Grazie alla radio cresce la conoscenza del crowdfunding Grazie alla radio cresce la conoscenza del crowdfunding

Grazie alla radio cresce la conoscenza del crowdfunding

Presentati i dati della ricerca effettuata da Radio 105 in merito alla raccolta fondi digitale.

- + Text size
Stampa

Uno dei media storici come la radio è ancora in grado di attrarre il target dei più giovani, permettendo di accrescere la loro conoscenza anche sui temi più innovativi e digitali. A dirlo sono i risultati di una ricerca condotta tra ascoltatori radiofonici under 30.

Non sono bastate le televisioni di ultima generazione o gli smartphone iperconnessi alla rete per mandare in pensione uno dei mezzi di comunicazione più antichi e ancora oggi in uso come la radio. Insieme alla stampa, infatti, la radio ha rappresentato uno degli strumenti mediatici che hanno dettato i tempi storici dell’intero secolo scorso ma, nonostante i 100 anni e più d’età, il suo appeal comunicativo e culturale è rimasto intatto, soprattutto sul target dei giovani. Ragazzi e ragazze, infatti, non solo trascorrono il loro tempo sulle modulazioni di frequenza per ascoltare le ultime hit del momento, ma si informano e accrescono le loro conoscenza circa le ultime tendenze in tema di smart society. A dirlo è una ricerca condotta lo scorso novembre da Radio 105 e NCP in ambito crowdfunding che ha dimostrato come, in soli 4 mesi di attività radiofonica, si siano potuti completamente sovvertire i dati raccolti a giugno 2015 da una precedente indagine di Lorien Consulting.

Il crowdfunding diventa una parola di uso comune sulle FM

A giugno 2015 il campione di giovani dai 18 ai 34 anni intervistato Lorien Consulting dimostrava di conoscere con esattezza il termine crowdfunding solo nel 4% dei casi. Un dato davvero irrisorio per il fenomeno di raccolta fondi che avviene attraverso il web, finalizzato alla realizzazione di un progetto o di un obiettivo, già molto in voga negli Stati Uniti e che da qualche anno sta entrando nelle dinamiche smart del web anche in Italia. Sempre dallo scorso giugno, per 4 mesi, Radio 105 in collaborazione con TIM e la sua innovativa piattaforma di crowdfunding WithYouWeDo ha lanciato un’iniziativa radiofonica, SmartUp, tesa a far conoscere le potenzialità di questo fenomeno: i risultati sono stati straordinari. A fine novembre, restringendo addirittura il target degli intervistati – dai 19 ai 30 anni – la conoscenza del termine crowdfunding è schizzata al 55,5%, con un formidabile +51,5%.

L’impegno di TIM con WYWD

Il risultato sbalorditivo è frutto della forza del messaggio radiofonico, veicolato da Radio 105, e dell’intenso lavoro da parte di TIM che grazie a WYWD ha dato vita ad una piattaforma di ultima generazione in grado di supportare finanziariamente, grazie al sostegno degli internauti, progetti di innovazione sociale, culturali ed ambientali. Grazie alla politica dei reward e delle donazioni volontarie, infatti, possono essere messe in atto attività progettuali virtuose capaci di abbattere le barriere verso il futuro, per una qualità della vita sociale migliore. Grazie alla radio, ora, sono numerosissimi i giovani a saperlo che possono sfruttare al meglio tutte le potenzialità.