Menu

Politica di remunerazione

Politiche ed Attività

Politiche ed Attività

07/06/2016 - 14:00

L'attività del Comitato Nomine e Remunerazione, svolta secondo l'agenda annuale di seguito riportata, ha riguardato l'implementazione della Politica di Remunerazione 2015 e la definizione delle linee guida della Politica di Remunerazione 2016.

Il Comitato ha programmato le attività 2015 secondo l’agenda  annuale di seguito riportata.

Gennaio – Marzo

  • Verifica attuazione della politica di remunerazione per l’anno precedente
  • Consuntivazione risultati degli obiettivi MBO dell’anno precedente e definizione delle politiche di incentivazione variabile di breve termine
  • Consuntivazione risultati del sistema di incentivazione a lungo termine
  • Esame dell’impostazione della politica salariale globale della Società per l’anno in corso
  • Predisposizione della Relazione sulla Remunerazione

Aprile - Giugno

  • Avvio dell’istruttoria per la verifica dei compensi del Board
  • Monitoraggio dell’implementazione operativa del sistema di MBO
  • Esame dei risultati di voto degli azionisti sulla politica di remunerazione programmata
  • Monitoraggio dell’ implementazione della People Strategy

Luglio - Settembre

  • Monitoraggio del sistema MBO per l’anno in corso
  • Aggiornamento del Peer Group per le analisi ed i benchmark sulle best practice di mercato
  • Verifica dei compensi del Collegio Sindacale
  • Avvio istruttoria per l’introduzione della clausola di claw back

Ottobre - Dicembre

  • Definizione politica sulla remunerazione per l’anno successivo
  • Verifica e modifica del trattamento di severance per gli Amministratori Esecutivi
  • Definizione clausola di claw back
  • Avanzamento indicatori sistemi di incentivazione di breve periodo e di lungo periodo (Piano SOP 2014-2016)
  • Avvio istruttoria per i sistemi di incentivazione a breve termine per l’anno successivo
   

Il Comitato nel corso del 2015 si è riunito 7 volte. Agli incontri ha partecipato il Responsabile della Funzione People Value e sono stati di volta in volta invitati a fornire supporto i manager responsabili delle tematiche oggetto di discussione. Per lo svolgimento delle sue funzioni il Comitato si avvale della collaborazione delle competenti strutture della società e del supporto di consulenti esterni che non si trovino in situazioni tali da comprometterne l’indipendenza di giudizio. Da luglio 2014 il Comitato si è avvalso dell’assistenza e degli studi forniti dalla società Mercer.

 

La politica di remunerazione del Gruppo Telecom Italia è finalizzata a garantire la massima competitività dell’impresa sul mercato del lavoro, nonché la capacità  di attrarre, trattenere e motivare le persone.

Le linee guida ed i correlati strumenti retributivi dovranno assicurare:

  • il raggiungimento degli obiettivi strategici della Società
  • la competitività dell’impresa sul mercato del lavoro
  • l’engagement delle persone
  • la tutela dei principi di equità interna
  • l’allineamento degli interessi del management alla creazione di valore per gli azionisti così come la sostenibilità dei risultati nel lungo termine
  • la salvaguardia delle coerenze a livello di Gruppo, pur tenendo conto della diversità dei mercati di riferimento.

Nel 2016 sono previste una serie di innovazioni:

  • l’introduzione di strumenti di allineamento e di flessibilità della retribuzione fissa
  • l’implementazione dell’architettura del sistema MBO con particolare riguardo all’ampliamento del peso delle aree collegate al Performance Management (dal 20% al 30%) e alla fissazione del premium target per fasce retributive
  • la rimodulazione  del gate e dei parametri di performance dell’Amministrazione Delegato e la loro estensione al Presidente Esecutivo
  • l’introduzione delle clausole di Clawback e di logiche nuove e allineate alle best practices  dei trattamenti di Severance

Infine, in sede di nomina dell’Amministratore Delegato in carica, Flavio Cattaneo, è stata decisa l’introduzione di una nuova misura premiale aggiuntiva, volta a incentivare l’obiettivo di discontinuità e turnaround aziendale.