Lezione Sul Progresso #3 Lezione Sul Progresso #3

Lezione Sul Progresso #3

Oltre gli OGM: cosa mangeremo quando saremo 10 miliardi sulla terra?

- + Text size
Stampa

Lezione Sul Progresso #3 – “Oltre gli OGM: cosa mangeremo quando saremo 10 miliardi sulla terra?”

Davide Oldani, chef, e Michele Stanca, genetista vegetale, si confrontano sul tema: “Oltre gli OGM: cosa mangeremo quando saremo 10 miliardi sulla terra?”

Rivedi la Lezione #3 on demand

Lezione #3 - Oltre gli OGM: cosa mangeremo quando saremo 10 miliardi sulla terra?

Gli Organismi Geneticamente Modificati sono il frutto di una tecnologia che può essere usata per rispondere ad esigenze di clima o sfamare la popolazione, riuscendo anche a produrre molecole utili addirittura a combattere malattie rare.

Fino a che punto potrà arrivare?

Lo chef Davide Oldani ha incontrato il Professore Michele Stanca,  genetista di fama internazionale, per parlare di come nel futuro cambieranno le abitudini alimentari e il cibo grazie alle nuove scoperte scientifiche e tecnologiche.

100mila anni fa, ad esempio, non esistevano il grano duro e nemmeno quello tenero, c’era il monococco che attraverso il trasferimento del genoma ha dato origine al farro di cocco prima, e al grano tenero poi.

Un processo naturale che ora l’uomo può replicare.

La lezione è stata un’occasione di approfondimento scientifico e di analisi dell'impatto ambientale e socio-economico dei cibigeneticamente modificati.

Ha moderato l'incontro Natasha Stefanenko, presentatrice e modella, laureata in Ingegneria metallurgica.

Michele Stanca

Michele Stanca, genetista vegetale
Michele Stanca, genetista vegetale

Nazionale delle Accademie per le Scienze Applicate allo Sviluppo dell’Agricoltura, Sicurezza Alimentare e alla Tutela Ambientale UNASA.

Vanta un curriculum di eccellenza fin dalla sua laurea in scienze agrarie; è autore di oltre 350 pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali, libri e capitoli di libri.

È membro della commissione per le Biotecnologie del MiPAAF, accademico dell’Accademia Nazionale di Agricoltura di Bologna.

Attualmente è Professore a contratto di “Miglioramento genetico e OGM in agricoltura” presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e Membro del Comitato dei Garanti per le Scienze Agrarie, Tecnologie Alimentari e Scienze Veterinarie del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR); Docente dell’Advanced Course on Plant Breeding presso il CIHEAM di Saragoza.

È stato Direttore del Centro di ricerca per la genomica e la postgenomica animale e vegetale di Fiorenzuola d’Arda e dell’Unità di ricerca per la genomica e postgenomica di Metaponto - Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura (CRA).

È stato Presidente della Sezione Cereali della European Association of Plant Breeding Research – EUCARPIA, ed è tuttora rappresentante italiano in EUCARPIA.

È Presidente Onorario dell’AISSA (Associazione Italiana delle Società Scientifiche Agrarie). Membro dell’International Barley Genetics Committee e del Consorzio Europeo “Barley Genome Network”. Coordinatore del Progetto “Sequenziamento genoma frumenti: Mappa fisica del Cromosoma 5A” nell’ambito dell’International Wheat Genome Sequencing Consortium. 

È stato Presidente della Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA) e membro del Consiglio Direttivo della Federazione Italiana Scienze della Vita (FISV).

È coordinatore del Comitato “Biologia Agraria” e membro del Consiglio Accademico dell’Accademia dei Georgofili.

Leggi di più

Davide Oldani

Davide Oldani, chef e ideatore della cucina Pop
Davide Oldani, chef e ideatore della cucina Pop

Davide Oldani, ideatore della cucina pop – caratterizzata da alta qualità e accessibilità - ha aperto nel 2003 il suo ristorante, il D’O, a Cornaredo in provincia di Milano, suo paese d’origine. Dopo un anno di attività, le più autorevoli guide gastronomiche lo annoverano fra i grandi chef della cucina italiana.

Le esperienze precedenti l’apertura del D’O, lo avevano visto a fianco di Gualtiero Marchesi, Albert Roux, Alain Ducasse, Pierre Hermé.

Nel dicembre 2008 ha ricevuto l’Ambrogino d’oro dal Comune di Milano.

Nel maggio 2014 ha visto nascere il Davide Oldani Cafè – nella nuova Piazza del lusso in un’area dell’Aeroporto di Malpensa a Milano.

È stato nominato Ambassador EXPO 2015.

 Ha pubblicato Cuoco andata e ritorno (2008), La mia cucina pop, L’arte di caramellare i sogni (2009), La nuova grande cucina italiana (2010), Il giusto e il gusto (2012), Storie di sport e cucina (2013), Chefacile (2013), POP FOO’D – La cucina NON regionale italiana (2015).

Da 14 anni collabora con il mensile La Cucina Italiana. Redige settimanalmente, per Sport Week, una rubrica di cucina pop e sport.

La sua attività di designer, nata dall’osservazione quotidiana dell’ospite, rispecchia quella di cuoco: tavoli, sedie, piatti, posate e bicchieri sono ispirati al POP: semplici, funzionali, eleganti.

I marchi creati per il design sono: “IDish” – “assiette D’O” – “H2D’O”. I nuovi format con: “FOO’D” - “Davide Oldani Cafè” - “CucinaPOP”.

Leggi di più

La mia cucina POP è nata dal desiderio di amalgamare l’essenziale con il ben fatto, il buono con l’accessibile, l’innovazione con la tradizione

Davide Oldani, Chef