- + Text size
Stampa

Ancora scienza e tecnologia, questa volta applicate al miglioramento genetico delle piante. Il tema della terza delle "Lezioni sul progresso" è approfondito in  questa pagina con  la videointervista a Pierdomenico Perata. Perata ci parla della nascita dell'agricoltura moderna, intesa come l'avvio della ricerca consapevole di tecniche per migliorare geneticamente le piante che coltiviamo, per renderle più ricche nei valori nutrizionali, più sane ed adattabili ai cambiamenti climatici. Con tecnologie come gli OGM ma anche con nuove metogologie genetiche. Della nutraceutica, parola forse non comune che indica una scienza giovane che studia il rapporto fra la nutrizione e la prevenzione delle malattie. Sentiremo, per esempio, come sia possibile arricchire il pomodoro con elementi nutritivi normalmente non presenti in questa pianta.

Pierdomenico Perata

La sua  attività di ricerca si è svolta nell’ambito della Fisiologia delle Piante, di cui è fra i massimi esperti internazionali. Temi di studio sono la fisiologia degli stress, la interazione tra metabolismo primario e fisiologia ormonale, la sintesi di pigmenti di interesse nutraceutico. Le sue  ricerche di fisiologia molecolare dell’ipossia nelle piante hanno portato alla recente scoperta del sensore dell’ossigeno.