Menu

Le reti

24/02/2011 - 12:25

- + Text size
Stampa

La realizzazione delle prime reti telefoniche, in Italia come altrove, si sviluppò tramite il sistema delle linee aeree, poste sulle facciate delle case, su pali collocati sopra i tetti e, fuori città, su pali in legno ai bordi delle strade.

Questo sistema venne progressivamente affiancato dalla costruzione di reti che utilizzavano cavi sotterranei. A partire dal 1925, la realizzazione più ambiziosa fu la costruzione del cavo sotterraneo per il collegamento Torino-Milano-Laghi, lungo 700 km, più noto come Cavo Ponti. Fino a quel momento in Italia era in funzione solamente il cavo T.G.M (Torino-Genova-Milano) lungo circa 300 Km.

La capacità delle reti di adeguarsi a un traffico sempre crescente si rese possibile grazie all' invenzione e fabbricazione di nuovi cavi telefonici, tecnologicamente più avanzati.

Da una linea per ogni coppia di cavi si passò a due, tre, dieci linee, fino a numerose decine, grazie al miglioramento sia dei supporti (dai cavi semplici, aerei o terrestri, ai cavi coassiali), sia delle tecniche di "multiplazione", ossia della capacità di implementare più linee contemporaneamente sullo stesso supporto fisico. Alla fine degli anni Quaranta potevano essere supportati da un cavo coassiale circa 1000 canali telefonici. Verso la metà degli anni Settanta si giunse ai 10.000 canali.

Nel contempo l'adozione di sistemi via radio, a partire dagli anni Trenta, e via satellite, a partire dagli anni Sessanta, ha creato reti che avvolgono tutto il pianeta.

Il primo satellite costruito totalmente in Italia fu il Sirio, lanciato in orbita nel 1977.

A partire dalla fine degli anni Ottanta, grazie all'impiego delle tecniche digitali, la rete utilizzata prima solo per la fonia, ha consentito la trasmissione, oltre che della voce, di dati, immagini fisse e in movimento, suoni.


Le immagini contenute in questa fotogallery sono di proprietà esclusiva di Telecom Italia. 
Per richiederne l’utilizzo bisogna rivolgersi all’Archivio Storico Telecom Italia chiamando il numero  011572 9401.