Quale Europa vuoi nel 2020? Quale Europa vuoi nel 2020?

Quale Europa vuoi nel 2020?

La strategia europea 2020: a Milano per fare il punto 

- + Text size
Stampa

Il 19 Giugno Expo 2015 ospiterà la conferenza internazionale Last Call to Europe 2020 allo scopo di promuovere l'impegno delle aziende più avanzate in Europa nello sviluppo dell'Agenda europea sulla sostenibilità.

La conferenza internazionale sarà l'opportunità per incontrare le imprese all'avanguardia che possono contribuire al raggiungimento dei traguardi indicati nella strategia europea 2020 in materia di occupazione, ricerca e sviluppo, sostenibilità energetica, istruzione, lotta alla povertà e all'emarginazione. Ci sono ancora 5 anni per realizzare la crescita auspicata dal documento e questa sarà l'occasione per fare il punto della situazione sugli obiettivi raggiunti e su quelli ancora da raggiungere.

La strategia europea 2020: contenuti principali

La strategia europea 2020 promuove un'economia intelligente, sostenibile e inclusiva per l'Europa. Cosa vuol dire?

  • intelligente: che sviluppi una crescita basata sulla conoscenza e sull'innovazione;
  • sostenibile: che promuova un'economia più efficiente, più verde e più competitiva;
  • inclusiva: che aumenti il tasso di occupazione e favorisca la coesione sociale e territoriale.

Promuove una crescita che consenta di uscire più forti dalla crisi e di caratterizzare l'UE con alti livelli di occupazione, innovazione, istruzione, integrazione sociale e sostenibilità ambientale. Sono infatti questi cinque punti a guidare il processo di cambiamento europeo e a essere stati tradotti da ogni stato membro in obiettivi nazionali.

Una crescita intelligente: l'Agenda Europea del digitale

Una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, queste tre priorità sono state declinate in sette iniziative proposte dalla Commissione per consolidare la strategia 2020: tra queste l'Agenda Europea del digitale, concepita per accelerare la diffusione di internet ad alta velocità.

L'obiettivo è trarre benefici sociali ed economici sostenibili da un mercato unico del digitale basato sull'internet veloce e superveloce, garantendo a tutti l'accesso alla banda larga, a tutti una maggiore velocità di navigazione (30 Mbps o più) e favorendo l'abbonamento a connessioni internet di oltre 100 Mbps per almeno il 50% delle famiglie europee.

La Commissione sta lavorando per promuovere l'accesso a internet da parte di tutti i cittadini europei con azioni mirate di alfabetizzazione digitale e accessibilità all'interno di un quadro giuridico stabile ed equilibrato che incentivi gli investimenti creando così un mercato senza frontiere per i servizi online e i relativi contenuti.

A livello nazionale, questo si traduce in strategie operative per internet ad alta velocità, in un quadro legislativo che permetta di coordinare i lavori pubblici in modo da ridurre i costi di ampliamento della rete, che promuova il mercato unico, la banda larga, la ricerca e l'innovazione, la diffusione e l'uso dei moderni servizi online come e-government, sanità digitale, domotica, sicurezza digitale ed economia green.

In Italia, l’Agenda Digitale si propone di stimolare la crescita economica del Paese tramite incentivi all’utilizzo della tecnologia (anagrafe unica, identità digitale, fatturazione elettronica, pubblica amministrazione, sanità, istruzione e giustizia digitale, smart communities) a fronte di significativi risparmi per la pubblica amministrazione. 

Il contributo di Telecom Italia

Telecom Italia si è mossa e continua a muoversi nella direzione dell'innovazione e della tecnologia per un mondo digitale in cui gli standard di vita siano migliori per i singoli individui e per le imprese. In linea con le intenzioni e le strategie dall’Agenda Digitale Italiana si fa promotrice della trasformazione digitale in corso accrescendo l'impegno negli investimenti sulle reti di nuova generazione (come previsto dal piano industriale 2015-2017).

In quest'ottica Telecom Italia ha realizzato un programma d’investimenti straordinari nella copertura NGN e LTE, prevedendo di raggiungere alla fine del 2017 il 75% della popolazione con una connessione ad alta velocità da rete fissa e oltre il 95% della popolazione con la rete mobile di quarta generazione 4G.

Inoltre il nuovo Piano rafforza ulteriormente il percorso di innovazione tecnologica già intrapreso nell’ultimo anno e continuerà ad essere focalizzato anche sullo sviluppo delle piattaforme dell’IT Digital, dei Data Center e dei Big Data per l’offerta di servizi innovativi e digitali utili al cittadino (sanità e pubblica amministrazione elettroniche, domotica, identità digitale, sistemi di pagamento elettronici etc.).

Telecom Italia è partner dell'evento LAST CALL to Europe 2020

Last Call to Europe 2020 è un evento organizzato da Fondazione Sodalitas, la prima realtà a promuovere la Sostenibilità d’Impresa in Italia e a contribuire all’evoluzione del ruolo dell’impresa a livello economico e sociale. Si impegna a realizzare un futuro sostenibile unendo l'impegno di più di 100 imprese leader e di un gruppo di manager volontari.

La conferenza sarà l'occasione per presentare il Milan Manifesto – Enterprise 2020 che indicherà le priorità e gli impegni delle imprese più avanzate di tutta Europa per costruire un futuro di crescita e inclusione.

Si avvicenderanno oltre 50 relatori internazionali. Tra i nomi confermati:

  • Diana Bracco, Presidente di Fondazione Sodalitas e di Expo 2015
  • Etienne Davignon, Presidente di CSR Europe
  • Emma Marcegaglia, Presidente di BusinessEurope
  • Arnaud Mourot, Co-Direttore di Ashoka Europe
  • Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria e Mapei