Menu

1961. La cabina "viva voce"

09/02/2011 - 07:19

- + Text size
Stampa
cult11

Il primo  esempio  di dispositivo “viva voce” presentato al pubblico italiano è probabilmente quello entrato in funzione a Torino presso il Posto Telefonico Pubblico dell’Esposizione internazionale di Italia ’61.  La cabina “viva voce”, con telefono a gettone, realizzata dalla Siemens, consentiva la conversazione per mezzo di un impianto elettroacustico di amplificazione che diffondeva nell’ambiente la comunicazione in arrivo. L’innovazione prevedeva come destinatari privilegiati i giornalisti che avrebbero così potuto prendere appunti e  stenografare  comodamente appoggiati sulla piccola mensola predisposta allo scopo, senza l’impiccio del microfono da tenere in mano. Il trafiletto pubblicato a riguardo su Selezionando notiziario Stipel n. 4 1962  nel  presentare la novità  ne sottolineava i vantaggi:  una comunicazione “più efficace, piacevole, viva e igenica”.  Ciò nonostante quella cabina  rimase un esempio isolato e ai tempi non ci fu seguito.

L’immagine storica contenuta in questa pagina è  di proprietà esclusiva di Telecom Italia. 
Per richiederne l’utilizzo bisogna rivolgersi all’Archivio Storico Telecom Italia chiamando il numero  011572 9401.