Menu

1967. Un curioso utilizzo del telefono in biblioteca

10/02/2011 - 09:30

- + Text size
Stampa
cult13

Nel 1967 l’Università Olandese di Delft proponeva un originale sistema di automatismo per velocizzare la consegna dei libri richiesti in biblioteca.
Lo studente componeva sulla tastiera di uno dei sei telefoni, installati presso lo schedario centrale, il numero corrispondente al libro desiderato e in meno di mezzo minuto sembra che la richiesta venisse evasa.
Questo il funzionamento: un indicatore luminoso collegato ai telefoni mostrava al bibliotecario l’esatta collocazione nello scaffale del volume e, se questo risultava disponibile, un carrellino automatico lo trasportava alla sala consultazione; se non lo era, un segnale apposito veniva trasmesso alla sala dello schedario per informare lo studente.
L’apparecchio utilizzato era l’Ericofon, prodotto dalla ditta svedese Ericsson a partire dal 1954 e  introdotto successivamente in Italia dalla Fatme-Ericsson di Roma nel 1958.
Rispetto a quanto sperimentato in Olanda il servizio non ebbe in Italia alcun seguito.

L’immagine storica contenuta in questa pagina è  di proprietà esclusiva di Telecom Italia. 
Per richiederne l’utilizzo bisogna rivolgersi all’Archivio Storico Telecom Italia chiamando il numero  011572 9401.