Cartoon Able:Il primo cartone animato per disabili Cartoon Able:Il primo cartone animato per disabili

Cartoon Able:
Il primo cartone animato per disabili

- + Text size
Stampa

Progetti d’inclusione: la tecnologia in aiuto delle disabilità

Le nuove tecnologie stanno permettendo di affrontare il tema della disabilità in maniera sempre più efficace. E l’Italia si sta dimostrando all’avanguardia sotto questo profilo. L’Università di Siena, ad esempio, ha messo a punto BrainControl, un dispositivo che permette alle persone con disabilità fisiche e/o intellettive di controllare la carrozzina elettrica attraverso il pensiero.

Molti poli museali si sono dotati di strumenti per permettere anche ai ciechi e ai sordi di poter fruire delle opere esposte. Di recente emanazione una Legge che obbliga le banche a realizzare bancomat accessibili a tutti i portatori di handicap. E ci sono startup che stanno progettando strumenti di wearable tecnology per facilitare la deambulazione di chi è affetto da handicap motorio. Il progresso tecnologico sta permettendo ai disabili di vivere una vita il più possibile prossima alla “normalità”.

In questo contesto si inserisce anche Cartoon Able, la prima serie animata concepita appositamente con la finalità di trattare argomenti legati alla cosiddetta “diversa abilità”.

Un’idea di Punti di Vista

Cartoon Able è un’idea della casa editrice Punti di Vista, una cooperativa formata da sole donne che si occupa principalmente di realizzare prodotti per i bambini disabili, un pubblico solitamente escluso dall’editoria tradizionale.

Cartoon Able sarà accessibile sia ai bambini sordi, grazie alla presenza dell’interprete LIS e dei sottotitoli, sia ai bambini ciechi e ipovedenti, attraverso scene con descrizione sonora e una grafica apposita, sia ai bambini autistici, grazie a disegni semplici ma non banali, con poche sfumature e a poche variazioni di tono nei dialoghi e nei sottofondi sonori.

Cartoon Able e WithYouWeDo

Il progetto può essere finanziato attraverso la piattaforma di crowdfundig WithYouWeDo, un’iniziativa che s’inserisce all’interno del programma #ilfuturoèditutti: la nuova visione che ispira e guida le attività di Corporate Shared Value di TIM.

La raccolta fondi sarà attiva fino al 14 febbraio: il goal per la casa editrice è che le donazioni raggiungano i 52 mila euro, una cifra necessaria per la realizzazione dei primi cinque episodi del cartone animato. Chiunque può recarsi sulla piattaforma di crowdfunding promossa da TIM e offrire il proprio contributo affinché questo progetto possa essere realizzato.