Crowdfunding: un fenomeno di massa per la new smart society Crowdfunding: un fenomeno di massa per la new smart society

Crowdfunding: un fenomeno di massa per la new smart society

Presentati i risultati di un’indagine effettuata sul segmento della raccolta di fondi via web.

- + Text size
Stampa

Negli USA è un fenomeno ormai consolidato che sta crescendo anche in Italia. Per questa ragione l’Università Cattolica di Milano ha voluto approfondire le dinamiche del mercato, con una mappatura delle piattaforme nazionali e un'analisi dei trend emergenti.

Negli ultimi anni portare a compimento progetti innovativi anche senza avere a disposizione i fondi necessari è diventato più facile. Merito della politica delle ricompense e delle donazioni volontarie proprie del crowdfunding, la raccolta fondi effettuata attraverso il web e finalizzata alla realizzazione di un progetto o di un obiettivo. Un fenomeno ormai consolidato oltreoceano e che anche nel nostro Paese sta prendendo piede grazie alle 82 piattaforme online che, day by day, danno visibilità alle idee virtuose e ai talenti che chiedono l’aiuto degli internauti per portare a compimento le loro realizzazioni. Tra i portali nazionali più attivi c’è senza dubbio WithYouWeDo, la piattaforma di TIM pensata per favorire lo sviluppo, la sperimentazione e l’adozione di strumenti digitali di sostenibilità economica ed iniziative innovative all’interno di 3 aree fortemente strategiche come la Cultura Digitale, l’Innovazione Sociale e la Tutela dell’Ambiente.

I risultati della ricerca

L’Università Cattolica di Milano, grazie al supporto di TIM, ha realizzato una dettagliata ricerca che ha permesso di comprendere meglio le dinamiche circa il fenomeno del crowdfunding in Italia. A livello geografico, la maggior parte delle piattaforme è collocata nell’Italia settentrionale dove svolge un ruolo di rilievo la città di Milano che ha dato i natali a ben 18 portali online di raccolta fondi. Anche sotto il profilo dei posti di lavoro, le società operanti nel settore del crowdfunding sono in grado di occupare quasi 300 persone, un dato importante anche in considerazione dell’ancora ridotto numero di piattaforme e della crescita potenziale prevista per i prossimi 5 anni, che potrebbe quadruplicare questi numeri. Molto significativo, infine, il dato sulla raccolta complessiva dello scorso anno, pari a 56,8 milioni di euro, con un aumento dell’85% rispetto allo stesso periodo di rilevamento del 2014.

WithYouWeDo, le ricompense pagano

L’iniziativa WYWD si inserisce all’interno del programma innovativo di TIM #ilfuturoèditutti, la visione ispirazionale che traccia la strada alle attività di Corporate Shared Value del Gruppo. Withyouwedo è nata per favorire lo sviluppo di progetti basati su tecnologie digitali, facilitando l'incontro tra domanda e offerta. Ma c’è di più: TIM, infatti, non solo promuove i progetti su tutti i canali social a sua disposizione, ma contribuisce addirittura con il 25% dei fondi necessari al raggiungimento degli obiettivi, senza prendere alcuna fee. Il modo migliore per dare una spinta decisiva alle idee virtuose che possono cambiare il futuro della smart society.