata.

Mariana Pineda (1804 – 1831)

Mariana Pineda (1804 – 1831)

Eroina liberale spagnola del periodo delle lotte tra liberalismo e assolutismo: nel 1831 le autorità vennero a sapere che in Andalusia si preparava una grande insurrezione liberale e che Mariana Pineda stava ricamando una bandiera per gli insorti. Trovata a casa sua con la bandiera e il telaio, venne incarcerata e rapidamente condannata per delitto capitale.