Le piattaforme per lo streaming: una grande opportunità per la musica classica Le piattaforme per lo streaming: una grande opportunità per la musica classica

TIM per Dynamo Camp

Stampa
- + Text size

In più di 30.000 persone,  dal 2007, tra bambini e famiglie, hanno riso, giocato e sfidato i propri limiti con la Terapia Ricreativa di Dynamo Camp.
Dynamo Camp
, organizzazione senza fini di lucro fondata nel 2007, è il primo campo di Terapia Ricreativa in Italia: bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni, con patologie gravi o croniche, possono passarvi periodi di vacanze e svago, a titolo completamente gratuito.
Il Camp offre anche programmi rivolti all’intero nucleo familiare nella consapevolezza che  una malattia grave non colpisce solo il bambino  ma tutta la sua famiglia.
E i bambini che sono ricoverati o non possono spostarsi per motivi di salute, possono partecipare a progetti di Outreach, la Terapia Ricreativa fuori dal Camp, che include  Radio Dynamo, la web radio dedicata a loro, presente sia nel camp sia negli ospedali sia nelle case, e ovunque attraverso la rete.
Sono 4.000 i bambini che nel solo 2017 hanno goduto dei progetti di Outreach.
Radio Dynamo, nata nel 2010 con il supporto di Radio DeeJay per la parte artistica e il supporto tecnologico di TIM, ha da sempre come  obiettivo quello di raggiungere più bambini possibile portando loro, grazie al web, tutte le energie positive del Camp.

Ma la storia di Dynamo Camp, realizzato  in Toscana  in un’area geografica intatta e di particolare bellezza paesaggistica, viene da lontano e affonda le radici nell’esperienza internazionale di  SeriousFun Childrens’ Network.
Avviato nel 1988 da Paul Newman che fondò il primo camp nel Connecticut negli Stati Uniti, oggi questo network, pensato proprio per i bambini malati, conta 30 strutture nel mondo.
Grazie a un adeguato supporto medico, tutti i camp di SeriousFun sono in grado di accogliere bambini affetti da gravi patologie , tra cui cancro, problemi cardiologici, neurologici, genetici e collegati al metabolismo.
E gli effetti positivi di queste strutture specializzate nella Terapia Ricreativa, sui bambini  sono molto evidenti, come conferma  una ricerca svolta dalla Yale University in collaborazione con SeriousFun, che ha rilevato che  i genitori di bambini e ragazzi ospiti hanno segnalato un aumento dell’autostima e del senso di indipendenza e un maggiore interesse per le attività sociali da parte dei loro figli dopo il periodo di Camp .
Lo stesso studio riporta che l’insieme delle dinamiche positive che si instaurano durante questa esperienza, tra cui l’amicizia e lo sviluppo di maggiori capacità relazionali, contribuiscono a sostenere la resilienza dei bambinii, cioè la loro capacità di affrontare e gestire la condizione di malattia in cui si trovano.